Risultati ricerca per: 'protezione'

  • I guanti da portiere per l'estate - il portiere amatoriale

    consigli guanti portiere per l'estate

    Aggiornato l'1 luglio 2017!

    Dopo il nostro post sulle maglie da portiere per l'estate, abbiamo pensato fosse utile scrivere un altro articolo focalizzato sui guanti da indossare nello stesso periodo. Tra un bagno al mare, un'escursione in montagna o un ozioso e afoso pomeriggio in città, c'è sempre la voglia e il tempo per giocare una partita.

    Le giornate più lunghe e calde, aumentano le possibilità di organizzare incontri e partecipare ai tantissimi tornei amatoriali che si disputano in giro per l'Italia. Sappiamo bene che, sia che tu sia uno studente o un lavoratore, in queste occasioni ogni partita è giocata con spirito e impegno, degni della finale dei campionati europei.  E i consigli che stiamo per darti, sono indicati proprio per te, portiere amatoriale che ci tiene sempre a fare bella figura e venire apostrofato dagli avversari con il classico "E che sei Buffon?!?" (che va letta con il dialetto locale di chi la pronuncia).

    Devo fare una premessa importante: lascia perdere i guanti da pochi euro che trovi appesi sugli espositori di molti negozi di articoli sportivi. NON proteggeranno le mani, NON vi aiuteranno nella presa e soprattutto, dureranno tanto quanto costano. Poco! Considerateli come giocattoli, adatti per essere usati da chi si approccia al ruolo per la prima volta e non è ancora sicuro di voler fare il portiere. E non credo che questo sia il tuo caso. Continua a leggere

  • Come vestirsi per giocare in porta

    campos

    (...no, non come Jorge Campos...)

    Il ruolo del portiere è sicuramente quello più delicato dell'intero undici in campo. Non sono consentite incertezze ed errori. Per parare in comodità e sicurezza, sfruttando le regole (arbitri permettendo), possiamo decidere come vestirci per giocare in porta.

    Indichiamo in questo post tutte le opzioni disponibili. Sceglile in base a quanto scriveremo. Il nostro obiettivo è metterti nelle migliori condizioni possibili a seconda del clima e del terreno di gioco.

    La parte superiore


    Maglia da portiere a mezze maniche: la soluzione più estrema e consigliata solo se fa davvero molto caldo e devi giocare su un manto erboso in perfette condizioni. Per perfette condizioni intendo anche nell'area piccola!

    Vantaggi: libertà di movimento, fastidio minimo a causa del caldo.

    Svantaggi: nessuna protezione sui tuffi.

    Il consiglio di Portierecalcio.it: se proprio non vuoi rinunciare a questa opzione, se il campo è in cattive condizioni, indossa delle gomitiere per proteggere il braccio. L'articolazione del gomito è una delle più delicate del corpo umano!


     

    Maglia da portiere a mezze maniche con sottomaglia: soluzione molto utilizzata dai professionisti. La sottomaglia anche senza imbottiture previene graffi e sbucciature (se del materiale giusto), ma per i terreni sintetici meglio indossarne una con protezioni, come quelle Storelli o Reusch.

    Vantaggi: stessa libertà di movimento della sola mezza manica.

    Svantaggi: caldo sofferto a causa del tessuto della sottomaglia (se non adatta).

    Il consiglio di Portierecalcio.it: indossa una maglia di una taglia più grande rispetto al solito (es. una L al posto di una M), mentre mantieni la tua misura per la sottomaglia.


     

    Maglia da portiere a manica lunga senza imbottitura: una soluzione comoda se non vuoi rischiare graffi e sbucciature sulle braccia, ma trovi fastidiose le protezioni e la sottomaglia a compressione. Buon compromesso sull'erba naturale e sui sintetici più nuovi e gestiti con buona manutenzione. Joma ha realizzato maglie e completi da portiere adatti a questa ipotesi.

    Vantaggi: protegge dal freddo durante l'inverno e un minimo da graffi e bruciature.

    Svantaggi: sui campi più duri l'assenza di imbottiture non impedisce le botte a contatto con il campo.

    Il consiglio di Portierecalcio.it: porta per sicurezza una sottomaglia protettiva nel borsone. Anche i campi migliori nascondono brutte sorprese vicino ai pali.


     

    Maglia da portiere classica (con protezioni): sempre dotate di protezioni sui gomiti e avambracci. Perfette (con imbottiture spesse o in EVA o Poron) anche sulla terra battuta e sui vecchi turf in sintetico. Su Portierecalcio.it grossa parte delle maglie da portiere sono vendute con le imbottiture.

    Vantaggi: permettono di tuffarsi in sicurezza su ogni superficie di gioco.

