Reusch

  • Come togliere le stecche dai guanti Reusch... e reinserirle

    La rimozione delle stecche, quando possibile, è un'operazione che può portare via molto tempo, soprattutto nel caso dei guanti Reusch. Il sistema Ortho Tec, infatti, vuoi per la struttura particolarmente robusta, vuoi per il sistema di ancoraggio realizzato con il velcro, è sempre stato uno dei più ostici da estrarre.
    Finalmente, l'azienda tedesca è venuta incontro alle richieste dei suoi clienti, stufi di ricorrere a sistemi 'estranei' come penne, matite, righelli o altro, aggiungendo nelle confenzioni dei nuovi Keon Pro Duo M1 Ortho Tec e Keon D1 Ortho Tec, una bacchetta in plastica che rende l'operazione di rimozione e reinserimento delle stecche, facile e alla portata di tutti.

    Dal video si evince chiaramente la facilità dell'operazione. Che altro dire, se non che ora la scelta di quali stecche eliminare e quali tenere, non dovrà più tenere in conto la difficoltà di esecuzione, ma solo ed esclusivamente delle vostre esigenze.

  • Reusch leader in Serie A e sempre più italiana

    sirigu e consigli portieri reuschRipresi i campionati, i nostri occhi da appassionati (prima che venditori) hanno scrutato attentamente i guanti indossati da i portieri più conosciuti. Pur essendo a conoscenza di alcuni movimenti, la curiosità nel vedere questi cambiamenti era tanta. Difatti, chi non è rimasto sorpreso nel vedere Sirigu con i guanti Reusch (Magno)? Ancora libero da vincoli, il portiere del Palermo e della nazionale, ha deciso di utilizzare i guanti dell'azienda tedesca. Stessa scelta, seppure in B, è stata fatta da Consigli, non più con materiale Lotto.

    Con l'acquisizione di Sirigu, Reusch arriva a coprire ben otto portieri di A su venti (Abbiati, Agazzi, Andujar, Julio Cesar, Mirante, Muslera, Sirigu, Viviano), a tutti gli effetti un piccolo dominio che si ripercuote anche sulle nostre vendite. Altri marchi storici come Uhlsport, invece, non sfruttano la visibilità avuta con i Mondiali (De Sanctis e lo stesso Sirigu con i Fangmaschine Sud Africa, praticamente dei Pro Comfort Textile in altra colorazione) e rimangono con Storari e Julio Sergio (visti in estate provare materiale di altre aziende...), Gillet, Sereni e Handanovic. Sinceramente un pò poco per un marchio che in altri Paesi, soprattutto Francia e Germania, è ai vertici del mercato del settore.

    E gli altri marchi? Puma è momentaneamente sparita in attesa del ritorno di Buffon e Boruc in panchina a Firenze non dà tutta questa visibilità... Lotto mantiene De Sanctis, Sorrentino e poi ha Antonioli che ne sta facendo uso. Adidas mantiene Frey e Nike viene usata da Rosati. La novità è Ho Soccer, indossata da Eduardo e da Curci (scaduto il contratto con Puma, sta indossando un pò di tutto).

    Le novità sono sempre dietro l'angolo. Ricordiamo la scorsa stagione il passaggio di Marchetti a Tepa Sport (sicuramente non contenta della situazione del portiere cagliaritano). Ce ne saranno anche questa volta? Difficile dirlo, ma la situazione del mercato italiano lascia aperte tutte le possibilità.

  • Consigli e valutazioni sugli short protettivi Reusch e Uhlsport

    sottopantaloni protettivi imbottiti reuschSi torna a dare utili consigli per l'inizio della nuova stagione. Dopo aver consigliato il Magno Pro Duo Bowl, guanto sostanzialmente identico a quello usato dai portieri sponsorizzati Reusch in Italia, oggi è il turno degli short da allenamento e da partita.

    Borsiti e indolenzimenti vari sono fastidi che possono mettere a repentaglio gli allenamenti in un periodo fondamentale per l'avvio dei campionati e dei tornei, quando con la preparazione e il ritiro precampionato esercizi ripetuti quotidiani sollecitano i fianchi degli estremi difensori, ma con l'abbigliamento adeguato, le possibilità che queste si presentino, diventano molto più basse.

    Sono molte le domande che ci vengono poste su questa tipologia di prodotto. Le più ricorrenti sono:

    • è utile anche su campi in erba?
    • la vestibilità è attillata?
    • devo prendere una misura in meno rispetto all'abbigliamento che indosso sopra?
    • posso usarlo senza indossare altro sopra?
    • impedisce i movimenti?
    • posso usarlo in partita?

