Guanti

  • I guanti da portiere per l'estate - il portiere amatoriale

    consigli guanti portiere per l'estate

    Aggiornato l'1 luglio 2017!

    Dopo il nostro post sulle maglie da portiere per l'estate, abbiamo pensato fosse utile scrivere un altro articolo focalizzato sui guanti da indossare nello stesso periodo. Tra un bagno al mare, un'escursione in montagna o un ozioso e afoso pomeriggio in città, c'è sempre la voglia e il tempo per giocare una partita.

    Le giornate più lunghe e calde, aumentano le possibilità di organizzare incontri e partecipare ai tantissimi tornei amatoriali che si disputano in giro per l'Italia. Sappiamo bene che, sia che tu sia uno studente o un lavoratore, in queste occasioni ogni partita è giocata con spirito e impegno, degni della finale dei campionati europei.  E i consigli che stiamo per darti, sono indicati proprio per te, portiere amatoriale che ci tiene sempre a fare bella figura e venire apostrofato dagli avversari con il classico "E che sei Buffon?!?" (che va letta con il dialetto locale di chi la pronuncia).

    Devo fare una premessa importante: lascia perdere i guanti da pochi euro che trovi appesi sugli espositori di molti negozi di articoli sportivi. NON proteggeranno le mani, NON vi aiuteranno nella presa e soprattutto, dureranno tanto quanto costano. Poco! Considerateli come giocattoli, adatti per essere usati da chi si approccia al ruolo per la prima volta e non è ancora sicuro di voler fare il portiere. E non credo che questo sia il tuo caso. Continua a leggere

  • Quanto è importante il grip dei guanti da portiere

    portiere erroreQualche giorno fa, io e Francesco abbiamo giocato una partita in condizioni abbastanza complicate. Il campo viscido, bagnato da una pioggia sottile e continua. Il pallone era nuovo, ma uno di quelli di scarsa qualità, leggero e duro, ma soprattutto, ancora rivestito di quella patina lucida, che assieme all'acqua, lo rendeva viscidissimo.

    Chiunque giocasse, aveva problemi a controllare il pallone. E più passava il tempo, più difficile diventava. Gli stop si trasformavano in tentativi di controllo e le volte che il pallone schizzava a vuoto, erano sempre più frequenti.

    E noi in porta? Nonostante avessimo due paia di guanti tra i migliori in vendita sul nostro sito, abbiamo avuto difficoltà a controllare il pallone. Ogni gesto doveva essere compiuto con attenzione, proteggendo con il corpo la parata, pena l'errore.

    Il risultato? Diverse incertezze e tre gol con evidenti responsabilità. Il primo dovuto a una respinta difettosa con pallone schizzato verso un avversario; il secondo dovuto a una presa inefficace su un tiro lento e facilmente controllabile in condizioni normali; il terzo da circa 25 metri, con il pallone che ha preso velocità con il rimbalzo a pochi metri dalla porta.

    Il rientro negli spogliatoi, è stato accompagnato da numerosi commenti sulla qualità del pallone. Tra di noi, abbiamo dato la colpa alla palla, inadeguata per le condizioni, ma comunque non sufficiente per giustificare i tanti errori.

    Il conciliabolo tra fratelli è proseguito in auto, sino a quando Francesco ha pensato che fosse necessario scrivere un articolo che cercasse di spiegare concretamente quale debba essere la fuzione del "Grip" dei guanti.

    Una parola dai tratti magici. Il Sacro Graal dei portieri, a cui molti si affidano senza aver ben chiaro il suo reale significato. Continua a leggere

  • Quanta differenza fa mezza misura in un guanto da portiere?

    guanti portiere grandiCome sapete, se ci visitate o siete nostri clienti, la scala di misura di un paio di guanti da portiere è numerica e parte dalla 4, arrivando alla 11 e in alcuni casi anche alla 12 (immaginate le mani...).

    Le misure junior corrispondono (quasi) sempre al range tra 4 e 7, mentre le misure da adulto partono dalla 8 e arrivano alla 11.