    Svantaggi: possono limitare la libertà di movimento, se indossate con taglia sbagliata (troppo grandi o troppo piccole) o proteggere poco (scegliendo modelli non di qualità).

    Il consiglio di Portierecalcio.it: la maglia classica è la prima scelta da valutare, quando giochi in porta. Se fai parte di un club, pretendila dalla tua società.


     

    La parte inferiore


    Pantaloncino non imbottito: opzione da utilizzare solo ed esclusivamente su un campo perfetto e se non hai problemi di borsite (se giochi così, ti verrà presto...). Molti professionisti scelgono questa opzione, ma tanti di questi nascondono sotto un sottopantalone protettivo.

    Vantaggi: nessuno!

    Svantaggi: rischi altissimi di rimediare una borsite ai fianchi.

    Il consiglio di Portierecalcio.it: E' un'opzione da scegliere solo per il beach soccer. In tutte le altre condizioni di gioco e di campo noi la sconsigliamo. Se fai così, usa un sottopantaloncino con protezioni come lo Slider Storelli per evitare traumi.


     

    Pantaloncino imbottito: per tanti anni una tradizione imprescindibile per qualunque portiere dalla serie A all'ultimo dei tornei amatoriali. Oggi lo scegli se non sopporti lo scaldamuscoli con le protezioni compresso sulla tua pelle. A seconda dello spessore dell'imbottitura puoi utilizzarlo su ogni tipo di campo.

    Vantaggi: garantisce la protezione sui fianchi, senza il fastidio (se lo consideri tale) della compressione.

    Svantaggi: se scegli un calzoncino non adatto, la protezione potrebbe spostarsi sui tuffi o essere inadatta al terreno di gioco troppo duro.

    Il consiglio di Portierecalcio.it: non badate a spese e comprate subito l'Exoshield GK Shorts della Storelli. Non esiste al momento miglior pantaloncino da portiere imbottito.


     

    Pantalone a 3/4 (detto anche Pinocchietto): invenzione relativamente recente. Protegge fianchi e ginocchia, ma lascia libera la gamba. Per tanti portieri sono obbligatori in allenamento durante i ritiri precampionato, quando il caldo fa vestire il meno possibile, ma non si vuole rinunciare alla protezione. Molti numeri 1 lo usano anche in partita nei campionati minori, soprattutto su terra battuta e sintetici rovinati.

    Vantaggi: assicurano (se imbottiti) protezione sui lati delle gambe più sollecitati.

    Svantaggi: lasciando la gamba scoperta, è necessario mettere i calzettoni e i parastinchi in partita.

    Il consiglio di Portierecalcio.it: per noi resta la scelta ideale sia nel calcio che nel calcio a 5. Sul nostro e-commerce ce ne sono tanti a disposizione, ma raccomandiamo l'Exoshield GK 3/4 Pants come primissima scelta.


     

    Pantalone lungo: per tantissimi irrinunciabili in allenamento. Per molti anche in partita. Sulla terra e sui campi senza manutenzione ti salvano da una settimana di dolori e fastidi. Per tanti sono anche un vantaggio psicologico per tuffarsi senza pensieri.

    Vantaggi: copertura totale della gamba con significativa riduzione di botte e graffi;

    Svantaggi: tendono ad appesantirsi pericolosamente sui cambi bagnati, assorbendo l'acqua e rendendo scomodissimi i movimenti delle gambe.

    Il consiglio di Portierecalcio.it: in allenamento vale tutto, in partita no. Scegli per la gara un pantalone non troppo pesante o con imbottiture troppo spesse. Considera di rinunciare a esso, se piove o il campo sia bagnato. Solo sui campi duri punta alla protezione vera e propria.


    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • La tecnica del portiere nel calcio a 8

    calcio8

    Se giochi in porta, a qualsiasi livello, sai che tra calcio a 5 e calcio a 11 ci sono tantissime differenze nel modo di interpretare il ruolo.

    Tra queste due discipline ufficiali e riconosciute dalla FIGC, negli ultimi anni il calcio a 8 (anche a 7) ha trovato uno spazio in cui ha attecchito e trovato tanti sostenitori, contenti di poter giocare a qualcosa di più simile al calcio tradizionale, ma meno impegnativo fisicamente.

    Questa riflessione vale anche per il portiere, seppur considerando aspetti diversi.

    Tecnicamente siamo a metà strada tra le due versioni, ma la maggior dimensione della porta, implica un atteggiamento e doti più sbilanciate verso quella a 11.

