Il blog di Portierecalcio.it

  • Quanto conta l'altezza nel giovane portiere?

    altezza giovane portiere

    Ringraziamo Max Pirotta per l'amichevole concessione del post e invitiamo a visitare il suo sito internet ufficiale.


    In questo breve articolo voglio porre i riflettori sull'altezza che dovrebbe avere un portiere,

    provando nel mio piccolo a dire la mia opinione, ma nello specifico vorrei focalizzare il tutto verso il modo di selezionare i ragazzi non in base alle proprie capacità ma al loro fisico.

    Negli ultimi anni, mi sembra di percepire che dopo l’arrivo di Donnarumma le società professionistiche stiano escludendo COMPLETAMENTE le elevate caratteristiche tecniche di un ragazzo, trovandole non cosi tanto importanti, ma dando maggiore importanza al fisico, pensando che avendo un portiere alto poi lo si possa “lavorare in casa”.

    La prima domanda che viene posta dalle professionistiche è: Quanto è alto il ragazzo?

    Non ci siamo. Il portiere non viene neanche provinato. Lo si esclude solo in base ai centimetri.

    La seconda domanda che viene posta è questa: i genitori sono alti?

    Ok fermatevi, pensateci su un secondo, meditate su quanto vi ho detto, vi sembra normale?

    I guanti da portiere per bambini? - clicca qui

    Mi sembrerebbe normale se dopo un’attenta analisi tecnica del ragazzo ci si soffermasse ANCHE su da chi può aver preso e di conseguenza a quanto potrebbe arrivare e in tal caso mi
    potrebbe andare bene ma non chiedere SOLO quello e se non “normale” neanche provarlo a
    priori.

    Io purtroppo ho lavorato con ragazzi di 12/13 anni che avevano caratteristiche di
    altissimo rilievo ma purtroppo sono stati rifiutati dai club per un'altezza di POCO SOPRA LA MEDIA.

    Non basta che ad esempio un 13enne sia alto 1.75 (altezza media 1.44 - 1.72), perché
    si arriva a cercare un'altezza anche di 1.80 centimetri, non considerando che la crescita
    eccessiva può essere un problema e avere tanti risvolti negativi anche nello stare tra i pali.

    Avere una cattiva coordinazione nei gesti tecnici è una cosa molto frequente nei portieri di statura elevata, sopratutto se la crescita è avvenuta in breve tempo e sicuramente anche la reattività di conseguenza viene a mancare per motivi legati al movimento.

    L'abbigliamento da portiere per bambini? - clicca qui

    Vedo spesso BAMBINI già di 10 anni con la paranoia dell’altezza, che non vedono l’ora di crescere perché tutti nell'ambito calcistico, genitori compresi fanno battute sulla loro statura. Siamo alla follia.

    Quante volte abbiamo sentito: “è bravo eh, peccato che rimarrà piccolino”.

    Coloro che hanno un’altezza nella media possiedono molta più padronanza coordinativa, riescono meglio a gestire il loro corpo durante i movimenti sia tra i pali che con i piedi e possono concentrarsi di più sulla perfezione del gesto e nella rapidità di intervento.

    Vorrei davvero si cambiasse idea affinché i sogni di un bambino non vengano tarpati nell'età
    adolescenziale. Le caratteristiche acquisite e sudate durante i primi anni di allenamento non sono meno importanti di un fisico imponente.

    Conclusione: non voglio neanche lontanamente che passi l’idea “portiere alto = scarso” perché
    siamo nel 2017 e l’altezza media si è alzata notevolmente e di conseguenza anche la preparazione dei portieri è andata di pari passo riuscendo a sviluppare esercizi che permettono anche a portieri molto alti di aver scatti felini.

    D’altra parte non deve andare avanti il messaggio “se sei basso non ti vogliamo”.
    Per me 1.85 è l’altezza definitiva ideale di un portiere ed è il giusto compromesso per avere un estremo difensore reattivo, coordinato e abile nella velocità di esecuzione del gesto tecnico.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • I portieri del West Ham United scelgono Storelli

    west ham

    La protezione per il portiere è fondamentale. Obbligatoria in allenamento, raccomandata in partita, se il campo e le condizioni fisiche la rendono necessaria.