    Salvo alcuni casi (come per esempio Rinat), le aziende tendono a produrre anche una misura intermedia tra un numero e l'altro per fare sì che il portiere possa scegliere il guanto che sia più comodo una volta indossato.

    Troverete quindi, come succede su Portierecalcio.it la 7,5, la 8,5, la 9,5 e la 10,5.

    C'è molta differenza di calzata tra una mezza misura e una misura intera? In tutta onestà la risposta è "Nì".

    Salvo che per i modelli più costosi, confezionati con precisione maniacale, sui modelli meno cari la mezza misura in più presenta pochissime differenze rispetto a quella intera. Per esempio, se indossate un guanto misura 8 e successivamente un guanto misura 8,5, non noterete alcuna differenza di calzata. I guanti sembreranno perfettamente uguali.

    Discorso diverso se dalla 8,5 passerete alla 9. La differenza la avvertirete, perché la struttura del guanto sarà più grande.

    Cosa vogliamo spiegarvi con questo ragionamento?

    Mezza misura in più sulla stessa taglia non fa praticamente differenza. Mai!

    Se poi si tratta di guanti dotati di stecche, potreste indossarli tranquillamente anche di una misura più grande, perché le protezioni alle dita compenseranno i millimetri in più su ogni dito.

    Non state quindi a preoccuparvi, a meno che non giochiate a calcio a 5 in maniera agonistica con i guanti interi (in questo caso il discorso cambia radicalmente), di scegliere una misura perfetta, magari non comprando un guanto che vi piace perché non c'è la vostra taglia disponibile, ma andate tranquillamente su una mezza misura in più o addirittura una intera sugli steccati.

    Io personalmente indosso una 9, ma molto spesso ho indossato senza problemi la 9,5 o addirittura la 10. Non ho avvertito fastidi particolari, perché le differenze erano minime o addirittura nulle.

    Ricordatevi sempre: dovete bloccare un pallone, non fare un'operazione chirurgica di precisione. ;)

    Se volete misurare la vostra mano, abbiamo un'apposita guida che potete immediatamente consultare.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • L'eterna lotta tra presa e usura.

    Quanto dura un guanto da portiere?

    Facciamo nostra e modifichiamo una citazione storica, cantata anche da Elio e le Storie Tese, per parlarti di uno dei dilemmi più grandi che i nostri clienti affrontano nell'acquisto di un paio di guanti da portiere.

    E' fin dal 1982, quando Uhlsport faceva uscire il mitico modello "040" (indossato da Zoff ai mondiali spagnoli), che chi si tuffa tra i pali, sa che il palmo in lattice dei propri guanti si usurerà inesorabilmente a ogni contatto con il pallone e (soprattutto!) con il terreno di gioco.

    Se per i professionisti il problema è molto relativo, perché parare è un lavoro e non si può certo pensare al consumo dei propri palmi, per chi compra, l'idea di dover cambiare un paio di guanti ogni tre/quattro mesi, non è il massimo del piacere, soprattutto per il proprio portafogli.

    E' anche vero che con una media di circa cinque anni, ricerca e sviluppo grazie a Uhlsport e Reusch hanno aumentato non solo la presa a contatto con il pallone, ma anche la robustezza dei lattici, resi così sempre meno delicati e resistenti anche nelle mescole usate dai migliori portieri del mondo. Il rovescio della medaglia è, che a causa dei brevetti (giustamente chi studia e migliora i materiali deve tutelarsi, viste le spese) i prezzi aumentano e un paio di guanti che soddisfi entrambe le cose ormai oscilla intorno ai 100 euro.

    Come comportarsi allora, per assicurarsi un buon guanto da portiere per la partita, senza doverne necessariamente cambiarli più volte ogni stagione?

    Parliamoci chiaro. Se giochi a calcio in maniera più o meno agonistica, quindi non solo una volta alla settimana con gli amici per la classica partitella, devi mettere in conto almeno due paia di guanti per tutta il campionato. Non puoi fare diversamente. Con solo un paio rischieresti di arrivare alla fine del tuo torneo con il lattice troppo usurato o esaurito completamente fino alla tela, con il rischio di trovarti due saponette al posto delle mani. Non vuoi compromettere il finale di campionato per un errore dovuto a un eccessivo risparmio, vero?