    Fuorigioco a parte (quasi sempre non applicato per la gioia di chi arbitra questi tornei), le regole sono quelle del calcio a 11. Ciò però costringe il portiere ad aumentare l'attenzione nello sviluppo del gioco offensivo degli avversari e alla difesa di restare più arretrata, per evitare che gli attaccanti avversari "facciano la tenda" nell'area di rigore.

    Come deve prepararsi il portiere il calcio a 8?

    Come già scritto, il calcio a 8 è molto più simile al calcio a 11, rispetto la versione a 5. Il portiere, quando ne ha la possibilità, deve effettuare una preparazione tecnica tradizionale, più incentrata sull'elasticità muscolare.

    Bisogna considerare che quasi sempre i campi sono in erba sintetica e il pallone non è a rimbalzo controllato come nel futsal. Dunque, rimbalzi molto accentuati e rotolamento rapido e uniforme.

    Sulla base di questi aspetti, diventa fondamentale eseguire movimenti rapidi ed essere mentalmente preparati a dover gestire molti palloni in area e diverse ribattute che potrebbero diventare nuove occasioni da rete.

    Ora starai pensando che questa necessità di pensare rapidamente, è più simile al calcio a 5 e difatti è così. Questa commistione tra discipline è il fulcro del ruolo nel calcio a 8, che mischia inevitabilmente la tecnica del calcio a 11 alla rapidità di movimenti e reazioni del futsal.

    Se hai tempo e possibilità di allenarti, oltre che giocare, sviluppa molto esplosività e riflessi. Questi ultimi fanno davvero la differenza.

    Come deve muoversi nell'area di rigore?

    L'area piccola è il tuo territorio. Devi dominarla, sia nelle prese alte, sia nell'attacco basso alla sfera. Nell'altra area lascia che siano i tuoi compagni di squadra a presidiare la zona, sia che giochiate a 3 o a 2 dietro.

    Prediligi i rinvii corti da fondo campo. Lanciare lungo è raramente utile e le dimensioni del campo consentono di trovare facilmente i compagni sia con i piedi che con le mani.

    Come coprire la porta?

    Non esistono ancora dimensioni standard per le porte da calcio a 8. La misura dovrebbe essere 5,50 metri di lunghezza per 2,20 di altezza, ma se ne trovano più basse o più strette. Raro trovarne di più grandi.

    Non servono doti atletiche da professionista per coprire tutto lo spazio. Molti portieri che si avvicinano al calcio a 8 provenendo dalla porta più piccola del futsal, provano un senso di timore che ha poca ragione d'essere.

    Il senso della posizione conta tantissimo e diventa fondamentale se le doti fisiche non sono propriamente il pezzo forte. Saper chiudere le linee di tiro sia con gli spostamenti laterali che andando rapidamente sul pallone, sopperisce in buona parte ad eventuali lacune tecniche e fisiche che un portiere amatoriale spesso e inevitabilmente possiede.

    Uno degli errori più comuni in cui si incorre è quello di scoprire il primo palo per cercare di controllare il secondo. Con qualche passo in avanti rispetto alla propria porta, questo rischio diminuisce sensibilmente, perciò, non stare troppo vicino alla linea di porta.

    Sui calcio d'angolo, pretendi sempre un compagno sul palo, altrimenti limita le uscite. La porta è grande e il campo relativamente stretto. Senza un palo coperto, muoversi per andare sul pallone diventa davvero complicato, anche perché i tempi per compiere il gesto tecnico sono molto ristretti.

    A questo aggiungiamo la naturale incapacità degli altri a difenderti se uscissi. Rari blocchi sugli avversari, pronti ad assalirti. Quindi, soprattutto se vieni dal campo piccolo, resta prudente e acquisisci confidenza con il tempo.

    Meglio parare o deviare il pallone?

    E con i tuffi che si fa? Il bello del calcio a 8 sta anche nel renderli necessari. E' proprio il motivo principale che ne spinge tanti a provare la porta più grande, senza lo smarrimento della porta da 7,32 metri.

    Una buona tecnica e una buona condizione fisica fanno la differenza, ma tutti possono compiere buoni interventi con un po' di allenamento e abitudine. Come nel calcio a 11, gli spostamenti laterali e lo stacco sono importantissimi.

    Ma la palla va bloccata o respinta? Nel calcio moderno, vediamo quanto sia diventato difficile bloccare. Nel calcio a 8 la cosa è ancora più evidente, perché le dimensioni del campo sono ridotte e i terreni sintetici.

    C'è da considerare l'assenza del fuorigioco, che aumenta il rischio di avversari pronti a riprendere il pallone su eventuali respinte, perciò resterebbe sempre preferibile tentare la presa.

    Bisogna però comprendere la difficoltà e gli spazi ristretti, dovendo rapidamente capire come comportarsi. La dimensione del campo dà modo di allontanare adeguatamente la palla, quindi faresti bene ad allenare la respinta, gestendo bene il movimento e prediligendo sempre le ribattute laterali.

