Portierecalcio.it

  • 15 consigli per giocare in porta e divertirsi

    pallone campo calcettoQuesto articolo è rivolto a chi si ritrova a giocare in porta saltuariamente. Sappiamo bene quanto sia raro trovare il mitologico portiere fisso, spesso invocato e citato in video e articoli ironici.

    Capita spesso che si arrivi al campo e si scopra che i propositi di fare dieci gol, fornire assist di tacco o lacerare le caviglie degli avversari, svaniscano d'incanto per fare spazio a quello che non non avresti mai pensato: evitare di prendere gol.

    Perché il portiere non c'è

    Quali sono i motivi che portano più spesso a questa situazione?

    Il portiere è un essere umano come tutti e può avere qualche impedimento che non gli consenta di giocare.

    Può essere il classico bidone senza motivo (che al portiere si perdona più facilmente, perché guai a perderlo...)

    Può capitare un infortunio che si protrae e costringe a saltare l'appuntamento.

    Ci sono altre ragioni più che valide e che cambiano a seconda dell'età. Lo studio, un lavoro non concluso o un cambio di turno, servizi per i figli, o una compagna di relazione che ha deciso che tu non debba giocare per oscuri motivi.

    C'è un'altra condizione che può portare qualcuno in porta, anche in presenza di un portiere fisso: la partita che va a 'buone donne'. In tali situazioni, se il portiere si sta annoiando, può chiedere o pretendere di cambiare ruolo con qualcuno. Solitamente, qualche compagno altrettanto scazzato, gli dà il cambio, ma potrebbe capitare che non ci sia nessuno ben disposto a cedere il posto.

    L'ultima che prende ancora in considerazione il portiere, è che si faccia male e non riesca a stare in porta, neanche giocando da fermo.

    Tocca a te stare in porta

    Sei il prescelto. Gli altri pensano debba essere tu il portiere, magari con scuse del tipo: "Dai, te la cavi in porta, hai le movenze, io ho il gomito che fa contatto con il piede, sono cieco, non posso sporcarmi le mani" etc.

    Credo sia il caso di leggere questi consigli che potrebbero esserti molto utili. Non diventerai un campione, ma eviterai di fare brutte figure. O addirittura innamorarti di questo ruolo e decidere di farlo un po' più seriamente. 

    1. Non prenderti sul serio. Che tu vada in porta per caso o ci giochi abitualmente, non sei un professionista. Gli errori fanno parte del gioco, anche se possono costare il gol.

    Ci sono i difensori che sbagliano il tempo di un contrasto, i centrocampisti che passano male e non coprono e attaccanti che si divorano facili occasioni. Siamo pari tra pari (o pali...).

    2. Non subire passivamente le critiche. Non farti sopraffare dagli sfottò o dai rimbrotti degli altri. Non sei pagato per parare. Divertiti. Usali come stimolo per migliorarti. E se proprio non resisti, cambia gruppo. Non ti meritano. Continua a leggere

  • I nuovi guanti Uhlsport 2015 e il lattice Supergrip

    Il nuovo lattice Uhlsport SupergripTempo di nuove uscite per Uhlsport. Dopo l'annuncio fatto nei mesi scorsi, la nuova linea Ergonomic e altre paia di guanti sono finalmente disponibili. Modelli storici che si rinnovano e innovano come da tradizione dell'azienda tedesca, sempre attenta a proporre innovazioni nel settore.

    Questa volta è il turno del nuovo lattice Supergrip. Una mescola che migliora il grip in condizioni asciutte e la resistenza all'abrasione. Frasi non scritte per mera promozione, ma frutto di un test durato qualche mese.  Questa è la sintesi di Gaspare: "La mescola è davvero innovativa, flessibile ma densa, lavorata con inserti che ne "macchiano" il caratteristico colore arancio, adesiva quasi come lo storico APG e resistente come il D1 Reusch. Ad oggi il palmo è praticamente intatto, nonostante il contatto con sintetici non più nuovi". La foto che segue è altamente indicativa.