    Vale la pena rispondere singolarmente:

    • short protettivi uhlsport tightè utile anche su campi in erba?

    • Sì, perché esercizi con molte ripetizioni sollecitano i fianchi, indipendentemente dalla durezza del terreno.
    • la vestibilità è attillata?

    • Sì, tutti gli indumenti di questo tipo vestono mediamente aderenti.
    • devo prendere una misura in meno rispetto all'abbigliamento che indosso sopra?

    • Dipende, perché di base consigliamo la misura abituale (io indosso pantaloni L e short L), ma c'è chi preferisce una taglia in meno per averli ancora più aderenti. Il rischio, però, è di romperli molto più facilmente.
    • posso usarlo senza indossare altro sopra?

    • Sì, i materiali usati ne consentono l'uso a diretto contatto con il terreno. Certo, non tutti i prodotti sono fatti con gli stessi materiali e la terra battuta non è tenera nemmeno con i materiali più resistenti...
    • impedisce i movimenti?

    • Non più di tanto, o meglio non più di quanto farebbe qualsiasi altro indumento. Se proprio pensate che possa infastidirvi, puntate su una misura più grande.
    • posso usarlo in partita?

    • Sì, nessuno vieta di usarli anche in partita. E' una scelta personale che dipende esclusivamente dalle proprie abitudini. C'è chi vuole la massima protezione sempre e chi, invece, in partita preferisce essere più libero.

    Sintetizzando queste risposte, l'utilità di questo tipo di indumento è innegabile e i vantaggi fisici e prestazionali sono tali da giustificare ampiamente la spesa da sostenere. I modelli sono diversi e vanno incontro a tutti i diversi tipi di esigenze e gusti personali. Al momento della stesura di questo pezzo, forniamo materiale Reusch e Uhlsport, mentre è previsto l'arrivo di materiale specifico Under Armour entro la fine del 2010.

    Reusch

    • Il Neoprene Short Pro è realizzato interamente in neoprene con spesse imbottiture in spugna molto compresse. Il pantaloncino veste più comodo sulla parte inferiore per evitare che le cuciture stringano eccessivamente sulla pelle.
    • Il Guardian Short Pro presenta imbottiture in spugna spessa sui fianchi e la zona lombare. In aggiunta una fascia in spugna che proteggie interamente la fascia renale.
    • Il Guardian Short Lite è concettualmente identico alla versione Pro, ma le imbottiture sono posizionate solo sui fianchi. Una scelta meno 'eccessiva' che va incontro a gusti più vasti.
    • Uhlsport

      Entrambi i Tight sono in buona sostanza pantaloncini da ciclista con imbottiture sui fianchi. La nuova versione si distingue per una migliore realizzazione generale e imbottiture in schiuma PU, invece delle più tradizionali protezioni in EVA (più robusta ma meno flessibile) della versione precedente.

    Ricordo, come sempre, che tutti questi indumenti sono disponibili presso il sito di vendita online Portierecalcio.it.

  • Tecnologia tedesca, stile ITALIANO: scopriamo chi c'è dietro i guanti e l'abbigliamento Reusch

    Cari amici del blog, come sapete è fin dall'inizio della nostra attività che ci onoriamo di avere nei nostri magazzini i prodotti della Reusch, azienda tedesca considerata a ragione una delle leader nel settore dell'abbigliamento e dei guanti da portiere.

    Con il rinnovo del loro sito aziendale abbiamo scoperto con piacere, che nella squadra che si occupa di realizzare la linea destinata agli estremi difensori ci sono ben due italiani, un ragazzo e una ragazza che andremo a conoscere con la chiacchierata di oggi, e che ci racconteranno la loro esperienza lavorativa e ci riveleranno un po' di retroscena su una collezione che se per i guanti ha già raccolto consensi praticamente unanimi, per l'abbigliamento promette sorprese di assoluto rilievo.

    Come viene riportato sul sito, Sara è la persona che si occupa di disegnare l'abbigliamento (la Defender da lei ideata è stata la maglia più venduta del 2009), mentre Paolo è colui che si occupa dei guanti, e come tantissimi clienti e appassionati del marchio, preferisce il sistema Duo.

    Andiamo alle domande:

    -1:  come siete arrivati a lavorare con Reusch e come la trovate come esperienza?

    -1:  Paolo: Lavorare nel team Reusch e' un onore. Davvero. Siamo un grandissimo team fatto di persone dinamiche, sportive. Credo nel destino, quindi credo che fosse gia scritto che un giorno ci saremmo incontrati.