    Naturalmente, e lo do per scontato, parare il pallone sarebbe sempre la scelta migliore. Darebbe modo di far ripartire l'azione con ordine con tutti i potenziali vantaggi che ne conseguirebbero.

    Come vestirsi?

    Difficile trovare zone di porta in ottime condizioni. L'area piccola è quella più calpestata e soggetta a usura anche sui campi più nuovi. Non scendere in campo senza protezioni sui fianchi e sui gomiti. Gli spazi sono più stretti e i contatti più frequenti, sia tra compagni che con gli avversari.

    Indossa maglie da portiere con protezioni e imbottiture, senza appesantirti eccessivamente. Trova il giusto equilibrio tra protezione e libertà di movimento. Una sottomaglia specifica come la Storelli o la Reusch sotto una maglia a mezza manica può essere un'ottima alternativa.

    Ragiona allo stesso modo per le gambe.  Se il campo è in condizioni pessime, provvedi a proteggere anche le ginocchia. Pantaloni da portiere lunghi o a 3/4 risolvono questo problema, prevengono traumi che possono condizionarti in partita e ti evitano di tornare a casa con botte e sbucciature.

    Se ancora non ti ho convinto, leggi questo nostro post. L'erba artificiale può riservare brutte sorprese!


    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

    novità portierecalcio.it

  • Intervista ad Alessia Ventresino (Napoli Femminile)

    ventresino

    Con questa intervista iniziamo una serie di chiacchierate con ragazzi e ragazze che hanno scelto di difendere i pali.

    Non ci interessa la categoria, ci interessa la passione che hanno per il ruolo e l'entusiasmo che vogliono trasmettere agli altri. Per questo motivo partiamo da Alessia Ventresino, portiere del Napoli Calcio Femminile e istruttrice e formatrice di tanti piccoli portieri.

    Portierecalcio: Ciao Alessia. Prima di tutto raccontaci qualcosa di te. Chi sei e cosa fai nella vita?

    Alessia: Buongiorno Portierecalcio, ho 28 anni e sono portiere da quando ne avevo 20. Mi pento di non aver cominciato prima in questo ruolo, ma solo dopo 3 anni da difensore centrale. Nella vita sono un'istruttrice di scuola calcio, quindi trascorro tutti i giorni su un campo un po' con i guanti e un po' con fischietto e cartellina.

    Portierecalcio: Come e quando ti sei trovata a difendere i pali di una porta?

    Alessia: Come ho detto prima ho cominciato da difensore, poi un po' mio padre e un po' il destino mi hanno spinto ad arretrare di qualche metro. Mio padre per un consiglio diretto, visto che nel calcio femminile giocano sempre i portieri bravi e gli attaccanti che segnano tanto. Negli altri ruoli in mancanza di giocatrici preparate, ci si può "arrangiare" e a me le cose "arrangiate" non piacciono. Il destino invece è intervenuto facendomi ritrovare da una stagione all'altra in serie C in una squadra appena fondata e senza portiere. Li mi sono detta: "Se non ora, quando?" Due mesi dopo sono entrata nel giro della rappresentativa e diciamo la verità quando le cose le cominci a fare bene perché non continuarle a fare?

    Portierecalcio: Tante soddisfazioni e tante delusioni. Ci racconti qualche situazione che ti è rimasta nella testa e nel cuore?

    Alessia: Nella mia carriera calcistica ho vestito ben quattro maglie di squadre diverse di Napoli e posso dire di aver vinto un campionato regionale e una coppa Campania, ma i ricordi che porto più nel cuore sono quelli con la maglia del Prater Club, la mia penultima squadra. Sono legata soprattutto a 3 partite, ma ne ricordo tantissime altre, partendo dalla gioia di una semifinale di Coppa, dove abbiamo passato il turno in trasferta dopo aver pareggiato 4-4 in casa. Poi abbiamo vinto a Benevento 0-2 in 11 contro 10 con qualche buona parata ed un rigore loro calciato fuori, che avevo comunque intuito a coronamento della vittoria. Le delusioni? due sconfitte nelle finali di Coppa, due stagioni consecutive. La prima più bruciante come sconfitta perché ci credevamo tanto; la seconda meno amara perché ho avuto modo di fare una grande partita e questo ha alleviato il dispiacere. Voglio infine raccontare la mia ultima gioia. Questa stagione ho vestito i colori della squadra femminile più importante della città, il Napoli Calcio Femminile. L'esordio con loro è stato emozionante, senti che è una maglia che ha un peso specifico diverso e sono stata felice di averla indossata.