    Anche i professionisti, che avevano abbandonato le imbottiture in nome di una sempre più presunta libertà di movimento, stanno tornando a utilizzarle, scegliendo i materiali migliori per prevenire gli infortuni di gioco.

    Fa piacere quindi scoprire che i portieri del West Ham United Adrián San Miguel Del Castillo, Darren Randolph e Raphael Spiegel hanno scelto la sottomaglia e lo slider Storelli per proteggersi durante gli allenamenti e, se sarà necessario, durante le partite.

    Ecco qui sotto le prime immagini direttamente dagli spogliatoi.

    Thank you @storellisports ⚽️#YourSecretWeapon #Goalkeeper #Goalkeeping #RaphaSpiegel #DarrenRandolph #Adrián #tikitaka

    Un post condiviso da Adrián San Miguel Del Castillo (@adr13nsanmiguel) in data:

    Il nostro invito è di seguire il loro esempio per parare in assoluta sicurezza e ridurre al minimo il rischio di traumi e fastidiose sbucciature.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Reusch è diventata italiana

    reusch italiaReusch non è più tedesca, ma è diventata italiana al 100%. Ciò è motivo di orgoglio per noi, che riportiamo qui il comunicato stampa ufficiale, che ci è pervenuto.

    "REUSCH SI TRASFERISCE IN ALTO ADIGE"

    "Reusch, produttore di guanti di successo con una lunga tradizione alle spalle e un’impronta internazionale, muove un passo avveniristico: col trasferimento della sede principale da Reutlingen in Germania a via Innsbruck a Bolzano e la fondazione della Reusch International S.p.A., a partire dal 1 giugno 2017 le attività di Reusch verranno pilotate direttamente da Bolzano. Il marchio Reusch, che già dal 2009 si è trasferito presso il Kampill Center di Bolzano con gli uffici di sviluppo del prodotto, diventerà a tutti gli effetti un’azienda altoatesina.

    Reusch produce da oltre 80 anni pregiati guanti da sci e da portiere e si è affermata nel corso degli anni come leader internazionale in questo settore. Molti atleti di successo a livello mondiale si affidano a Reusch, fra questi stelle dello sci come Lindsey Vonn, Marcel Hirscher, Mikaela Shiffrin e Lara Gut e portieri di fama internazionale della serie A, della Bundesliga e di altri campionati esteri della massima serie.

    Oltre agli uffici di sviluppo del prodotto e design, già a Bolzano da 8 anni, con questa riorganizzazione aziendale verranno trasferiti a Bolzano anche l’amministrazione e la coordinazione dei distributori internazionali sparsi in oltre 50 Paesi sui 5 continenti. La nuova Reusch International S.p.A., una società della Erich Weitzmann S.r.l., dirigerà due magazzini rispettivamente a Milano e Reutlingen, dai quali i clienti di tutta Europa verranno forniti direttamente.

    Un team giovane e internazionale si occuperà in futuro direttamente dalla sede di Bolzano di tutti gli aspetti creativi e imprenditoriali della nuova azienda, coordinando e supportando circa 60 dipendenti, 50 agenti di commercio e 55 distributori. Grazie alla sua posizione strategica, vicina agli importanti mercati di Italia, Francia, Svizzera, Austria e Germania e alle più importanti aree sciistiche d’Europa, Reusch trova a Bolzano la sua sede ideale. Il trasferimento della nuova società gioverà a tutto l’Alto Adige. Non è prevista una vendita al dettaglio presso la sede di Bolzano poiché i prodotti Reusch sono già commercializzati in tutto il Paese attraverso una fitta rete di partner commerciali."

    Portierecalcio.it si augura che dopo questo passaggio Reusch possa riconquistare la leadership e la visibilità che merita sul mercato italiano dei guanti da portiere e dell'abbigliamento, valorizzando e sponsorizzando i migliori portieri della Serie A.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Il segreto dei nuovi pantaloni da portiere Joma

    cofUn paio di pantaloni da portiere protegge i fianchi e le ginocchia in maniera efficace anche sui campi più duri come la terra battuta e l'erba sintetica consumata. Sceglierli bene significa tuffarsi con comodità ed evitare botte e graffi fastidiosi.

    Il pantalone da portiere è indispensabile in allenamento, anche d'estate nonostante il caldo, perché i numerosi tuffi sollecitano muscoli e articolazioni in maniera continua. Con l'uso, abituandoti al maggiore ingombro, potresti indossarlo anche in partita.

