Guanti

  • Beach Soccer: quale attrezzatura e quali guanti da portiere?

    WhatsApp-Image-20160531Aggiornato l'1 giugno 2016!

    Nel corso del periodo estivo, ci giungono diverse domande su cosa indossare e soprattutto quali guanti da portiere indossare per una partita di beach soccer.

    Con il passare degli anni, questa disciplina sportiva molto divertente, ha guadagnato sempre più credito tra gli appassionati di calcio, anche grazie ad un'adeguata copertura televisiva ed un piccolo movimento sempre più organizzato.  Terreno fertile dove tanti bambini e ragazzi passano del tempo in spiaggia a correre dietro al pallone.

    Averlo regolamentato è stato il primo passo verso il successo. Con le proprie peculiarità - il rimbalzo condizionato dalla sabbia e il gioco al volo decisamente spettacolare - si è immediatamente distinto sia dal calcio normale che da quello a 5. Entrambe le caratteristiche, influiscono sul comportamento del portiere.

    Innanzitutto, è impossibile giocare su campi sabbiosi perfettamente uniformi. Il rimbalzo casuale è la prima insidia per chi gioca in porta e l'attenzione sul pallone in avvicinamento deve essere massima. Tempi di reazione immediati ed esplosività sono requisiti fondamentali per aver successo. Le stesse entrano in gioco nel gioco al volo, spesso altrettanto imprevedibile. Se sei particolarmente statico e poco propenso al tuffo e alle uscite, il beach soccer potrebbe non essere la derivazione dal calcio più adatta alle tue caratteristiche (decisamente meglio il calcio a 5). Fortunatamente, provare è facile (una sabbia e due pali immaginari bastano) e non ci vorrà molto a capire se la sabbia in faccia, il caldo e il sudore copioso, nonché la vista del mare, saranno deterrenti sufficienti a farti proseguire.

    Ok, ma i campi che vedete in TV non sono mica quelli che si trovano sulle nostre spiagge. Veri o creati sul momento, il sasso (o peggio ancora lo scoglio...) potrebbe aspettarci a pochi centimetri di profondità (io un po' d'anni fa ho levigato così uno stinco...). Questo è sufficiente per farci mettere delle protezioni? Direi proprio di no. In questi casi, un piccolo rischio si può correre, data l'estrema morbidezza del terreno. Una maglietta a mezze maniche e un pantaloncino non imbottito vanno bene. Non vorrai mica svenire sotto il caldo opprimente a cui ormai sembriamo essere condannati.

    Ma i guanti? Se ci hai fatto caso, praticamente tutti i portieri li usano. Sì, è vero che il pallone sia più leggero e più morbido al contatto, ma ci sono tanti motivi per doverli indossare. Quali?

    • - Le traiettorie imprevedibili sulla sabbia, con il rischio di infortuni alle dita (insaccature, slogature o fratture delle falangi);
    • - Il sudore, che sia sulle proprie mani o sul pallone. Inevitabilmente, la sabbia riesce a trovare terreno fertile per attaccarsi e sai bene come possa diventare difficile controllare un pallone viscido e sabbioso.

    Quindi, quali guanti da portiere usare? Considerando la scarsissima usura che si ha in queste condizioni (sulla sabbia è davvero difficile che il lattice si consumi...) raccomandiamo quelli con palmi morbidi e costruzione leggera. Saranno fondamentali non solo in fase di parata, ma anche durante i rilanci, davvero importanti per costruire la fase offensiva.

