Perché i portieri di Serie A non usano i guanti con le stecche?

buffon non usa guanti con le stecche

Tra le tante domande che ci vengono fatte, ce n'è una che merita una risposta più approfondita e meno scontata di quanto possa sembrare. Ora ti starai chiedendo quale sia, quindi eccola: i portieri in Serie A usano i guanti con le stecche?

Ho perso il conto di quante volte ci sia capitata di ascoltarla al telefono, di leggerla in chat, nelle email o sui social. Per molti la risposta sembrerà scontata, eppure sono davvero tante le persone che ci fanno giustamente questa domanda. I motivi sono tanti ed hanno anche fondamento. Uno tra questi, considera che i guanti più costosi, siano automaticamente quelli indossati da chi gioca nelle competizioni ufficiali.

Che la domanda venga fatta sulla base del prezzo o per qualsiasi altra ragione, la risposta è no. Sono infatti pochissimi i portieri professionisti che fanno uso delle protezioni nei guanti (in Serie A praticamente nessuno). Inevitabile ciò che viene chiesto subito dopo: e perché non usano le stecche? Questa è quella che preferisco, perché dà modo di spiegare bene le differenze tra guanti, dando un senso alla scelta tra un modello normale od uno steccato.

Pensiamo al perché sono arrivati i guanti da portiere con sistemi di protezione delle dita. Il termine stesso lo dice: proteggere le dita. Da cosa? Dai traumi che possono verificarsi durante l'attività, che siano palloni bloccati male o troppo potenti, oppure interventi involontari (e qualche volta anche voluti) degli avversari. Pertanto, i guanti steccati si rivolgono soprattutto a chi vuole ridurre il rischio di farsi male alle dita. Quali sono gli svantaggi? Ovviamente la mobilità della mano, a seconda della rigidità della struttura, può risentirne (non tutte sono uguali. Ne esistono di più o meno rigide). La costruzione del guanto, di conseguenza, risulterà più massiccia per poterla farle alloggiare correttamente.

Spiegando sommariamente il motivo della presenza delle stecche e gli svantaggi che inevitabilmente ne conseguono, diventa facile capire perché i portieri professionisti preferiscono i guanti tradizionali. Semplicità, leggerezza e sensibilità. Questi gli aspetti che contano per gioca in questo ruolo per lavoro. Oltretutto, stiamo parlando di persone che si allenano da anni ed hanno sviluppato braccia e mani per questo e soprattutto, sanno perfettamente quali sono le tecniche di parata da eseguire e quando effettuarle. Non può dirsi lo stesso per molti di noi, che per tanti motivi siamo più propensi a compiere piccoli e grandi errori tecnici che sono l'anticamera degli infortuni (e della poco amata stecca al dito).

Con questo voglio dirvi, che usare guanti da portiere steccati non è assolutamente sbagliato ed anzi, io stesso ne faccio uso da anni. Pur divertendomi in porta, non ho mai eccelso in tecnica e sono state tante le volte in cui sono tornato a casa con le dita doloranti, sino ad impedirmi di giocare per le settimane successive. In più, non campando con il calcio, ho avuto problemi nella vita di tutti i giorni. Arrivai a laurearmi con un mignolo in recupero da una delle tante lussazioni. Oggi, passati tanti anni dall'ultima volta che ho usato guanti classici, posso affermare di non aver più subito alcun trauma e questo grazie esclusivamente all'uso di guanti steccati (non di certo per essere migliorato nella tecnica...).

Tanti anni fa, i portieri non usavano proprio i guanti (su questo torneremo in un altro articolo), non tanto per comodità, ma perché non c'erano materiali davvero utili ad aiutare le mani nella presa. Poi, con l'intuito dei primi pionieri del settore, si è arrivati all'uso abituale dei primi modelli specifici, sino ad oggi, dove è inconcepibile fare il portiere, senza un paio di guanti (fa eccezione il calcio a 5, ma ci sono diverse scuole di pensiero).

Ora, un'ultima domanda a cui devo dare risposta. Ci sono genitori che chiedono informazioni sulle protezioni e sulla necessità di farli usare dai propri figli. E' importante, se si gioca in una squadra giovanile, sentire il parere di un preparatore (se presente) e valutare in accordo con lui se c'è una preclusione all'uso di guanti steccati. Esistono infatti allenatori che li considerano dannosi per lo sviluppo della presa, mentre altri che non mostrano alcuna preclusione, comprendendo i timori di mamma e papà e lasciando libertà di scelta. Ecco, questa è la nostra opinione, non consigliando in assoluto guanti da portiere classici o con le stecche. Ciò che conta è che il bambino si senta sicuro e non abbia paura di farsi male. Questo aspetto è fondamentale e va oltre l'uso stesso dei guanti.

E se siete più grandi? Vale quanto detto più sopra. Se preferite ridurre il rischio di fastidiosi infortuni, un paio di guanti con le stecche può essere la migliore decisione che possiate prendere.

novità portierecalcio.it

Un pensiero su “Perché i portieri di Serie A non usano i guanti con le stecche?”

1 oggetto(i)

Lascia un Commento
Presenti su Google+