    Portierecalcio: Allenamento e partita: come curi questi due momenti fondamentali?

    Alessia: Dedico molto tempo all'allenamento per la cura del dettaglio e per capire come in uno specifico gesto tecnico, con un determinato movimento posso guadagnare quel millesimo di secondo che fa la differenza tra parata e gol. Per la partita invece alleno molto il fattore psicologico e seguo il credo che dice "la tua mente dirige la tua parata" quindi se ci sei con la testa la prestazione è consequenziale.

    Portierecalcio: Cosa pensi della protezione? La ritieni importante o ne fai a meno?

    Alessia: Questa era la domanda che aspettavo. Chi mi conosce sa bene quanto sono cambiata nel corso degli anni, visto che ho cominciato sbeffeggiandomi di lividi, graffi (più o meno profondi) e botte varie. Gradualmente però ho cambiato idea. Ora dico proteggetevi bene! Questa stagione ho sofferto di una brutta borsite e con molta pazienza e con gli indumenti adatti la sto combattendo e curando, ma credetemi per un portiere è invalidante se non la provi non puoi capire cosa significa avere l'istinto di buttarsi e il corpo ti frena perché acciaccato dall'ennesimo problema fisico. Un po' di pace questa stagione l'ho trovata quando sono passata all'intimo protettivo Storelli (linea Woman), veramente fatto su misura per la corporatura di un portiere donna. Uso sia calze termiche che maglia termica - tutta la stagione ma con differenze di tessuto e di temperature tra inverno ed estate -sia per evitare graffi, sia perché la temperatura corporea costante evita noie muscolari stagionali.

    Portierecalcio: Fino a quando continuerai a giocare e quali soddisfazioni ti vorrai togliere?

    Alessia: Penso di voler giocare fin quando avrò passione e voglia di imparare, so che non sono ancora pronta per sentirmi mancare lo spogliatoio o la tensione della partita del fine settimana, però d'altra parte nella mia prima stagione da Istruttrice ho capito che anche vestendo i panni da Mister si provano queste sensazioni. In maniera diversa ma restano, quindi mi abituerò gradualmente alla mancanza del campo sostituendola con la responsabilità della panchina, lavorando per diventare un buon Mister e perché no provare il professionismo da questo punto di vista.

    In più voglio ringraziarvi per questa intervista è stato un piacere e soprattutto un onore parlare per uno dei portali più importanti del nostro ruolo. Un saluto a tutti i Portieri!


    Siamo noi a dover ringraziare Alessia per il tempo che ci ha concesso e prossimamente troverete nuove interviste da leggere sempre qui sul nostro blog.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Reusch torna a proteggerci e scopre il Poron XRD (TM)

    copertina reusch poron
    Reusch è sempre molto attenta alla salute dei portieri. Non ha mai fatto mancare una serie di indumenti protettivi che aiutassero a ridurre il rischio di traumi ed escoriazioni durante l'attività sul campo.

    Ora è il turno di tre nuovi prodotti, una sottomaglia e un sottopantaloncino di nuova concezione, più una gradita rivisitazione migliorativa di un sottopantaloncino storico.

    CS 3/4 Undershirt Padded Pro

    La sottomaglia protegge gomiti, avambracci, le articolazioni tra braccia e spalle, il petto e le costole.

    Novità interessante è l'introduzione di un'apposita imbottitura su parte della colonna vertebrale, che protegge i dischi in caso di cadute all'indietro. Reusch è il primo brand importante a fare una scelta del genere.

    Altra caratteristica è la presenza di una striscia in silicone, posta all'interno della cucitura nella parte bassa della maglia. Soluzione che evita movimenti eccessivi del tessuto. Tutte le protezioni sono in EVA.

    CS Short Padded Pro XRD

    Il sottopantaloncino ha una imbottitura posizionata sulla parte alta del fianco, per proteggere l'articolazione tra anca e femore e un'altra più in basso per l'esterno della coscia.

    Rispetto a quanto accade con altri indumenti simili, In questo caso lo short è dotato di cordoncino in vita. Soluzione richiesta da alcuni nostri clienti e che permette di regolare la larghezza della fascia elastica.

    Tutte le protezioni sono in Poron XRD. E' un materiale ad altissimo grado di assorbimento all'impatto. Viene usato da Storelli sui suoi prodotti da anni e i tantissimi riscontri confermano la grande qualità della protezione.

    reusch-poron

    Indossando questo abbigliamento intimo tecnico potrai tuffarti in tutta sicurezza anche su campi trascurati o durissimi come quelli in terra battuta. La possibilità di farti male sarà ridotta al minimo.