    I guanti Uhlsport Supergrip usati

    La nuova mescola è disponibile su due modelli, l'Ergonomic 360 Supergrip Bionik X-Change e l'Ergonomic 360 Supergrip HN. In cosa consiste esattamente la dicitura 360? E' la particolare forma data alle cucitura delle dita. Non un semplice taglio classico con cuciture esterne, ma avvolgente sino a coprire una parte del dorso. Il risultato è una maggior superficie di lattice e una calzata più massiccia e compatta sulle dita. Cosa cambia tra i due modelli? Gli appassionati Uhlsport avranno riconosciuto nel primo la presenza del sistema di protezione alle dita Bionikframe. In questo modello la struttura può essere rimossa e resa più rigida (in ogni singolo dito) con dei cappucci flessibili. Il secondo, pur restando mediamente massiccio, è certamente più leggero e aderente, anche per il taglio negativo delle dita.

    Ergonomic 360 Supergrip Bionik X-Change Ergonomic 360 Supergrip HN
    Ergonomic 360 Supergrip Bionik X-Change Ergonomic 360 Supergrip HN

    Continua a leggere

  • Analisi del video di presentazione dei guanti Adidas Ace Zones Pro

    Guanti portiere Adidas Ace Zones ProAdidas ha pubblicato un video in cui presenta i guanti da portiere Ace Zones Pro, modello indossato dai portieri professionisti a partire dalla prossima stagione, con il debutto tra le mani di ter Stegen in finale di Champions League.

    Un paio di guanti che si rinnova rispetto alla precedente versione e lo fa in diversi aspetti. Analizziamo il video, in inglese, per scoprire tutte le novità. Ovviamente non c'è bisogno di commentare la scelta cromatica, evidente e decisamente diversa alle ultime due versioni del Predator.

    Palmo bicolore dei guanti Adidas Ace Zones Pro

    Iniziamo con il focalizzarci sul palmo, in due colori, giallo e nero. Viene evidenziata la scelta di unire assieme le due colorazioni, abbandonando quanto visto sul Predator, dove le zone diversamente colorate erano cucite e sovrapposte su ogni singolo dito. Si accenna a presunti vantaggi in fase di presa e ammortizzazione, ma non immaginiamo a vantaggi così evidenti, limitandosi esclusivamente ad una scelta tecnica non impattante. Continua a leggere

  • Arrivano i draghi sui guanti da portiere Puma

    buffon con i guanti evopower grip 2 dragon

    Il mese di maggio è l'occasione di Puma per lanciare una particolare colorazione dei due modelli principali delle loro collezioni evoPOWER ed evoSPEED. Due scelte grafiche ispirate ai dragoni della mitologia giapponese. La estrosa scelta grafica è evidente soprattutto sull'evoSPEED 1.3, ricoperto quasi interamente sul dorso da un drago fiammeggiante di colore verde. Meno estrema, invece, la scelta sull'evoPOWER Grip 2, indossato come sempre da Gianluigi Buffon. Un rosso molto acceso con semplici richiami verdoni.

    evoSPEED 1.3 Dragon evoPOWER Grip 2 Dragon

    Le caratteristiche tecniche dei due guanti restano immutate. C'è la percezione nel Grip 2 che il guanto sia stato costruito leggermente più leggero, rendendolo maggiormente adatto per l'uso nei mesi estivi.

  • Uno sguardo ai primi guanti da portiere Rinat del 2015

    Guanti portiere Rinat Asimetrik Pro 2015

    Il 14 aprile è diventata la data in cui viene celebrato il giorno internazionale del portiere, ricorrenza istituita da Rinat in ricordo di Miguel Calero, portiere messicano deceduto nel 2013.

    Quest'anno è stata anche l'occasione per l'azienda messicana, di presentare la prima parte della collezione 2015 di guanti da portiere. Un'anticipazione era arrivata già qualche giorno fa con il modello Imperator, nuovo prodotto con taglio rollfinger che sarà disponibile nel corso delle prossime settimane. Due colorazioni, una più classica, nera e gialla e l'altra più caratteristica, in bianco e con lattice rosso e verde chiaro.