    Qualche consiglio? Ecco tre paia di guanti perfetti per parare in tutta sicurezza sulla sabbia!

    spartanproblogSpartan Pro: l'eccellenza per il Beach Soccer! Creato in collaborazione con il portiere della nazionale Stefano Spada, è il guanto che risponde a tutti i bisogni del portiere che gioca sulla sabbia. Prima scelta senza pensarci due volte!

    softcompetitionblogEliminator Soft HN Competition: un guanto Uhlsport ideale per il calcio in spiaggia. Vestibilità attillata per avere la massima sensibilità sul pallone più leggero e zone di traspirazione ridotte al minimo, per non trovarsi troppa sabbia assorbita dal guanto.

    evospeed1blogevoSPEED 1.4: guanto leggerissimo, ma non per questo meno protettivo degli altri. Se non sopportate il caldo, e giocando sulla sabbia sotto il solleone, sarà normale averci a che fare, manterrà le vostre mani il più possibile asciutte e fresche. La presa è davvero ottima, grazie al lattice spesso 4 mm Elite Grip. E' disponibile anche in arancione e arancio-blu (versione "tricks" per collezionisti).

    Ti ricordo che Portierecalcio.it è sempre a disposizione per risolvere tutti i tuoi problemi e permetterti di parare su qualunque superficie di gioco in tutta sicurezza e comodità. Vuoi saperne di più? Iscriviti al sito! E' gratis e avrai accesso a tantissimi vantaggi!

  • Reusch: analisi del sistema DUO (TM)

    Il sistema DUO(TM) della Reusch è sicuramente uno dei metodi migliori per coniugare in un guanto da portiere ammortizzazione nell'impatto con il pallone e sensibilità in fase di presa.

    Sappiamo benissimo infatti che molto spesso ci troviamo a che fare con guanti dove le dita, appoggiando sulla tela, scivolano via al momento della parata, rendendola di fatto più difficile e facendo diminuire in maniera importante la sensazione di contatto.

    Grazie al lattice supplementare ondulato, inserito a contatto con la mano, Reusch con il sistema DUO(TM) risolve questo problema. La mano, sudando, si incollerà letteralmente a questo strato, fondendosi con la struttura e ciò, come già scritto su, oltre a garantire anche una maggior ammortizzazione sui tiri più forti, incrementerà in maniera esponenziale il feeling sul pallone, senza però penalizzare assolutamente la libertà di movimento in fase di chiusura del pugno!

    Per chi volesse provare questa tecnologia (e credetemi, una volta fatto, non ne farete più a meno!), i modelli che adottano questo sistema sono attualmente il Duo Pro Bowl e il Duo Aqua Keeper. Scoprirete che, se lo usano Julio Cesar dell'Inter, Rubinho del Genoa, Gianello del Napoli e tanti altri portieri professionisti, un motivo c'è....

  • Reusch e Uhlsport: l'eccellenza dell'abbigliamento e dei guanti da portiere

    Chi come me ha vissuto anche se da bambino gli anni 80, non può non ricordare le maglie dei portieri di quel decennio, caratterizzate da look quanto meno psichedelici e da imbottiture ampie e decisamente protettive anche e soprattutto per chi le comprava e non giocava certamente sull'erba ma sulla terra battuta e sui sintetici di vecchia generazione, tristemente noti per le bruciature che lasciavano sui gomiti e sulle ginocchia.

    Allora le due ditte che dominavano il mercato erano Uhlsport (un modello è indossato da Stefano Tacconi nella foto) e Reusch, che potevano permettersi di vestire interamente gli estremi difensori di A, B e in qualche caso di C1 dalla testa ai piedi e non solo come oggi solo con i guanti.

    Con il passare del tempo, i fornitori delle squadre hanno imposto anche ai portieri il loro materiale tecnico, e quindi si è smesso di ricercare miglioramenti su questi tipi di prodotti, complici gli stessi numeri 1, che hanno cominciato a indossare maglie a mezze maniche, eliminando le protezioni, arrivando anche a indossare la muta di riserva della squadra.

    Fortunatamente Reusch non ha smesso di concentrarsi esclusivamente sull'abbigliamento e sui guanti da portiere, e passato un momento di crisi, è tornata più forte che mai offrendo una serie di prodotti di altissima qualità e a un prezzo davvero competitivo, facendola confermare insieme a Uhlsport come la migliore ditta in questo settore.

Oggetti 61 a 63 di 63 totali

Pagina:
  1. 1
  2. ...
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
Presenti su Google+