    Non è finita. Se invece preferisci la spugna e vuoi protezioni più voluminose, ti segnaliamo il CS Short Soft Padded. Lo troverai estremamente leggero ma con una protezione evidente e avvolgente, grazie al lavoro a fasce sviluppato sull'imbottitura.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • I portieri del West Ham United scelgono Storelli

    west ham

    La protezione per il portiere è fondamentale. Obbligatoria in allenamento, raccomandata in partita, se il campo e le condizioni fisiche la rendono necessaria.

    Anche i professionisti, che avevano abbandonato le imbottiture in nome di una sempre più presunta libertà di movimento, stanno tornando a utilizzarle, scegliendo i materiali migliori per prevenire gli infortuni di gioco.

    Fa piacere quindi scoprire che i portieri del West Ham United Adrián San Miguel Del Castillo, Darren Randolph e Raphael Spiegel hanno scelto la sottomaglia e lo slider Storelli per proteggersi durante gli allenamenti e, se sarà necessario, durante le partite.

    Ecco qui sotto le prime immagini direttamente dagli spogliatoi.

    Thank you @storellisports ⚽️#YourSecretWeapon #Goalkeeper #Goalkeeping #RaphaSpiegel #DarrenRandolph #Adrián #tikitaka

    Un post condiviso da Adrián San Miguel Del Castillo (@adr13nsanmiguel) in data:

    Il nostro invito è di seguire il loro esempio per parare in assoluta sicurezza e ridurre al minimo il rischio di traumi e fastidiose sbucciature.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Il segreto dei nuovi pantaloni da portiere Joma

    cofUn paio di pantaloni da portiere protegge i fianchi e le ginocchia in maniera efficace anche sui campi più duri come la terra battuta e l'erba sintetica consumata. Sceglierli bene significa tuffarsi con comodità ed evitare botte e graffi fastidiosi.

    Il pantalone da portiere è indispensabile in allenamento, anche d'estate nonostante il caldo, perché i numerosi tuffi sollecitano muscoli e articolazioni in maniera continua. Con l'uso, abituandoti al maggiore ingombro, potresti indossarlo anche in partita.

    La protezione deve essere robusta, ma non ingombrante e il rivestimento il più resistente possibile.

    Qual è il segreto dei pantaloni per il portiere della Joma?

    Joma ha lanciato la linea "Protec". I numeri 1 che vogliono materiale più robusto e resistente, hanno apprezzato questa linea composta da maglie e pantaloni lunghi e a pinocchietto (con bordi rossi o turchesi).

    Non è stata utilizzata la comune spugna per le imbottiture. Una piastra molto compatta ma flessibile sotto un rivestimento estremamente resistente assorbe bene la caduta a terra. In questo modo le parti più esposte della gamba non soffrono i traumi a cui gli estremi difensori sono purtroppo abituati.

    Entrambi i pantaloni da portiere (sia quello lungo, che quello a tre quarti) hanno una vestibilità attillata, ma non stretta. Per aiutarti a scegliere la misura giusta ecco una guida utile, che confronta la taglia internazionale con quelle italiane per i jeans da adulto:

    * Taglia S = 42
    * Taglia M = 44 - 46
    * Taglia L = 46 - 48
    * Taglia XL = 48 - 50
    * Taglia XXL = 52 - 54

    I modelli

    Pantalone Lungo Protec: a gamba intera con bordi bianchi. Se non volete mettere i calzettoni, o volete evitare di strisciare la gamba durante l'allenamento questa è la soluzione ideale.

    Pantalone 3/4 Pirata Protec: bordato di rosso corallo o di turchese. Stessa costruzione del pantalone lungo, ma termina dopo la protezione del ginocchio, garantendo una maggiore libertà di movimento e meno calore trattenuto. E' da preferire in estate, quando le alte temperature ci fanno scoprire il più possibile.

    Il prezzo

    Chi acquista questo tipo di abbigliamento mette sempre in conto una spesa superiore anche alle cinquanta euro, perché quando si tratta della propria salute, non bisogna badare a spese.

    Non è il caso della linea Protec! Ti invito a cliccare sui link in azzurro presenti nel post. Resterai stupito anche tu. Joma ha da sempre uno dei migliori rapporti qualità - prezzo nel settore del calcio e anche stavolta non si è smentita.

    Taglie per i bambini e ragazzi

    Il pantalone da portiere lungo Protec è disponibile anche nelle misure per bambini e ragazzi. Così potrai proteggere i tuoi figli durante la scuola calcio e le partite, senza dover pensare alle sbucciature sulle ginocchia e ai lividi sulle cosce.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Beach Soccer vs Calcetto estivo. La sfida definitiva per il portiere!

    beach portiere

    Articolo aggiornato il 13 giugno 2018

    La tua stagione è terminata. Hai giocato in un campionato FIGC, UISP o nell'ultimo sgangherato torneo amatoriale, ed è arrivato il momento di un po' di riposo e di distacco dai pali della tua porta. Intanto programmi le vacanze, studi per gli esami scolastici o universitari e dai finalmente retta alla tua fidanzata/moglie/compagna, messa da parte durante i weekend invernali e che ora desidera la dovuta attenzione!