    -1:  Sara: un po nel destino credo anche io, lavoro con molte persone che hanno i miei stessi interessi e passioni, e' una bellissima esperienza senza ombra di dubbio

    ----------------------

    -2:  com'è lavorare in un ambiente internazionale e non prettamente italiano?

    -2:  Paolo: ahahah, rido perche' vederli spremere il ketchup sulla pasta mi fa stare male! "Cosa c'e' di strano?" rispondono."Niente" dico io, magari "Vuoi aggiungerci anche le patatine fritte?" Siamo un bel mix internazionale, omogeneo, e dinamico. Io mi sento a mio agio.

    -2:  Sara: ahah verissimo, ma come nel design dipende tutto dai punti di vista :), loro ridono quando dico "viustel" (wurstel)

    ----------------------

    -3:  le linee Raptor e Magno hanno rappresentato una decisa innovazione per quanto riguarda la grafica dei guanti da portiere. Cosa ti ha spinto a puntare su questi design?

    -3: Paolo: Beh, grazie per la parola innovazione, ma non parlerei di grafica. Direi design a 360 gradi. Raptor e Magno sono davvero dei bei progetti, degli ottimi mix tra funzionalita' e look. E come tali sono orgoglioso di loro, specialmente per il lavoro che tutti insieme gli abbiamo dedicato, e dico tutti perche' siamo un davvero team.

    ----------------------

    -4:  secondo i nostri lettori e clienti il Raptor Pro Duo, sia nella versione Ortho Tec, da noi voluta a ogni costo per il mercato italiano, sia la versione classica hanno vinto i premi come miglior guanto del 2009 nelle loro categorie. Cosa significa per te ricevere un apprezzamento del genere?

    -4: Paolo:  E' motivo di grande soddisfazione, indubbiamente. Io, personalmente, mi emoziono ogni volta che vedo un portiere con i nostri guanti, dalle categorie pulcini fino alla Champions League. Grazie a tutti i portieri che hanno scelto Reusch. Grazie davvero.

    ----------------------

    -5:  da quello che si può vedere nel catalogo 2010, disponibile su www.reusch.com avete ancora di più ampliato l'offerta dell'abbigliamento da allenamento, ma è in quello da gara che si intravede qualcosa di rivoluzionario. Cosa ci puoi raccontare di Shirt I e Shirt II (nella sua versione a 3/4) che sembrano a vista qualcosa di davvero innovativo e mai visto in questo settore.

    -5:  Sara:  Come pionieri dei guanti, cerchiamo anche nell'abbigliamento di essere sempre all'avanguardia. Sono molta orgogliosa che  i nostri prodotti abbiano ancora oggi un aspetto innovativo come allora.

    ----------------------

    -6 : facendoti i complimenti per le linee degli ultimi due anni, che hanno puntato molto sulla protezione, e per questo sono state premiate dalle vendite sul nostro sito, ti chiediamo di svelarci qualche segreto del tuo lavoro e sul come si sviluppano i progetti dalla carta al capo finito.

    -6:  Sara:  Concordo con Paolo che non posso parlare del "mio" lavoro ma di progetti discussi, rivisti, corretti, rivisitati e solo alla fine approvati da tutti noi...questo e' il segreto della Reusch.

  • Julio Cesar prova nuovi guanti Reusch?

    Un'immagine che parla da sola. Apparentemente, Julio Cesar sembra provare una nuova versione dei guanti da portiere Reusch. Potrebbe essere un prototipo, mancando il marchio sull'indice e non sembrando visibile in nessun altro punto del guanto. O magari essere un paio di una casa produttrice a noi sconosciuta (la foto risale al ritiro americano) e quindi la nostra è solo una chiacchierata sul nulla...

    julio cesar con nuovi guanti reusch

    La differenza principale, oltre che nel disegno, sembra essere nel cinturino, decisamente più grande di quello a cui siamo stati abituati ultimamente. Ah, a proposito di design, spero vivamente che l'indice sia in qualche modo coperto e non ci sia tutto quel bianco...

  • I guanti di Julio Cesar alla Confederations Cup

    julio cesar indossa i raptor pro duo megaIl Brasile ha vinto la Confederations Cup e Julio Cesar ha ancora una volta messo in mostra le grandissime capacità che lo hanno reso uno dei migliori portieri del mondo attualmente in circolazione.

    Molti di voi avranno notato che il portiere brasiliano non indossava i soliti guanti bianchi e rossi, ma una versione in colorazione nera con delle cuciture rosse. Se siete appassionati e seguite spesso il nostro blog o vedete i prodotti presenti sul sito, dovreste averli già riconosciuti. Se così non fosse, ci siamo qui noi!