    Imperator Pro rosso verde Imperator Pro giallo nero

    Tutte le altre novità, come già anticipato, sono state presentate assieme con alcuni ritorni e delle novità assolute. Iniziamo da quest'ultime con l'Egotiko Pro, guanto molto particolare con taglio ibrido rollfinger e negativo, slanciato e destinato a un uso professionale. Quattro varianti di colore e alcuni dettagli caratteristici come il polsino in neoprene e il dorso imbottito. Non mancherà la versione replica, sempre in quattro colorazioni, con lo stesso taglio ibrido, ma lattice adatto al sintetico e terreni in terra. Continua a leggere

  • Confronto tra i Reusch Receptor Pro G2 e Waorani Pro G2

    Se vi è capitato almeno una volta di chiedervi cosa cambiasse tra due prodotti di collezioni diverse o anche della stessa linea, questa nostra nuova rubrica potrà sicuramente aiutarvi e rendervi più informati nelle vostre decisioni di acquisto. Sul nostro sito s'intende :)

    Le due prime paia di guanti che compareremo sono il Receptor Pro G2 ed il Waorani Pro G2. Versione conosciutissima del modello Reusch più indossato dai portieri di Serie A, senza stecche di protezione alle dita e con calzata classica.

    Waorani Pro G2 Waorani Pro G2

    COSA CAMBIA
    I due modelli restano molto simili tra loro. E' evidente il cambio grafico della nuova collezione, anche se il colore principale resta il verde. La tonalità è diversa e personalmente la trovo più gradevole nel contesto grafico generale del guanto (che ricorda lo stile di Matrix).

    La costruzione del guanto è quasi del tutto simile. Immutato il lattice G2 Ultrasoft, il migliore Reusch e tra i migliori in assoluto tra quelli professionali. Sempre taglio con cucitura esterna su tutte le dita. Sono però presenti due piccole modifiche. La prima è sul pollice. Come si vede bene dalle foto, il dito è stato parzialmente rivisto, rendendolo tondeggiante sul Receptor e più omogeneo. Il risultato ottenuto è percepibile anche una volta indossati i guanti. Modifica promossa.

    Waorani Pro G2 Waorani Pro G2

    La seconda novità è sul mignolo, dove è stato radicalmente rivisto il Keep Control. Nel Receptor, la parte di lattice è stata notevolmente ridimensionata, limitandosi ora a coprire una piccola porzione del fianco del dito. La modifica è stata accolta con molto piacere, perché il lattice tendeva ad irrigidire eccessivamente il mignolo, rendendone difficoltoso il movimento.

    mignolo waorani mignolo receptor

    Il dorso ha una piastra in lattice resistente, decisamente diversa tra le due versioni. Per comodità, anche in questo caso preferiamo quella del Receptor, sebbene il Waorani resti altrettanto comodo. Si tratta di piccoli particolari che si avvertono solo flettendo la mano all'indietro. Immutati struttura e materiali del cinturino.

    CONCLUSIONE
    Il Receptor Pro G2 è la naturale evoluzione annuale del modello della collezione precedente. Piccole novità tecniche e un deciso cambiamento grafico che lo rendono sempre una delle migliori scelte (se non la migliore) per i portieri che vogliono un ottimo paio di guanti professionale da indossare in qualsiasi occasione.

    p.s. Per ulteriori dettagli e caratteristiche, vi rimando alle schede dei prodotti (cliccabili sui link azzurri).

  • Perché è meglio indossare maglie da portiere imbottite

    buffon in pausa allenamento

    E' uno degli argomenti più discussi con i nostri clienti al telefono, in chat, sui social e sul forum e ho già avuto altre occasioni per parlarne anche sul blog.

    Non sarà, perciò, la prima volta che scrivo qualcosa sulla maglia da portiere tradizionale, quella con le protezioni sui gomiti (e a volte anche da altre parti). Bistrattata da molti professionisti, che molto spesso preferiscono la versione con la mezza manica o la manica lunga non imbottita, perché garanzia di una maggiore libertà di movimento, cosa che la protezione impedirebbe parzialmente.

    Mi ripeterò per l'ennesima volta, ma la libertà di movimento ottenuta è più immaginata che reale. Una buona maglia, della giusta misura e ben progettata, non impedirà di arrivare velocemente su un pallone insidioso e in più vi garantirà una maggiore tutela del vostro gomito, parte sottovalutata tantissimo ed invece, tra le più delicate del corpo umano.

