Il blog di Portierecalcio.it

  • Per Frey lasciare Firenze sarebbe una follia

    Ancora una grande prestazione per Sebastien Frey. Oggi, contro il Genoa il portiere francese ha salvato in più di una occasione la propria porta, agevolando oltremodo la vittoria della Fiorentina, firmata da Santana e Mutu. A margine dell'incontro, Frey ha avuto modo di dire che lasciare Firenze in questo momento, sarebbe una follia. L'obiettivo Champions è primario e le prossime partite saranno fondamentali. Aggiungiamo noi, che anche la Uefa ha il suo prestigio, pur se in questi ultimi anni è ingiustamente poco considerata in Italia.

    Queste dichiarazioni non chiuderanno certamente uno dei temi più caldi del prossimo mercato estivo, ma se il portiere della Fiorentina decidesse di continuare la propria esperienza nel capoluogo toscano, piuttosto che accettare i sostanziosi aumenti di stipendio che squadre come Manchester United e Milan gli potrebbero garantire, il suo valore umano ne guadagnerebbe tantissimo. Cosa che nel calcio odierno, purtroppo non conta mai abbastanza.

  • Reusch e Uhlsport: l'eccellenza dell'abbigliamento e dei guanti da portiere

    Chi come me ha vissuto anche se da bambino gli anni 80, non può non ricordare le maglie dei portieri di quel decennio, caratterizzate da look quanto meno psichedelici e da imbottiture ampie e decisamente protettive anche e soprattutto per chi le comprava e non giocava certamente sull'erba ma sulla terra battuta e sui sintetici di vecchia generazione, tristemente noti per le bruciature che lasciavano sui gomiti e sulle ginocchia.

    Allora le due ditte che dominavano il mercato erano Uhlsport (un modello è indossato da Stefano Tacconi nella foto) e Reusch, che potevano permettersi di vestire interamente gli estremi difensori di A, B e in qualche caso di C1 dalla testa ai piedi e non solo come oggi solo con i guanti.

    Con il passare del tempo, i fornitori delle squadre hanno imposto anche ai portieri il loro materiale tecnico, e quindi si è smesso di ricercare miglioramenti su questi tipi di prodotti, complici gli stessi numeri 1, che hanno cominciato a indossare maglie a mezze maniche, eliminando le protezioni, arrivando anche a indossare la muta di riserva della squadra.

    Fortunatamente Reusch non ha smesso di concentrarsi esclusivamente sull'abbigliamento e sui guanti da portiere, e passato un momento di crisi, è tornata più forte che mai offrendo una serie di prodotti di altissima qualità e a un prezzo davvero competitivo, facendola confermare insieme a Uhlsport come la migliore ditta in questo settore.

  • La carica dei portieri quarantenni

    Fontana ha da pochissimo rinnovato per un'altra stagione il contratto con il Palermo. Bucci è una colonna del Parma. Ballotta batte il record di anzianità in Champions League. Balli che solo ora sta tirando il fiato e lascia spazio a Bassi ad Empoli. E non consideriamo tutti gli altri che hanno passato abbondantemente la trentina e sono lontanissimi dall'idea di lasciare spazio ai più giovani.

    Sono loro i portieri italiani della vecchia generazione (quella dei Peruzzi, Marchegiani e Pagliuca), quelli che difendono il ruolo dall'assalto dei portieri stranieri. Guardando bene, i pochi giovani portieri italiani che militano in serie A, finiscono per aspettare il loro turno in panchina. Curci, Mirante e Agliardi non hanno sfruttato le occasioni a loro riservate e attendono altre chance. Solo il già citato Bassi, sembra al momento riscuotere la fiducia di Malesani, nonostante la non impeccabile prestazione contro il Milan.

    Quali prospettive quindi, per i giovani portieri italiani? L'esilio, come Pelizzoli, Abbiati, De Sanctis e Sorrentino (mi scuso se ne dimentico altri), una carriera all'ombra di qualcun altro o una vita spesa nelle categorie inferiori, piene di portieri che potrebbero tranquillamente militare in ben altri palcoscenici? Niente contro gli Julio Cesar, i Frey, i Kalac, i Doni e tutti gli altri, ma pensare che solo fine a qualche anno fa i portieri titolari nella massima serie erano tutti italiani, un pò di tristezza ce la mette.

