I voti finali ai portieri della Serie A 2015/2016

buffon migliore portiere serie aFinito il campionato di Serie A 2015/2016, possiamo serenamente esprimere il nostro parere e assegnare i voti a tutti i portieri che hanno disputato almeno sei partite. Nelle parentesi ci sarà il voto dato per il girone di andata. Se volete leggere e confrontare i commenti, potete leggere anche quanto scritto lo scorso gennaio.

Gli iscritti al nostro gruppo su Whatsapp hanno potuto vedere una lista con tutti i voti, prima che scrivessi questo pezzo. Ci sono piccole differenze, ma la sostanza non cambia.

ATALANTA

Sportiello voto 6,5 (7) - Pur calando leggermente, come tutta l'Atalanta, ha mantenuto ritmo e prestazioni. Conte lo ha premiato con la convocazione per lo stage che precede gli Europei. Ha potenzialmente molto mercato.

BOLOGNA

Mirante voto 6,5 (6,5) - L'esperienza (sportiva) negativa dell'ultimo anno a Parma è del tutto superata. Ci mette del suo, anche nel girone di ritorno, per portare il Bologna ad una tranquilla salvezza. Riaperte le porte della nazionale.

CARPI

Belec voto 6 (6,5) - Cala nel girone di ritorno, pur non avendo colpe nella retrocessione finale della squadra emiliana. Si può dire, dopo le incerte esperienze straniere, che il portiere sloveno ha ritrovato continuità e dimostrato di poter stare in certi palcoscenici.

CHIEVO

Bizzarri voto 6,5 (6,5) - L'ottima stagione del Chievo, soprattutto in difesa, è ancora suo merito. Non più giovanissimo, ma quando le prestazioni sono quasi sempre di alto livello, l'anagrafe conta poco.

EMPOLI

Skorupski voto 6 (6) - Mostra progressi per tutta la stagione. Non fa quasi mai gridare al miracolo e non dà l'idea di poter tornare utile alla Roma, ma non è più quell'oggetto misterioso su cui Garcia aveva provato a puntare.

Pelagotti voto 6,5 - Approfitta del serio infortunio muscolare del compagno polacco. Uno dei tanti portieri italiani sottovalutati. Gioca sei partite e lo fa con ottima personalità.

FIORENTINA

Tatarusanu voto 5,5 (6) - Confermo quanto scritto nel girone di andata. E' un buon portiere, ma non uno di quello che porta punti alla propria squadra, soprattutto se deve lottare per traguardi importanti. Non c'è nulla di meglio in Italia?

FROSINONE

Leali voto 6 (6,5) - Non mantiene il buon livello del girone di andata. La sfortunata partita contro il Chievo pesa. Rispetto a 12 mesi fa è sicuramente cresciuto.

GENOA

Perin voto 6,5 (6) - Quando l'infortunio alla spalla era solo un lontano ricordo e il vero Perin stava riprendendo la scena, l'infortunio al ginocchio l'ha fatto fuori dagli Europei e dal finale di stagione genoano. La salvezza era comunque molto vicina. Anche per suo merito.

Lamanna voto 6 (6) - Nel complesso non fa mai rimpiangere Perin. Da solo è motivo sufficiente per dare un giudizio complessivamente positivo. Grande partita contro l'Inter.

HELLAS VERONA

Rafael voto 5,5 - Le colpe dello scarso rendimento della squadra non sono certo le sue, ma è in calo rispetto alle altre stagioni e sembra aver rotto con l'ambiente. (si trasferisce a Cagliari a gennaio)

Gollini voto 6 (6) - L'Hellas era destinato alla retrocessione. La società ha fatto bene a puntare su di lui. Fa tanta esperienza che gli tornerà utile. Possibilità di cessione? Non poche.

INTER

Handanovic voto 7,5 (8) - Impossibile ripetere il girone di andata. Da solo aveva tenuto a galla l'Inter. Con l'aumentare delle difficoltà, scende un poco anche il suo rendimento, ma resta complessivamente altissimo come mai in carriera.

