I portieri di Serie A dopo le prime giornate del campionato

Tatarusanu titolare fiorentina

Le prime sette partite di campionato sono in archivio e mai come negli ultimi anni, i risultati sul campo hanno spesso disatteso le aspettativi di tifosi ed esperti. Come sempre, noi preferiamo concentrarci sull'andamento dei portieri, analizzandone le prime prestazioni e giudicandoli senza alcuna remora. Non è un report completo, ma un piccolo insieme di pensieri vari, parziali e provvisori.

Chi ci sta piacendo di più? Non solo per il primato in classifica, ma Tatarusanu ha mostrato ottima personalità, oltre a buone prestazioni. Situazione non affatto scontata, dopo quanto successo la scorsa stagione e con l'arrivo di Sepe, tutt'altro che disposto al suo arrivo a fare da docile secondo.

Si conferma Bizzarri. Dopo il suo ottimo impatto al Chievo, nessun cambio di rotta in questa partenza di stagione. Ancora una volta pochi gol subiti ed estrema affidabilità.

Meritano il nostro apprezzamento anche Consigli e Sportiello, entrambi bravi a mantenersi su buoni livelli. Il loro contributo si conferma importante per i buoni esiti di Sassuolo e Atalanta.

Nota di merito anche per Leali. Il Frosinone non è una corazzata, ma lui sta mettendo a frutto l'esperienza maturata a Cesena. Un contesto simile, che quindi fa risaltare i miglioramenti rispetto ad un anno fa. Oggi è difficile dire se aiuterà la sua squadra a mantenere la categoria, ma il suo contributo è sino a questo momento, importante.

Cosa dire di Reina e Szczesny? Benissimo il portiere spagnolo. Il suo apporto di esperienza e carisma sta portando evidenti benefici alla difesa napoletana. Di dubbio gusto il completo giallo con pantaloncini e calzettoni azzurri, ma possiamo soprassedere. Diverso invece il giudizio sul portiere polacco, che conferma pregi e difetti che l'hanno accompagnato negli anni dell'Arsenal. Grandi prestazioni con interventi difficilissimi, alternati da momenti bui e difficilmente spiegabili. Dalla sua però, un piccolo infortunio. Avremo tempo per giudicarlo meglio.

Particolari i momenti di Buffon e Diego Lopez. Nessuno dei due sta facendo male. Anzi, nel caso del capitano bianconero, non si può parlare affatto di cattive prestazioni, ma qualche gol in più sul groppone, soprattutto dopo le ultime annate, fanno certamente notizia. Meritevole di menzione la super partita di Manchester in Champions. Un po' diversa, invece, la situazione del portiere spagnolo, neanche lui colpevole nello specifico delle difficoltà rossonere, ma probabilmente meno salvifico rispetto a qualche mese fa, quando da solo riusciva a tirare avanti la barca milanista, impedendo vere e proprie imbarcate. Sì, manca qualche parata.

Delusioni? Brkic ha pienamente deluso. Arrivato a Carpi per rivestire il ruolo di muro per la neopromossa, è miseramente crollato ai primi tiri. Non proprio quanto desiderassero tecnici e tifosi della piccola squadra emiliana. Un problema che potrebbe prolungarsi sino a gennaio, quando già potrebbe essere troppo tardi, a meno che, da augurio, lui o uno dei suoi sostituti (Benussi e Belec), riescano a difendere la porta con maggior sicurezza.

Altro portiere che dovrebbe rilanciarsi è Skorupski. Non del tutto convincente alla Roma, ha scelto di restare in Italia per dare continuità alle buone cose fatte intravedere. Sino a questo momento non ci è parso una sicurezza, ma il suo posto sembra stabile.

Ed i portieri non menzionati? Ci sarà spazio anche per loro al momento di dare i primi giudizi.

 

Lascia un Commento
Presenti su Google+