    La combinazione guanto per la partita e guanto per l'allenamento è un'opzione possibile. C'è un però. Sicuramente per l'allenamento non vorrai spendere molto, scegliendo guanti molto economici con lattice (in apparenza...) più resistente (e quindi con meno presa) rispetto a quello da usare in partita. Qual è il problema allora? Il guanto di allenamento, acquistato in questo modo, non ti darà mai le stesse sensazioni del guanto da gara, perché quest'ultimo sarà sempre costruito e realizzato meglio.

    Pensaci un attimo: se dovessi correre una maratona ti alleneresti tutti i giorni con un paio di scarpe, per poi correre la gara con un'altro paio? Ti troveresti bene?

    La risposta è NO.

    Utilizzare il guanto da gara ormai usurato per l'allenamento, lasciando alle partite quello nuovo può essere un'alternativa valida, visto che quasi sicuramente, a meno che non stai cambiando marchio e tipo di struttura del guanto, non avvertirai differenze. Il guanto da partita però si deve adattare alla mano il più presto possibile, e quindi un po' di parate le devi fare non solo durante il riscaldamento prepartita.

    La soluzione allora quale può essere?

    Noi di Portierecalcio.it, come sai se leggi il blog, abbiamo sempre raccomandato l'uso di guanti per terreni duri realizzati con qualità di poco inferiore (se non uguale in alcuni casi) ai modelli da gara. E' vero, costano di più dei guanti da pochi euro che trovi nei negozi di abbigliamento sportivo della tua città, ma ti possiamo garantire che in questo modo la differenza tra il più duro degli allenamenti e la partita più importante sarà pressoché minimo e non dovrai così accendere un mutuo per tenere sempre il tuo armadietto pieno.

    Allenarsi con un paio specifico e giocare le partitelle infrasettimanali e la partita della domenica con quello professionale è la soluzione ideale.

    Scegli per questo i guanti da portiere più adatti a te nel nostro store, consultando ogni scheda (da noi realizzata provando ogni volta che è possibile i prodotti sul campo, per non dover copiare e incollare le descrizioni dei cataloghi ufficiali) e non aver alcun problema a contattarci per qualunque domanda attraverso gli appositi link nelle pagine, il modulo per i contatti o la nostra pagina Facebook ufficiale.

    Siamo qui per questo, come tanti nostri clienti già sanno e ti aiuteremo a non sbagliare acquisto e a parare con la massima sicurezza e comodità.

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Come sono cambiati i guanti da portiere in 10 anni

    Come sono cambiati i guanti in 10 anniQuando escono nuovi guanti da portiere, c'è sempre molta curiosità sulle novità introdotte. Alcuni marchi si limitano a rinnovare colorazione e grafica dei propri modelli, mentre altri propongono anche nuove soluzioni tecnologiche.

    Con l'avvio della nostra attività nel 2008, abbiamo iniziato a guardare con occhi sempre più esperti, ogni novità. A distanza di quasi nove anni e alcune centinaia di paia diverse, ci siamo fatti un'idea ben precisa di come si sta muovendo il mercato e come sia cambiato in questi anni.

    Per capire dove siamo oggi, e quali prospettive ci sono per il futuro, è importante capire cosa è successo in questi anni.

    I guanti nel 2008

    Prima che commercianti online, eravamo e siamo portieri. Oltre venti anni passati acquistando guanti presso i normali negozi. Non c'era la grande scelta che c'è oggi e i marchi importanti, almeno in Italia erano Reusch e Uhlsport, affiancati da altri meno conosciuti. Era davvero raro trovarne altri, se non nelle grandi città.

