I guanti Waorani Pro Duo M1 Ortho Tec. Ancora lattice interno Duo e stecche protettive.

Tanti dei nostri affezionati clienti, hanno scelto sino a poche settimane fa, un paio di guanti Reusch, molto apprezzato per le sue caratteristiche tecniche. Questo modello era il Keon Pro Duo M1 Ortho Tec. Cosa lo ha reso così speciale? Il lattice interno (sistema DUO) e le stecche estraibili, un mix che assieme alla qualità generale del prodotto, non poteva non ricevere giudizi quasi sempre entusiastici da chi lo ha indossato. E dopo aver saltato la versione del modello Argos, perciò non poteva assolutamente mancare la nuova edizione della collezione Waorani, finalmente disponibile ed in vendita sul nostro ecommerce.

Il Waorani Pro Duo M1 Ortho Tec, come il suo predecessore, ha il palmo realizzato con lattice M1 Mega Grip e al suo interno il sistema Duo, una piastra ondulata - sempre in lattice -  che entra in diretto contatto con il palmo della mano. Questo comporta un'ammortizzazione maggiore sui tiri più violenti e di conseguenza, un controllo migliore in fase di presa. Sembra effettivamente un paradosso, perché un palmo davvero massiccio (in certi punti spesso anche 6 mm) offre una stabilità difficilmente riscontrabile in altri modelli professionali. Ma l'esperienza diretta e soprattutto, la preferenza di tantissimi portieri professionisti (che usano versioni modificate con lattice interno), sono la migliore dimostrazione della veridicità di questo assunto.

La domanda che i tanti possessori della versione Keon si staranno facendo sarà probabilmente, quali differenze Reusch ha apportato a questa nuova edizione, oltre alla diversa grafica e il colore, facilmente intuibili.

  1. - palmo piatto e non più sagomato.
  2. - eliminazione del sistema EFT (una superficie più ampia e larga sulle falangette). Ora le dita sono costruite con classiche cuciture esterne.

Queste due differenze rendono il nuovo Waorani, un guanto più tradizionale e probabilmente, ancora più appetibile dai portieri che non amano tecnologie troppo strane e che, a volte, si rivelano più fastidiose che utili. Altra scelta a favore dei tradizionalisti è quella di non colorare artificialmente il lattice del palmo (il classico bianco avorio dell'M1), come invece sta accadendo in moltissimi dei modelli professionali delle ultime collezioni Reusch (e di molti altri brand importanti).

Ma la vestibilità? Con i Keon, era obbligatoria la mezza misura in più, perché la combinazione di stecche Ortho Tec e DUO, rendeva la calzata difficoltosa. Lo stesso accade anche con i Waorani, quindi se siete già stati possessori del modello precedente, saprete già come regolarvi, mentre se siete interessati ad acquistarli per la prima volta, scegliete la mezza misura successiva a quella che indossate abitualmente. Per quanto mi riguarda, sono una 8,5 naturale ed indosso la 9 con calzata perfetta.

Prima di concludere, e restando in tema DUO, non potevo non citare e presentare l'ultimo arrivato Reusch, sempre della linea Waorani e richiesto da tanti portieri. Si tratta del Waorani Pro Duo G2, vera novità dell'ultima collezione. Si tratta a tutti gli effetti di un 'fratellastro' del Waorani Pro G2, diverso sia nei colori, non verde, ma giallo e rosso con palmo bianco, che nella zona del polsino, con appendice di lattice sulla parte posteriore e cinturino in nylon non personalizzabile. E dunque, se volete provare la sensazione del sistema di lattice interno, sul G2 Ultrasoft e senza voler calzare guanti con le stecche protettive, ora avrete un'opzione in più.

-

Lascia un Commento
Presenti su Google+