    In realtà per un portiere non c'è davvero mai pausa!

    Con l'estate arrivano i tornei di calcio a 5 sull'erba sintetica, che giocherai con i tuoi amici, non tanto per il risultato finale, ma per il post gara fatto di birre, risate e scherzi più o meno raccontabili...Potresti imbatterti nel pallone n. 4 deformato e imprevedibile come i vecchi Super Tele,

    Giocando in porta, ti avranno già chiamato fratelli, cugini, parenti alla lontanissima, amici, amanti della tua fidanzata, ex compagni di scuola e dell'asilo. So che stai sorridendo, perché è vero!

    Un portiere serve sempre. Non importa se sia forte o sappia a malapena infilare i guanti. Il numero 1 non deve mancare mai!

    Pomeriggi e serate sono impegnate, spero per te in orari in cui il sole non sia ancora alto e forte. Il rischio è di vivere esperienze degne dei film di Fantozzi, con tanto di apparizioni mistiche sopra le nostre traverse...san pietro traversa fantozzi

    La mattina però c'è il mare, le spiagge e la sabbia... ALT! Il Beach Soccer! Ebbene sì, qualunque spiaggia, che abbia un po' di spazio libero a disposizione,  può diventare una vera e propria arena organizzata con tanto di tribunette, nastri e porte. Il Beach Volley ha un concorrente forte e agguerrito. Si gioca a calcio sulla sabbia e lo si fa anche a mezzogiorno, sfidando le scottature, la sabbia negli occhi, le storte e i tiri imprevedibili. Se poi capiti in un villaggio vacanze o in una spiaggia attrezzata tutto ciò assume toni quasi ufficiali e sai bene che non potrai non partecipare. Non vedi l'ora!

    beach porta

     

    Come puoi organizzarti? Prendi spunto dai consigli che stiamo per darti!

    Durante l'inverno, a meno che la tua squadra non sia davvero sgangherata, devi pensare solo ai guanti e all'abbigliamento intimo tecnico. Il resto lo troverai nello spogliatoio, fosse anche una maglia di dieci anni fa con i buchi sui gomiti.

    Per il calcio a 5

    L'abbigliamento: NON credere che una t-shirt e un pantaloncino bastino. Giocherai quasi sempre su sintetici rovinati e consumati, soprattutto nei camping e nei villaggi estivi, dove è tutto organizzato, moderno, curato... TRANNE i campi da gioco. Pensaci su... vedrai che abbiamo ragione!

    symbiotik rossa blogValuta seriamente un abbigliamento leggero, ma comunque protettivo! Adidas, Joma, Rinat, NikeStorelli hanno soluzioni perfette per te per quanto riguarda le maglie, costruite con tessuti che non assorbono calore e traspirano molto velocemente. No, non ti ci scioglierai dentro e se scegli quelle con le protezioni e non ti brucerai le braccia al primo tuffo, rischiando poi di urlare per tutta la spiaggia il giorno dopo al primo bagno in mare...

    Se poi vuoi evitare le maniche lunghe, i completi Puma e delle ottime gomitiere sono un'alternativa più che valida. Noi te lo abbiamo detto! Tu ascolta il nostro consiglio.

    I guanti: Non pensare minimamente di giocare senza! Non è la palestra e non è il pallone a rimbalzo controllato. Per queste situazioni ci sono i guanti Futsal Reusch, ma nel calcio a 5 da erba sintetica il guanto da portiere è obbligatorio!

    Che modello scegliere allora? Noi te ne suggeriamo cinque di differenti fasce di prezzo. Non ti proponiamo le stecche, perché non le riteniamo utili, ma facciamo in modo da farti bloccare il pallone in assoluta sicurezza.

    1. Predator Pro: non uno ma lo stesso modello di guanti in tante colorazioni diverse. Guanto leggero e attillato che veste la tua mano come una seconda pelle. Al momento la soluzione in assoluto migliore per il "calcetto".

    2. One Grip 17.2: Modello classico, disegnato per Gigi Buffon, che ci ha chiuso carriera e stagione, e Gigio Donnarumma. Se vuoi qualcosa di tradizionale e affidabile, questo guanto ti accompagnerà senza problemi per tutta l'estate.