    La protezione deve essere robusta, ma non ingombrante e il rivestimento il più resistente possibile.

    Qual è il segreto dei pantaloni per il portiere della Joma?

    Joma ha lanciato la linea "Protec". I numeri 1 che vogliono materiale più robusto e resistente, hanno apprezzato questa linea composta da maglie e pantaloni lunghi e a pinocchietto (con bordi rossi o turchesi).

    Non è stata utilizzata la comune spugna per le imbottiture. Una piastra molto compatta ma flessibile sotto un rivestimento estremamente resistente assorbe bene la caduta a terra. In questo modo le parti più esposte della gamba non soffrono i traumi a cui gli estremi difensori sono purtroppo abituati.

    Entrambi i pantaloni da portiere (sia quello lungo, che quello a tre quarti) hanno una vestibilità attillata, ma non stretta. Per aiutarti a scegliere la misura giusta ecco una guida utile, che confronta la taglia internazionale con quelle italiane per i jeans da adulto:

    * Taglia S = 42
    * Taglia M = 44 - 46
    * Taglia L = 46 - 48
    * Taglia XL = 48 - 50
    * Taglia XXL = 52 - 54

    I modelli

    Pantalone Lungo Protec: a gamba intera con bordi bianchi. Se non volete mettere i calzettoni, o volete evitare di strisciare la gamba durante l'allenamento questa è la soluzione ideale.

    Pantalone 3/4 Pirata Protec: bordato di rosso corallo o di turchese. Stessa costruzione del pantalone lungo, ma termina dopo la protezione del ginocchio, garantendo una maggiore libertà di movimento e meno calore trattenuto. E' da preferire in estate, quando le alte temperature ci fanno scoprire il più possibile.

    Il prezzo

    Chi acquista questo tipo di abbigliamento mette sempre in conto una spesa superiore anche alle cinquanta euro, perché quando si tratta della propria salute, non bisogna badare a spese.

    Non è il caso della linea Protec! Ti invito a cliccare sui link in azzurro presenti nel post. Resterai stupito anche tu. Joma ha da sempre uno dei migliori rapporti qualità - prezzo nel settore del calcio e anche stavolta non si è smentita.

    Taglie per i bambini e ragazzi

    Il pantalone da portiere lungo Protec è disponibile anche nelle misure per bambini e ragazzi. Così potrai proteggere i tuoi figli durante la scuola calcio e le partite, senza dover pensare alle sbucciature sulle ginocchia e ai lividi sulle cosce.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Voti dei portieri della Serie A 2016/2017

    donnarumma stagione 16-17La Serie A 2016/2017 è terminata e possiamo dare i nostri parzialissimi giudizi su tutti i portieri che hanno disputato qualche incontro nel corso della stagione.

    Nel complesso è stata una stagione positiva, senza vette incredibili o enormi delusioni.

    Ci tengo a precisare che il voto racchiude l'intera stagione e quindi, episodi negativi si compensano con altri positivi. Il giudizio finale è dato dall'apporto completo dato sul campo.

    Non ho incluso portieri che hanno giocato pochissimo.

    Atalanta

    Berisha voto 6,5
    Arriva dalla Lazio a fine mercato estivo. Il litigio tra Gasperini e Sportiello lo porta rapidamente a diventare il titolare. Nel periodo centrale della stagione contribuisce moltissimo all'ottimi campionato dei bergamaschi. Un po' in calo nel finale di stagione, anche causa piccoli infortuni.

    Gollini voto 6
    Arriva in inverno di ritorno dall'Inghilterra. Si prende il posto di secondo con futuri programmi di diventare il titolare. Ha i mezzi per esserlo. Con l'Europa League potrebbe essere il portiere di coppa se Berisha dovesse venire riscattato dalla Lazio.

    Sportiello voto 5
    Stagione buttata al vento. Parte male a Bergamo e finisce peggio. Riesce ad arrivare a Firenze, destinazione gradita sin dall'estate. Finale di stagione a prendere confidenza con l'ambiente. Il rilancio il prossimo anno?