    Quando Portierecalcio.it è partito, anche Puma aveva guadagnato grande visibilità con Pagliuca, Peruzzi e soprattutto Buffon, campione del mondo solo due anni prima. Continua a leggere

  • La verità sul mitico lattice Supersoft

    Aggiornato il 09/07/2017

    È il 1982. L'Italia diventa per la terza volta Campione del Mondo. Tra i pali degli azzurri c'è il mitico Dino Zoff. Il portierone della Nazionale e della Juventus indossa un paio di guanti che diventerà iconico. Lo "040" della Uhlsport che monta per la prima volta il lattice SUPERSOFT.

    guanti economici Reusch con steccheSono passati anni da quella vittoria e tanti nuovi lattici sono stati sviluppati. Eppure, il Supersoft c'è ancora e continua a essere presente in tutti i cataloghi delle aziende produttrici di guanti da portiere.

    guanti reusch neriPerché il Supersoft viene ancora usato così tanto?

    La risposta è semplice: resta un lattice più che affidabile montato su guanti non troppo costosi.

    guanti portiere supersoft plus uhlsportCon una spesa intorno ai cinquanta euro, puoi infatti acquistare un paio di guanti da poter usare in partita, senza svenarti per modelli ben più costosi.

    guanti portiere uhlsport con steccheC'è un sentito dire che ascoltiamo e leggiamo spesso. Il Supersoft è poco resistente. È un'affermazione falsa. L'usura non è più veloce di altre mescole professionali e anzi, più lenta di altre più economiche come il Soft, che tanti pensano più resistente.

    guanti evospeed pumaIl deterioramento del palmo, ci teniamo sempre a ripeterlo, è dovuto soprattutto al contatto della mano sulla terra! Non è certo il pallone a rovinarli così tanto. Con questo atteggiamento di caduta sbagliato, in due/tre mesi qualsiasi guanto sarà rovinato e retrocesso per l'allenamento. NON E' LA QUALITÀ DEL LATTICE.

    Il Supersoft prende. Prende con il sole, prende (discretamente) con la pioggia. Prende il pallone sempre. Cosa che non si può dire con lattici più economici. Pochi euro in più possono fare una buona differenza nelle prestazioni di un guanto.

    Molto spesso i produttori di guanti "artigianali" fanno vedere nei loro video che il pallone si "incolla" ai loro guanti, quasi come fosse un miracolo. Ti garantisco che con il Supersoft questa cosa succede da sempre. Basta inumidirlo, aspettare qualche minuto e... magia!

    Il nostro è un piccolo trattato di difesa di un "monumento" della storia dei portieri, bistrattato e non considerato come invece dovrebbe.

    Se vuoi vedere alcuni modelli che lo usano, subito a seguire troverai un elenco di alcuni guanti presenti sul nostro Store Portierecalcio.it!

    Rispettiamo e onoriamo il papà di tutti i lattici professionali moderni. Fallo anche tu e ci darai ragione!


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • I CINQUE errori che fai quando compri i guanti da portiere!

    errore portiereLa nuova stagione è iniziata, le vacanze sono finite e tu ti prepari, indipendentemente dal fatto tu sia un professionista o l'ultimo dei dilettanti, ad affrontare un nuovo campionato, pronto a difendere i tuoi pali e a soffocare l'urlo del gol ai tuoi avversari.

    E' il momento di scegliere i guanti da portiere che porterai per la prima parte della stagione, e se non segui il nostro blog, la nostra pagina Facebook e il nostro forum, sono certo che NON COMPRERAI quelli più adatti a te.

    Oggi voglio spiegarti CINQUE errori più gravi che fai, quando acquisti i tuoi guanti. Mettiti comodo. Sarò molto diretto e un po' rude, ma lo faccio per il tuo bene!

    • "Li compro perché sono i guanti di Buffon, Neuer, Casillas, Lloris, Reina, Handanovic, Donnarumma o Pincopallino!!!!"

    Ho citato uno dei tuoi idoli? Ne sono certo. Alcuni sono anche i miei, ma non è assolutamente detto che il guanto indossato dal tuo portiere preferito possa essere anche quello più adatto a te. Se poi è così sono certo sarai doppiamente contento! Più sotto ti spiegheremo il perché. Continua a leggere.