    Certo, un professionista è pagato per stare tra i pali e se preferisce evitare di proteggersi in partita, è liberissimo di farlo. Eppure sono tanti quelli che hanno dovuto far ricorso ad interventi chirurgici (Julio Cesar e Morgan De Sanctis giusto per citare due casi) e che poi hanno deciso di indossare delle gomitiere speciali per tutelare la parte precedentemente danneggiata. Continua a leggere

  • I primi colori 2015 per i guanti evoPOWER ed evoSPEED Puma

    Guanti Puma evoPOWER 2015

    E' arrivato il momento di vedere al completo, cosa offre Puma per la prima parte del 2015. Nessuno stravolgimento nei modelli, ma due importanti novità che presentiamo immediatamente.

    Iniziamo con un nuovo modello della linea evoPOWER, il Grip 2 Aqua, paio di guanti classico e senza stecche con lattice da bagnato. Per secondo, ma non meno importante, la presenza negli evoPOWER Super, del sistema FlexTec, l'innovativa tecnologia di stecche protettive alle dita, che per quanto pubblicizzata anche sugli altri steccati, è ad appannaggio del solo modello Super.

    Disponibile anche la nuova colorazione degli evoSPEED, ora rosso accesi. Sempre due modelli, uno più estremo e particolare, l'1.3 e l'altro più classico, il 3.3, ma comunque particolare ed interessante per gli amanti dei modelli molto leggeri e fascianti.

    E gli altri evoPOWER? Oltre al già citato Super, sono presenti altri tre modelli con stecche protettive, ognuna per una diversa fascia di prezzo. Il Protect 1, l'altro con stecche estraibili e sul pollice, il Protect 2 con il lattice Graphite Plus, lo stesso di Buffon ed il Protect 3, adatto ai portieri meno interessati a modelli più costosi, ma attenti alla prevenzione di fastidiosi traumi alle dita. Continua a leggere

  • I guanti Uhlsport per la prima parte del 2015. Nuovi Eliminator e Fangmaschine

    Lloris con gli Uhlsport Eliminator Absolutgrip

    Linea che vince non si cambia (almeno per un anno). E' questa la regola usata spesso da Uhlsport, che ripropone nel 2015, versioni rinnovate nei colori, sia della nuova linea Eliminator, che della storica Fangmaschine. Due tipologie di guanti da portiere molto diverse tra loro, accomunate dalla solita cura dei particolari a cui ci ha sempre abituato Uhlsport, indipendentemente dal livello del guanto proposto, che sia professionale o per uso amatoriale.

    Iniziamo con gli Eliminator. Sono otto modelli, di cui due steccati. Il colore principale è un azzurro chiaro rinominato Iceblue. Una scelta apparentemente simile a quella del 2014, ma che si differenzia nella sostanza con la scelta di colorare il palmo con la stessa tonalità del dorso. Il risultato è davvero apprezzabile e i dettagli gialli e neri migliorano ulteriormente la resa finale. Il top di gamma è l'Eliminator Absolutgrip, realizzato con altissima cura per i particolari. Palmo leggermente sagomato, cuciture lavorate, inserti in morbido lattice su lati delle dita, dorso imbottito, polsino in neoprene e cinturino parzialmente elasticizzato. Tanti dettagli che lo differenziano dal resto della collezione e lo rendono unico. Segue l'Eliminator Absolutrip HN, modello, come dice il termine HN, con taglio parzialmente negativo delle dita, pollice compreso. Cosa cambia oltre alla costruzione del palmo? Vengono usati materiali più comuni per il rivestimento delle dita, così come il polsino ed il cinturino, non elaborati come nel caso dell'altra versione. Si passa poi all'Eliminator Supersoft, classico nel taglio piatto e nella costruzione generale. Un paio di guanti perfetto se non si vuol spendere troppo e comunque professionale. Ultimo dei modelli senza stecche di protezione è l'Eliminator Soft, la versione per uso esclusivamente amatoriale, con lattice Soft e una costruzione più essenziale. Continua a leggere

  • Preparando i nuovi video sui guanti da portiere

    Una foto scattata questa mattina che vede il tavolo invaso da diverse paia di guanti da portiere che saranno protagonisti dei nostri prossimi video. Tra i modelli, spiccano gli Eliminator Absolutgrip, gli evoPOWER Grip 1 ed i Re:ceptor Pro Duo G2. Assieme a tanti altri.

    Le pubblicazioni le troverete come sempre sulla nostra pagina Facebook e sul canale Youtube, nonché direttamente sul sito, nelle descrizioni dettagliate dei prodotti.

Oggetti 21 a 30 di 124 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 13
Presenti su Google+