    Bologna

    Mirante voto 6,5
    Non abbiamo dimenticato i problemi cardiaci che gli hanno fatto saltare, fortunatamente, solo la prima parte della stagione. Ripresosi il posto, scodella le solite prestazioni solide a cui ci ha abituato negli anni.

    Da Costa voto 6,5
    Molto spazio per il portiere brasiliano. Sostituisce degnamente il collega e non lo fa rimpiangere. Resta un secondo di sicuro affidamento. Continua a leggere

  • Beach Soccer vs Calcetto estivo. La sfida definitiva per il portiere!

    beach portiereLa tua stagione è terminata. Hai giocato in un campionato FIGC, UISP o nell'ultimo sgangherato torneo amatoriale, ed è arrivato il momento di un po' di riposo e di distacco dai pali della tua porta. Intanto programmi le vacanze, studi per gli esami scolastici o universitari e dai finalmente retta alla tua fidanzata/moglie/compagna, messa da parte durante i weekend invernali e che ora desidera la dovuta attenzione!

    In realtà per un portiere non c'è davvero mai pausa!

    Con l'estate arrivano i tornei di calcio a 5 sull'erba sintetica, che giocherai con i tuoi amici, non tanto per il risultato finale, ma per il post gara fatto di birre, risate e scherzi più o meno raccontabili...Potresti imbatterti nel pallone n. 4 deformato e imprevedibile come i vecchi Super Tele,

    Giocando in porta, ti avranno già chiamato fratelli, cugini, parenti alla lontanissima, amici, amanti della tua fidanzata, ex compagni di scuola e dell'asilo. So che stai sorridendo, perché è vero!

    Un portiere serve sempre. Non importa se sia forte o sappia a malapena infilare i guanti. Il numero 1 non deve mancare mai!

    Pomeriggi e serate sono impegnate, spero per te in orari in cui il sole non sia ancora alto e forte. Il rischio è di vivere esperienze degne dei film di Fantozzi, con tanto di apparizioni mistiche sopra le nostre traverse...san pietro traversa fantozzi

     

    La mattina però c'è il mare, le spiagge e la sabbia... ALT! Il Beach Soccer! Ebbene sì, qualunque spiaggia, che abbia un po' di spazio libero a disposizione,  può diventare una vera e propria arena organizzata con tanto di tribunette, nastri e porte. Il Beach Volley ha un concorrente forte e agguerrito. Si gioca a calcio sulla sabbia e lo si fa anche a mezzogiorno, sfidando le scottature, la sabbia negli occhi, le storte e i tiri imprevedibili. Se poi capiti in un villaggio vacanze o in una spiaggia attrezzata tutto ciò assume toni quasi ufficiali e sai bene che non potrai non partecipare. Non vedi l'ora!beach porta

     

    Come puoi organizzarti? Prendi spunto dai consigli che stiamo per darti!

    Durante l'inverno, a meno che la tua squadra non sia davvero sgangherata, devi pensare solo ai guanti e all'abbigliamento intimo tecnico. Il resto lo troverai nello spogliatoio, fosse anche una maglia di dieci anni fa con i buchi sui gomiti.

    Per il calcio a 5

    L'abbigliamento: NON credere che una t-shirt e un pantaloncino bastino. Giocherai quasi sempre su sintetici rovinati e consumati, soprattutto nei camping e nei villaggi estivi, dove è tutto organizzato, moderno, curato... TRANNE i campi da gioco. Pensaci su... vedrai che abbiamo ragione!

    symbiotik rossa blogValuta seriamente un abbigliamento leggero, ma comunque protettivo! Adidas, Joma, Rinat, NikeStorelli hanno soluzioni perfette per te per quanto riguarda le maglie, costruite con tessuti che non assorbono calore e traspirano molto velocemente. No, non ti ci scioglierai dentro e se scegli quelle con le protezioni e non ti brucerai le braccia al primo tuffo, rischiando poi di urlare per tutta la spiaggia il giorno dopo al primo bagno in mare...

    Se poi vuoi evitare le maniche lunghe, i completi Puma e delle ottime gomitiere sono un'alternativa più che valida. Noi te lo abbiamo detto! Tu ascolta il nostro consiglio.

    I guanti: Non pensare minimamente di giocare senza! Non è la palestra e non è il pallone a rimbalzo controllato. Per queste situazioni ci sono i guanti Futsal Reusch, ma nel calcio a 5 da erba sintetica il guanto da portiere è obbligatorio!