    I guanti sono i Reusch Raptor pro duo mega, identici per costruzione alla versione personalizzata usata da Julio Cesar nell'Inter e già usati in Serie A da Muslera e Artur. Il lattice, come dice il nome, è il noto duo mega grip, usato da diversi portieri che militano nella massima serie italiana.

    Ah, per chi volesse sapere a quale versione si richiamano i guanti usati da Julio Cesar in campionato, sono i Reusch Raptor pro G1. Le differenze rispetto alla versione personalizzata? Lattice G1 sagomato con duraguard (che ne rallenta l'usura) e shockshield advanced sul dorso.

  • Guanti per il futsal (calcio a 5) confronto tra Puma, Reusch e Uhlsport

    I guanti a mezze dita per il calcio a 5 sono utilizzati da tantissimi portieri, desiderosi di avere la punta delle dita libere per poter effettuare rilanci quanto più precisi possibile, garantendosi però protezione sul palmo in caso di deviazione dei tiri più violenti. Andiamo quindi ad analizzare i tre modelli in vendita su Portierecalcio.it, scrivendo da subito che si tratta di prodotti molto diversi tra loro, più di quello che sembrino a prima vista.

    Il V5.08 Futsal della Puma è il guanto per chi voglia la maggiore sensibilità possibile sulla palla.

    E' leggerissimo, praticamente una seconda pelle e veste decisamente attillato, scegliendo la propria misura abituale. Il lattice è di tipo soft sul palmo, mentre è decisamente più resistente negli inserti sul dorso. Il bandage sul polso è di tipo classico, mentre sotto possiamo trovare un'apertura a strappo per una calzata quanto più comoda possibile.

    E' anche l'articolo con il prezzo più basso, quindi ideale per chi voglia provare questo sistema senza spendere grosse cifre, o per quegli estremi difensori che giocherebbero anche a mani nude.

    Il Sala Roughprofile della Uhlsport è stato progettato grazie ad appositi studi effettuati dall'azienda tedesca, che offre un palmo hardground molto resistente all'abrasione, ma dotato comunque di una buona presa sulla palla e un dorso molto resistente e protettivo, su un rivestimento attillatissimo che segue anatomicamente la mano fino al polso, dove troviamo l'inedita chiusura verso l'interno sempre con lo stesso materiale tessile del guanto, che garantisce così totale mobilità dell'articolazione.

    E' l'articolo perfetto per chi voglia un mezzo guanto resistente all'usura, grazie alle sue caratteristiche peculiari e che fasci la mano diventando tutt'uno con essa. Ottimo davvero il rapporto qualità prezzo, considerando la durata superiore alla media rispetto ai concorrenti.

    Concludiamo con lo Shortfinger della Reusch, che è quanto di più simile a un paio di guanti da portiere tradizionali. La struttura è bella massiccia e davvero protettiva, con il palmo in lattice SG - soft grip, che se ben inumidito garantisce un buon contatto sul pallone e il dorso in Soft PVC perfetto per coniugare elasticità e protezione della mano. Il bandage è di tipo classico con la fascia elastica sotto la fascia per la chiusura, per una perfetta stabilizzazione.

    Molto comodi gli inserti in tessuto ai lati dell'indice e del mignolo, perché permettono di sfilare i guanti in maniera comoda e veloce, anche con la mano sudata.

    E' l'ideale per chi ha sempre utilizzato i guanti classici e vuole provare quelli a mezze dita con un cambiamento non troppo radicale.

  • Il sistema DUO (tm) di Reusch: analisi dei vantaggi

    Sistema Duo ReuschE' uno dei sistemi più apprezzati dai portieri professionisti, una costruzione particolare del palmo, che presenta a diretto contatto con la mano e al posto della tradizionale tela, uno strato di lattice ondulato. E' il sistema DUO (tm) della Reusch, esclusiva dell'azienda tedesca, che coniuga perfettamente ammortizzazione e sensibilità in fase di presa sul pallone.

    L'ammortizzazione è garantita dallo strato di lattice (3,5  millimetri di palmo, 3 di schiuma assorbente e 2 circa del sistema duo), che assorbe completamente la velocità del pallone, anche dei tiri più violenti, oltre a ridurre notevolmente i rischi di traumi alle dita. La sensibilità è invece offerta dallo strato interno, che a contatto con il sudore, si "incolla" alla pelle, trasmettendo in tempo reale il feeling del contatto con il pallone, quasi come se questo avvenisse a mani nude.