    • "Li compro perché sono dell'Adidas, di Nike, della Puma, del marchio più famoso del mondooooh!!!!"

    Alt! Non voglio sminuire i marchi che ho citato, che fanno ottimi guanti (all'EvoPower Super della Puma abbiamo dedicato un post su questo blog, per la sua eccellenza assoluta), ma non è assolutamente detto che i guanti di queste aziende siano migliori di altre che sono invece dedicate al 100% al nostro ruolo! Uhlsport, Reusch e da qualche anno Rinat fanno dei guanti fantastici, ANCHE per le superfici più infami come la vecchia erba sintetica (quella che ti graffia i guanti già solo entrando in campo...) e la terra battuta!

    • "Li compro perché mi piace il colore e posso abbinarli al mio nuovo completo coloratissimo/nero come una notte di black out senza luna così sarò elegantissimo in campo!!!!"

    La società ti ha dato i completi nuovi, magari non imbottiti, magari scomodissimi (ne abbiamo parlato e ne parleremo ancora in futuro, ma non è il momento), e muori dalla voglia di trovare un guanto che ti renda bello da vedere in campo per la tua mamma/morosa/tifosa preferita... e così finisci per comprare un guanto bellissimo, che dopo due partite è già inservibile e magari trasforma il pallone in una saponetta bagnata...

    • "Li compro spendendo pochi euro, perché sono furbo e voglio risparmiare!!!"

    Compreresti un paio di scarpe da ginnastica, che magari si aprono dopo due giorni di semplici camminate perché costano poco? Perché devi fare lo stesso con i tuoi guanti?
    No caro mio. Questo è l'errore più grave in assoluto! Non ti sto dicendo che devi spendere somme intorno e oltre i 100 euro per prendere i guanti da portiere migliori, ma spenderne massimo 20/25 in un negozio, dove 99 volte su 100 troverai solo i modelli economici in taglie improponibili, significa mettere a rischio le tue mani a ogni parata.

    • "Li compro nel negozio di articoli sportivi perché non mi fido di internet!!!"

    Questo errore è parente stretto di quello più sopra. E' praticamente impossibile che tu possa trovare guanti professionali nei negozi di articoli sportivi della tua città, fossero anche i più specializzati! Tanti nostri clienti vivono nelle grandi città (Milano, Napoli, Torino, Roma...) dove con pazienza e un po' di fortuna, FORSE potrebbero trovare qualcosa di decente, ma si fa davvero prima a venire da noi e scegliere tra più di cento guanti diversi... e se non vuoi pagare online, puoi pagare alla consegna del pacco al corriere, in modo da essere tranquillo al 100%!

    Quindi? Cosa puoi fare per evitare questi errori che nella tua carriera da numero 1 hai SICURAMENTE FATTO?

    Comincia a seguirci sul nostro blog, dove ci stai leggendo ora!

    Periodicamente pubblichiamo approfondimenti, schede e riflessioni sui nostri prodotti, analizzandoli come faresti tu con le dovute informazioni!

    Leggi tutte le schede sul nostro store Portierecalcio.it.

    Curiamo in maniera maniacale tutti i dettagli, spiegandoti pregi, difetti e caratteristiche di ogni guanto, indicandone l'uso più adatto per il terreno di gioco e l'uso che ne devi fare! Ah, ci sono anche le recensioni dei nostri clienti, così, se non ti abbiamo convinto, potrai leggere il parere di chi ha già comprato!

    Segui la nostra pagina Facebook!

    Avrai subito notizie sulle ultime novità e potrai così arrivare prima di tanti altri portieri come te, che aspettano i nuovi prodotti.

    Guarda i video!

    Li trovi nella descrizione dei guanti, se lo abbiamo registrato e sulla nostra pagina Youtube! Durano poco, così non ti annoiamo, ma ti spiegano tutto quello che vuoi sapere, senza se e senza ma!

    NON AVER PAURA di fare domande! Ci puoi contattare sul sito, commentando o mandando messaggi privati sulla pagina Facebook ufficiale. Ti aiuteremo a non fare i CINQUE errori che ti abbiamo descritto all'inizio di questo post e ti aiuteremo a parare in tutta sicurezza e comodità!