    Che modello scegliere allora? Noi te ne suggeriamo tre di differenti fasce di prezzo. Non ti proponiamo le stecche, perché non le riteniamo utili, ma facciamo in modo da farti bloccare il pallone in assoluta sicurezza.

    ace classic pro1. Ace Classic Pro: un modello Adidas dalla vestibilità attillata, ma protettivo sul dorso grazie alla piastra di lattice intera. E' anche in offerta, quindi senza spendere eccessivamente hai subito un guanto dalle prestazioni altissime.

    grip 23 puma2. EvoPower Grip 2.3: anche in versione Ultra Yellow. Modello classico, disegnato per Gigi Buffon e Gigio Donnarumma. Se vuoi qualcosa di tradizionale e affidabile, questo guanto ti accompagnerà senza problemi per tutta l'estate.

    eliminator supersoft guanti3. Eliminator Supersoft: il Supersoft non morirà mai! Un lattice dalle prestazioni eccezionali e affidabili a un prezzo alla portata di tutti! Poi Uhlsport è Uhlsport. Non c'è bisogno di aggiungere altro.

    Per il beach soccer

    kit pumaL'abbigliamento: si gioca sulla sabbia, morbida e ammortizzante. A meno che sotto non ci siano scogli appuntiti (come mi è capitato anni fa durante una partita con gli amici, lasciandoci sopra un po' di pelle dello stinco...), le protezioni non servono. Vestiti più leggero possibile e se vuoi, utilizza questi completi Puma molto freschi e traspiranti.

    I guanti: obbligatori! Il pallone è di base più leggero e morbido, ma le traiettorie impazzite, i cambi improvvisi di direzione e i rimbalzi irregolari possono mettere le articolazioni delle mani a rischio.

    Prendiamo una posizione netta. I guanti con le stecche possono essere una soluzione valida a ridurre i possibili traumi, anche a costo di ridurre la sensibilità in fase di presa. Se poi non vuoi questo tipo di protezione, guanti con taglio Rollfinger possono comunque aiutarti a giocare sereno, evitando storte, distorsioni e altri incidenti.

    Anche qui ci sono tre suggerimenti. A te la scelta finale, ma qualunque scegli, non sbagli.

    eliminator supersoft supportframe1. Eliminator Supersoft Supportframe: se vuoi giocare usando le stecche, questa è davvero un'ottima soluzione! Non ti devi preoccupare dell'usura e puoi pensare a parare con le dita in sicurezza. Prima scelta per noi.

    rolotek pro2. Rolotek 2.0 pro: una scelta opposta alla precedente. Guanto molto attillato e fasciante. Ridurrà al minimo l'ingresso della sabbia all'interno e ti garantirà una sensibilità ottima anche se lo volessi usare per il calcio a 5.

    prime s1 rollfinger3. Serathor Prime S1 Rollfinger: il rollfinger è il miglior taglio per proteggere le mani senza ricorrere alle stecche. Assolutamente affidabile e sicuro, sia come presa, sia come protezione. Reusch è garanzia di qualità assoluta.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • I guanti indossati da Romero in Europa League

  • Numero 1 e numero 12 nelle scuole calcio. Come curare il loro rapporto.

    18575811_1865208947135379_458386429_oSi ringrazia Max Pirotta per l'amichevole concessione del post.

    Porre attenzione al rapporto che si instaura tra la coppia di portieri è estremamente importante perché troppo spesso si rischia di incappare in una cattiva gestione della coppia.

    Tra i compiti del preparatore c'è anche quello di fare da collante ed evitare che si verifichino situazioni di attrito.

    Non è sufficiente mettere in squadra due ragazzi bravi a livello tecnico e basta. È necessario andare oltre e l'allenatore difficilmente riesce a curare anche questo aspetto perché ha una rosa molto ampia e il suo compito è ben altro.

    egotiko spines bianco

    Per questo motivo io, in primis, in quanto preparatore so di dovermi prendere cura di questo aspetto: cerco di capire come agire nei confronti di ciascuno dei due portieri e mi adopero per creare un clima sereno ad ogni allenamento e ad ogni partita. Il momento in cui il mister comunica le formazioni, per esempio, è piuttosto delicato poiché, se tra i ragazzi non vi è un buon rapporto, potrebbero avere inizio litigi e screzi. Continua a leggere

  • Perché i guanti di Buffon hanno il logo coperto?