    Sono quattro i guanti che utilizzano il DUO (tm), tutti della serie Raptor, e li andiamo a vedere con una breve descrizione:

    • Il Raptor Pro Duo Mega Ortho-tec: dotato di stecche protettive su ogni dito e singolarmente estraibili, è il guanto più protettivo della linea. Prodotto di qualità assoluta, indispensabile per chi voglia unire sicurezza e massima presa.
    • il Raptor Pro Duo Mega: il guanto utilizzato in serie A, con la grafica del Raptor Pro G1, da quasi tutti i portieri professionisti sponsorizzati dalla Reusch (quello di Julio Cesar per intenderci). Design aggressivo nel suo colore bianco, nero e rosso e sistema Shockshield Advanced (tm) per la protezione del dorso della mano. Il prodotto d'eccellenza per chi non voglia la protezione delle stecche.
    • Il Raptor Pro Duo Aqua: probabilmente il miglior guanto da bagnato prodotto in questo momento. Ha il polsino in neoprene per tenerlo ben fissato anche quando pesantemente inzuppato e il lattice Duo Aquatech, che se ben attivato (va bagnato un'ora e mezza prima del suo utilizzo), garantisce una presa perfetta sul pallone anche nelle condizioni più estreme.
    • Il Raptor Pro Duo SSG: un ottimo compromesso tra qualità e prezzo, ideale in tutte le condizioni di gioco, se utilizzato principalmente su erba naturale o sintetica di nuova generazione.

    A questi va aggiunto il Duo Pro Bowl, prodotto già nel 2008, eletto da noi come guanto dell'anno per la qualità e ancora disponibile nei nostri magazzini, utilizzato spesso da Rubinho durante le partite. Oltre ad avere lo Shockshield Advanced (tm) sul dorso, il lattice del palmo scende fino al polso, garantendo una maggiore protezione dell'arto e un'aumento della superficie di presa sul pallone.

  • Reusch: analisi del sistema DUO (TM)

    Il sistema DUO(TM) della Reusch è sicuramente uno dei metodi migliori per coniugare in un guanto da portiere ammortizzazione nell'impatto con il pallone e sensibilità in fase di presa.

    Sappiamo benissimo infatti che molto spesso ci troviamo a che fare con guanti dove le dita, appoggiando sulla tela, scivolano via al momento della parata, rendendola di fatto più difficile e facendo diminuire in maniera importante la sensazione di contatto.

    Grazie al lattice supplementare ondulato, inserito a contatto con la mano, Reusch con il sistema DUO(TM) risolve questo problema. La mano, sudando, si incollerà letteralmente a questo strato, fondendosi con la struttura e ciò, come già scritto su, oltre a garantire anche una maggior ammortizzazione sui tiri più forti, incrementerà in maniera esponenziale il feeling sul pallone, senza però penalizzare assolutamente la libertà di movimento in fase di chiusura del pugno!

    Per chi volesse provare questa tecnologia (e credetemi, una volta fatto, non ne farete più a meno!), i modelli che adottano questo sistema sono attualmente il Duo Pro Bowl e il Duo Aqua Keeper. Scoprirete che, se lo usano Julio Cesar dell'Inter, Rubinho del Genoa, Gianello del Napoli e tanti altri portieri professionisti, un motivo c'è....

  • Reusch e Uhlsport: l'eccellenza dell'abbigliamento e dei guanti da portiere

    Chi come me ha vissuto anche se da bambino gli anni 80, non può non ricordare le maglie dei portieri di quel decennio, caratterizzate da look quanto meno psichedelici e da imbottiture ampie e decisamente protettive anche e soprattutto per chi le comprava e non giocava certamente sull'erba ma sulla terra battuta e sui sintetici di vecchia generazione, tristemente noti per le bruciature che lasciavano sui gomiti e sulle ginocchia.

    Allora le due ditte che dominavano il mercato erano Uhlsport (un modello è indossato da Stefano Tacconi nella foto) e Reusch, che potevano permettersi di vestire interamente gli estremi difensori di A, B e in qualche caso di C1 dalla testa ai piedi e non solo come oggi solo con i guanti.

    Con il passare del tempo, i fornitori delle squadre hanno imposto anche ai portieri il loro materiale tecnico, e quindi si è smesso di ricercare miglioramenti su questi tipi di prodotti, complici gli stessi numeri 1, che hanno cominciato a indossare maglie a mezze maniche, eliminando le protezioni, arrivando anche a indossare la muta di riserva della squadra.

    Fortunatamente Reusch non ha smesso di concentrarsi esclusivamente sull'abbigliamento e sui guanti da portiere, e passato un momento di crisi, è tornata più forte che mai offrendo una serie di prodotti di altissima qualità e a un prezzo davvero competitivo, facendola confermare insieme a Uhlsport come la migliore ditta in questo settore.

Oggetti 21 a 30 di 30 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
Presenti su Google+