JUVENTUS

Buffon voto 8 (7) - Alla mente la doppia parata con il Milan e il rigore respinto a Firenze in pieno recupero. Interventi fondamentali nella costruzione del successo della Juventus. Poi il resto l'abbiamo già scritto tante volte e lo sapete già. Impossibile non celebrare un campione come lui, capace ancora di fare la differenza.

LAZIO

Marchetti voto 6 (6) - Stagione senza infamia e senza lode. Rinnova e a meno di improbabili offerte, resterà ancora in porta alla Lazio.

Berisha voto 6 - La sua esperienza alla Lazio dovrebbe essere ai titoli di coda. L'Europeo con l'Albania dovrebbero essere un interessante palcoscenico per trovare una nuova squadra.

MILAN

Diego Lopez voto 5 - Da salvatore a desaparecido.

Donnarumma voto 6,5 (7) - E' uno dei pochi a non naufragare neanche nelle ultime giornate. Inevitabile qualche errore di gioventù, ma conferma gli enormi mezzi di cui dispone. Sono tantissimi i giovani campioni crollati sotto il peso delle attenzioni. Lui sembra avere le spalle larghe.

NAPOLI

Reina voto 7 (7,5) - Gaspare, noto tifoso napoletano, gli avrebbe messo 6,5 per un finale di stagione in calando. Io credo che il 7 rispecchi l'importanza di una stagione dove il suo apporto è stato importantissimo per cementare la difesa azzurra. Un valore aggiunto.

PALERMO

Sorrentino voto 7 (6,5) - Il suo carisma straripante ha contribuito a creare tensioni nell'ambiente, ma è servito anche a compattarlo quando tutto sembrava perso. Sul campo, sempre presente anche quando le possibilità di salvezza stavano diminuendo. Grossi meriti nella permanenza in A dei siciliani. Già annunciato l'addio. Probabile il ritorno al Chievo. Per la gioia di Bizzarri.

ROMA

Szczesny voto 7 (6) - Difficile resti a Roma, per il costo del riscatto chiesto dall'Arsenal e per l'arrivo del brasiliano Alisson, attuale portiere della nazionale brasiliana. Per me merita un sette pieno, perché ha importanti meriti nella rincorsa giallorossa al secondo posto.

SAMPDORIA

Viviano voto 7 (6) - Quando la Samp rischia seriamente di rimanere invischiata nella zona retrocessione, lui alza il muro. Lontana la brutta stagione di Firenze. Recuperato.

SASSUOLO

Consigli voto 6,5 (7) - Lo avrei visto bene tra i convocati per lo stage di Coverciano. Non è stato così. Leggermente meno incisivo rispetto ai primi mesi, resta comunque uno dei punti di forza del Sassuolo.

TORINO

Padelli voto 5,5 (5,5) - La bocciatura di Conte è il simbolo di una stagione che doveva andare diversamente. Possibile e necessario il cambio di casacca per rigenerarsi e trovare nuovi stimoli.

UDINESE

Karnezis voto 5,5 (6) - La scorsa stagione ha giocato si livelli completamente diversi. Inutile girarci intorno. Perché non puntare su uno tra Scuffet e Meret?

E gli altri? Come scritto in apertura, abbiamo considerato solo quei portieri che sono scesi in campo almeno sei volte. Restano esclusi Da Costa, De Sanctis, Abbiati e altri ancora. Per il portiere del Milan, un saluto particolare. Una carriera importante e un esempio da seguire per tanti ragazzi che vorrebbero realizzare il loro sogno di diventare portieri professionisti.

Se ti è piaciuto questo contenuto, lascia il like e condividilo con i tuoi amici che possono essere interessati a leggerlo. E' un piccolo modo per ripagare il nostro lavoro. Grazie.

 

Lascia un Commento
Presenti su Google+