    Buffon puma censura

    Direttamente dall'impresa compiuta allo Juventus Stadium contro il Barcellona possiamo vedere questa foto scattata a Gigi Buffon, mentre esulta dopo un gol segnato dai suoi compagni di squadra.

    Come si vede chiaramente nell'immagine il logo della Puma sugli EvoPower Grip 2.3 da lui indossati, è stato censurato, con dello scotch nero che ne ha coperto il tradizionale marchio.

    Questo ha fatto pensare a numerosi appassionati che i rapporti tra il portiere bianconero e della Nazionale italiana e l'azienda tedesca che lo sponsorizza da anni si fossero bruscamente interrotti.

    Non è assolutamente così. I rapporti tra Buffon e la Puma sono più che ottimi.

    Cosa è accaduto allora?

    Se analizziamo il regolamento UEFA alla pagina 36, vedremo che gli identificativi commerciali presenti sul dorso dei guanti non devono superare i 20 centimetri quadrati in totale (regola 52.01).

    I loghi presenti sul dorso di queste collezioni Puma, superano la superficie consentita ed ecco spiegate le censure.

    Ci meravigliamo del fatto che Puma, come già fatto in passato, non abbia dotato Buffon di appositi guanti con un logo più piccolo e a norma, ma dobbiamo anche riconoscere che l'attenzione mediatica riservata all'episodio è stata alta, tanto che non siamo i primi a parlarne (ma lo siamo a farlo con cognizione di causa e un occhio al regolamento ufficiale...).

    Che se ne parli bene o se ne parli male, l'importante è che se ne parli ed effettivamente in questo caso è andata proprio così.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • La rivoluzione Reusch per i guanti da Futsal

    futsal 34 blogGuanti da portiere e calcio a 5 sono un binomio sempre meno comune per chi difende i pali della porta piccola. Ciò è dovuto all'interpretazione moderna del ruolo, che vuole il numero 1 come parte attiva dell'azione offensiva.

    Giocare sempre più spesso a mani nude per migliorare la sensibilità sul pallone a rimbalzo controllato al momento del rilancio per molti è una scelta obbligata.

    Mani nude quindi e tanto taping protettivo su dita sempre più sollecitate e martoriate da grandi e piccoli traumi, che alla lunga finiscono per condizionare non solo durante partite e allenamenti, ma anche nella vita di tutti i giorni.

    Noi, in tutta onestà, non siamo tanto entusiasti di questa piega, e abbiamo spesso sollecitato i grandi marchi a pensare a qualcosa che migliorasse l'esperienza in campo degli estremi difensori.

    Reusch ha finalmente fatto un bel passo avanti creando quest'anno la prima linea interamente dedicata al futsal con ben quattro modelli diversi per accontentare tutti e fornire così un'ampia possibilità di scelta in base alla propria sensibilità.

    Sensibilità appunto, perché non troverete lattice sul palmo (a parte il modello a mezze dita più tradizionale) ma silicone e per rendere ancora più attillata la calzata, oltre all'uso della lycra come tessuto, è stato eliminato il cinturino, fermando il guanto esattamente dove termina la mano.

    Non mi dilungo ulteriormente e passo direttamente alla presentazione dei guanti.

    futsal proFutsal Pro: è la versione intera della collezione. Copre tutte le dita ed è l'ideale per chi abbia avuto traumi alle falangette.

    futsal pro 34Futsal Pro 3/4 SFX: scopre solo la punta delle dita, proteggendo il resto della mano. Un ottimo compromesso tra protezione e sensibilità in fase di rilancio.

    sala pro mezziFutsal Pro SFX: il mezzo guanto classico e leggerissimo. E' come parare a mani nude, proteggendo però il palmo delle mani. Due piccoli inserti alla base di medio e anulare proteggono le due dita più sollecitate.

    sala sgFutsal SG SFX: l'unico modello dei quattro ad adottare sia il lattice SG Soft Grip sul palmo, sia un cinturino sul polso. La soluzione più tradizionale per chi non vuole rinunciare al palmo classico pur utilizzando un mezzo guanto.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

Oggetti 11 a 20 di 438 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 44
Presenti su Google+