  • Buffon vuole chiudere al Genoa

    Si è sempre saputo che Buffon avesse un rispetto particolare per la squadra di Genova e più volte ha espresso la possibilità di andarci a giocare. Concetto espresso ancora una volta, dopo aver dichiarato di voler tornare prima a vincere con la Juventus. E come ho scritto in un altro intervento, nessuno crede a un Buffon che appende i guanti al chiodo a soli 35 anni.

  • Abbiati. Un portiere in prestito.

    All'interno di un'intervista rilasciata a calcio 2000, Christian Abbiati si dice convinto che anche il prossimo anno giocherà ancora in prestito. E' quindi sicuro, che il forte portiere, ora a difesa dei pali dell'Atletico Madrid, non faccia più ritorno al Milan. La possibile futura destinazione? Nonostante la seconda squadra di Madrid abbia già rinnovato il contratto a tre portieri, Abbiati non esclude un'eventuale permanenza. A Madrid lui e la famiglia si trovano bene; il calcio spagnolo è meno stressante; nell'Atletico si sta comportando bene. Tre indizi che potrebbero fare una prova?

  • La parata di Frey

    La grandissima parata di Frey che ha messo l'ipoteca sulla qualificazione della Fiorentina ai quarti di finale della Coppa Uefa. Non ho trovato niente di meglio, purtroppo.

    fonte: Sito ufficiale Fiorentina

  • Buffon rinnova sino al 2013

    Dopo aver rinnovato il contratto solo la scorsa estate, Gianluigi Buffon decide di allungare la propria permanenza alla Juventus sino al 2013, praticamente a 35 anni, quindi sancendo a vita il suo legame con la squadra bianconera. Un'ulteriore incentivo a far bene per tutta la società torinese.

    Ma solo io sto pensando che a 35 anni Buffon vorrà ancora dire la sua?

  • L'ultima partita di Kahn

    E' stata fissata per il 2 settembre l'incontro d'addio di Oliver Kahn, storico portiere del Bayern Monaco e della nazionale tedesca. La partita si terrà all'Allianz Arena e scenderanno in campo il suo club e la Germania. Un degno addio per un grande portiere.

  • E' Neuer l'erede di Lehmann, Adler permettendo.

    Consiglio a tutti di andare a leggere l'articolo pubblicato su tuttomercatoweb e che traccia la giovane e promettente carriera di Manuel Neuer, 21enne portiere dello Schalke 04, determinante la scorsa settimana nel decidere la sfida di Champions contro il Porto. Già vincitore del titolo di miglior portiere della Bundesliga nella scorsa stagione, il portiere nato a Gelsenkirchen e cresciuto sin dall'infanzia nella squadra della sua città, ora si candida prepotentemente per prende il posto che fu dei mostri sacri Kahn e Lehmann. La concorrenza è, però, agguerrita. Un altro giovane portiere, il 23enne René Adler, ora in forza al Bayer Leverkusen, per alcuni superiore allo stesso Neuer, non starà certo a guardare. Che il dualismo abbia inizio.

  • Sorrentino prende sette gol, ma è il migliore in campo tra i suoi

    Accade anche questo, quando si gioca in porta. E' quello che è accaduto a Stefano Sorrentino, portiere italiano del Recreativo Huelva, già conosciuto, oltre che per la militanza nel Torino, per aver disputato la scorsa Champions League nel AEK Atene (come non ricordare la partita in casa contro il Milan). Nell'ultimo incontro disputato la scorsa domenica contro il Maiorca, il ventottenne portiere di Cava dei Tirreni, ha dovuto incassare ben sette gol in soli 52 minuti. Ciò nonostante, ha saputo contenere il passivo, sventando altre numerose occasioni. Quando si dice che l'onore è salvo.

Oggetti 431 a 440 di 445 totali

Pagina:
  1. 1
  2. ...
  3. 41
  4. 42
  5. 43
  6. 44
  7. 45
Presenti su Google+