Quanto è importante Reina in questo Napoli

grinta reina napoliIl ritorno di Pepe Reina a Napoli è stato sicuramente la miglior operazione di mercato fatta dalla società partenopea nella sessione estiva del 2015. Una scelta apprezzata dai tifosi, che avevano trovato nel portiere spagnolo un trascinatore ed uomo squadra, andato via dopo la prima stagione, per l'oneroso contratto che lo legava ancora al Liverpool.

La società aveva deciso di puntare su Rafael Cabral, pensando potesse confermare quanto di buono avesse mostrato prima del grave infortunio al ginocchio. Le aspettative, però, non sono state confermate, probabilmente per l'enorme pressione che il brasiliano non ha saputo gestire. Poi Andujar ha preso il suo posto  nella seconda parte delle competizioni, quando le voci del ritorno di Reina iniziavano a farsi strada. Al Bayern Monaco, alle spalle dell'inamovibile Neuer, le chance di giocare erano troppo poche. E la panchina gli era decisamente troppo stretta.

In scadenza di contratto con il Liverpool, Reina era libero di scegliere. E l'esperienza a Napoli non la considerava chiusa. C'era ancora Benitez, suo estimatore ed allenatore per tanti anni, ma il legame con la città campana andava oltre sua la permanenza. A fine maggio la decisione era stata già presa, perché quello che la città gli aveva trasmesso, meritava di essere contraccambiato.

Oggi Reina è uno dei simboli del Napoli di Sarri. Insieme a Higuain è l'espressione di una squadra tenace e ricca di talento. La partita vinta con l'Inter ha impresse le loro immagini di gioia e grinta, trasmessa ai compagni e a tutti i loro tifosi. La strepitosa parata al 94° sul colpo di testa di Miranda, racchiude tecnica, concentrazione ed esplosività muscolare. La fortuna è indispensabile in queste occasioni, perché pochi centimetri sarebbero bastati a far entrare il pallone in porta, ma ci sono momenti speciali in cui tutto va per il verso giusto.

Al momento non sappiamo cosa succederà al Napoli nei prossimi mesi. 539 sono stati i minuti di imbattibilità dell'estremo difensore spagnolo. Un altro piccolo traguardo, indicativo dell'importanza di un portiere di valore in un gruppo che vuole tornare a vincere. Ma quando il tuo obiettivo è quello, essere difesi e trascinati da un portiere come Pepe Reina, è un valore aggiunto che non può non essere considerato.

 

Lascia un Commento
Presenti su Google+