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Che guanti da portiere usa Lloris?

    llorisIl portiere della nazionale francese e del Tottenham Hotspurs Hugo Lloris protagonista dei Campionati Europei di Francia 2016 usa guanti Uhlsport e dell'azienda tedesca ne è anche il primo testimonial nel mondo.

    La versione degli Eliminator indossata dal fuoriclasse di origine catalana è la Supergrip 360 Cut, che è da lui utilizzata senza alcuna modifica o personalizzazione e quindi è uguale a quella in vendita presso il nostro Store Portierecalcio.it.

    I guanti Eliminator Supergrip 360 Cut montano il lattice Supergrip che in questa stagione sportiva si è contraddistinto come uno dei migliori in assoluto per presa sul pallone e resistenza all'usura, superiore a tutti gli altri lattici di qualità professionale attualmente in commercio.

    Hugo Lloris indossa i guanti da portiere Uhlsport Eliminator Supergrip 360 Cut

    Guanti portiere Sirigu

  • Perché l'evoPOWER Super Puma è un guanto da portiere speciale

    puma-super-blogNon lo si vede molto in campo, eppure è uno dei migliori guanti da portiere professionali disponibile attualmente sul nostro sito ecommerce. Sulla scheda del prodotto, alcuni nostri acquirenti hanno scritto recensioni più che positive. E' quindi il caso di accendere e puntare i riflettori sugli evoPower Super della Puma!

    Le Caratteristiche del guanto

    Lattice Elite Grip spesso ben 4 millimetri di primissima qualità, così come i tessuti, il palmo realizzato con il taglio Hybrid, che protegge indice e mignolo, lasciando più leggeri medio e anulare per una maggiore flessibilità e un dorso completamente imbottito e costruito in modo da accompagnare naturalmente la chiusura del pugno e la naturale apertura delle dita in distensione. Non ci sono più le stecche, rispetto alle precedenti edizioni, ma non ne sentirai assolutamente la mancanza. La mano resta assolutamente protetta.

    Provandolo personalmente, ho subito amato questo guanto, anche perché graficamente molto bello e usandolo più volte su un sintetico di nuova generazione un po' consumato nell'area piccola non ho riscontrato eccessiva usura del lattice, che dopo un mese e mezzo è quasi integro.

    Non ti ho ancora convinto? Sappi che Gianluca Vivan portiere professionista con trascorsi in Lega Pro lo usa regolarmente e la scorsa stagione ha conquistato la coppa Titano (campionato Sanmarinese), che gli permetterà di esordire nell'Europa League!

    Ti mostro anche un video in cui Francesco ti spiegherà per bene tutte le caratteristiche di questi guanti da portiere!

     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Perché usare i guanti Reusch Re:pulse R2 Ortho Tec durante il ritiro precampionato

    r2otbloggrande

    Se sei tra i tanti che visitano il nostro blog, sai già che noi di Portierecalcio.it, non ci limitiamo a vendere guanti da portiere, ma cerchiamo sempre di consigliare il modello più adatto alle tue personali esigenze, valutando la presa (il requisito fondamentale!), la misura, la protezione offerta e la sua resistenza all'usura in base al terreno.

    Molto interesse ha raccolto il nostro post sui guanti da portiere per il ritiro precampionato, dove abbiamo consigliato alcuni guanti adatti a resistere alla massacrante preparazione estiva. Tra questi, un paio merita un approfondimento: il Re:Pulse R2 Ortho Tec prodotto da Reusch.

    Il beneficio

    Stecche su tutte le dita, il miglior lattice per resistenza, una presa più che buona sull'asciutto (sufficiente sul bagnato) e una struttura sul dorso resistente anche più dello stesso palmo, fanno si che l'R2 Ortho Tec sia la prima scelta in assoluto per chi si appresta a ripartire e affrontare lunghe e ripetitive sessioni di allenamento.

    Continua a leggere

Oggetti 1 a 10 di 61 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 7
Presenti su Google+