Il Kraken Rinat ai raggi X. Scopriamone tutti i segreti

img_20160716_170416Se c'è un marchio che attira sempre di più l'attenzione dei nostri clienti, e di te che ci stai leggendo, sicuramente questo è Rinat.

L'azienda messicana, che non smettiamo di premiare con tanta visibilità grazie all'altissima qualità dei suoi guanti e delle sue maglie, migliora di stagione in stagione, con prodotti sempre più performanti e fatti per soddisfare i professionisti più esigenti.

In questo post leggerai un focus sui guanti da portiere Kraken, che sul nostro sito puoi trovare in un'aggressiva versione rossa e in una più classica versione nera e verde acido, colore che in questo periodo va molto di moda tra i numeri 1.

Tieniti pronto quindi a leggere tutte le caratteristiche!

dita-krakenLe dita: taglio avvolgente "Ergo Roll" sulle punte per garantire un totale contatto del lattice ("Omega Grip" - il top Rinat) sul pallone. Scelta che farà contente le persone che cercano sia la presa, sia la protezione da torsioni indesiderate. Il pollice è interamente rivestito grazie al sistema "Wrapped Thumb", che lo protegge, senza limitarne i movimenti.

Alla base è presente un materiale estremamente innovativo e molto resistente: l'"Active cell zone".

E' leggerissimo ma robusto e permette la massima libertà di movimento, risolvendo il problema tradizionale dei guanti rollfinger, la poca flessibilità soprattutto in chiusura del pugno.

kraken-palmoIl palmo: disegnato sull'anatomia della mano per vestirla in maniera ergonomica, con una prolunga che si estende sul lato esterno sotto il mignolo (il "Side Shield").

Niente "palloncino", così fastidioso quando vuoi bloccare immediatamente il pallone, contatto immediato sulla sfera e assorbimento dell'impatto totale. Praticamente impossibile farsi male.

kraken-cinturinoIl cinturino: caratteristica che distingue tutti i guanti Rinat dalla concorrenza. Una fascia molto larga denominata "Extended Palm", che fornisce protezione effettiva al polso, tutta rivestita in lattice, per aumentare la superficie di presa sul pallone, soprattutto nelle più complesse prese al petto.

Per renderla ancora più comoda, è presente prima della zona di stampa una fascetta elastica, che permette al portiere di rendere la chiusura più comoda o più stretta. Nessun altro marchio al momento fornisce soluzioni simili, soprattutto su queste fasce di prezzo.

kraken-dorsoIl dorso: l'indice è totalmente separato dal resto della struttura, permettendo una totale mobilità del dito più importante, senza che esso sia frenato dal resto della mano. Il "Side Shield" (visibile a sinistra sotto il mignolo) è separato e segue i naturali movimenti di chiusura del pugno. E' una soluzione di una semplicità estrema, ma nessuno fino a oggi ci aveva pensato...

Ah, è tutto lattice ad alta frequenza e neoprene leggero, quindi assolutamente morbido e per nulla scomodo.

Il prezzo: sotto gli 80 euro. Ben venti, trenta euro meno dei diretti concorrenti, che ti costringono a spendere anche più di 100 euro per i migliori del loro catalogo.

Il Kraken è stato disegnato per superare i bisogni dei portieri più esigenti e specializzati. E' il più tecnico e innovativo di tutta la collezione 2016/2017 ed è per questo che gli è stato dato il nome che ricorda il mitico mostro marino che non lasciava scampo alle sue prede con i suoi tentacoli.

Vuoi abbinare una maglia? Noi abbiamo la soluzione: la Symbiotik sempre Rinat!

Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

Un pensiero su “Il Kraken Rinat ai raggi X. Scopriamone tutti i segreti”

1 oggetto(i)

Lascia un Commento
Presenti su Google+