    3. Tensiongreen Supersoft: il Supersoft non morirà mai! Un lattice dalle prestazioni eccezionali e affidabili a un prezzo alla portata di tutti! Poi Uhlsport è Uhlsport. Non c'è bisogno di aggiungere altro.

    4. Magma Pro Glove: il nostro guanto da portiere pensato per l'erba sintetica più infame che esista. Quella che ti brucia il gomito solo a guardarla! Se proprio non vuoi rinunciare alle stecche (anche sul pollice), c'è anche la versione Save Tech.

    5. Tensiongreen Soft Pro: la versione "low cost" del fortunato guanto Uhlsport. Prezzo sotto i 30 euro perfetto per i portieri amatoriali che vogliano solo divertirsi con gli amici.

    Per il beach soccer

    kit pumaL'abbigliamento: si gioca sulla sabbia, morbida e ammortizzante. A meno che sotto non ci siano scogli appuntiti (come mi è capitato anni fa durante una partita con gli amici, lasciandoci sopra un po' di pelle dello stinco...), le protezioni non servono. Vestiti più leggero possibile e se vuoi, utilizza questi completi Puma molto freschi e traspiranti.

    I guanti: obbligatori! Il pallone è di base più leggero e morbido, ma le traiettorie impazzite, i cambi improvvisi di direzione e i rimbalzi irregolari possono mettere le articolazioni delle mani a rischio.

    Prendiamo una posizione netta. I guanti con le stecche possono essere una soluzione valida a ridurre i possibili traumi, anche a costo di ridurre la sensibilità in fase di presa. Se poi non vuoi questo tipo di protezione, guanti con taglio Rollfinger possono comunque aiutarti a giocare sereno, evitando storte, distorsioni e altri incidenti.

    Tre suggerimenti. A te la scelta finale, ma qualunque scegli, non sbagli.

    1. P1 Save Tech: se vuoi giocare usando le stecche, questa è davvero un'ottima soluzione! Non ti devi preoccupare dell'usura e puoi pensare a parare con le dita in sicurezza. Prima scelta per noi.

    2. Vapor Grip 3 Nero: doveva essere la spalla del nuovo Mercurial, ma il fiasco di quest'ultimo ha messo in luce la nuova versione del guanto storico della Nike. Uno dei nostri preferiti in assoluto per calzata e comodità.

    3. Prima Prime G3: Reusch è garanzia di qualità assoluta. Se poi puoi avere il loro miglior lattice in assoluto a meno di 70 euro, questo è il primo guanto da considerare. Leggero, traspirante ma assolutamente eccellente sia in termini di presa, che di ammortizzazione.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • La rivoluzione Reusch per i guanti da Futsal

    futsal 34 blogGuanti da portiere e calcio a 5 sono un binomio sempre meno comune per chi difende i pali della porta piccola. Ciò è dovuto all'interpretazione moderna del ruolo, che vuole il numero 1 come parte attiva dell'azione offensiva.

    Giocare sempre più spesso a mani nude per migliorare la sensibilità sul pallone a rimbalzo controllato al momento del rilancio per molti è una scelta obbligata.

    Mani nude quindi e tanto taping protettivo su dita sempre più sollecitate e martoriate da grandi e piccoli traumi, che alla lunga finiscono per condizionare non solo durante partite e allenamenti, ma anche nella vita di tutti i giorni.

    Noi, in tutta onestà, non siamo tanto entusiasti di questa piega, e abbiamo spesso sollecitato i grandi marchi a pensare a qualcosa che migliorasse l'esperienza in campo degli estremi difensori.

    Reusch ha finalmente fatto un bel passo avanti creando quest'anno la prima linea interamente dedicata al futsal con ben quattro modelli diversi per accontentare tutti e fornire così un'ampia possibilità di scelta in base alla propria sensibilità.

    Sensibilità appunto, perché non troverete lattice sul palmo (a parte il modello a mezze dita più tradizionale) ma silicone e per rendere ancora più attillata la calzata, oltre all'uso della lycra come tessuto, è stato eliminato il cinturino, fermando il guanto esattamente dove termina la mano.

    Non mi dilungo ulteriormente e passo direttamente alla presentazione dei guanti.

    futsal proFutsal Pro: è la versione intera della collezione. Copre tutte le dita ed è l'ideale per chi abbia avuto traumi alle falangette.

    futsal pro 34Futsal Pro 3/4 SFX: scopre solo la punta delle dita, proteggendo il resto della mano. Un ottimo compromesso tra protezione e sensibilità in fase di rilancio.

    sala pro mezziFutsal Pro SFX: il mezzo guanto classico e leggerissimo. E' come parare a mani nude, proteggendo però il palmo delle mani. Due piccoli inserti alla base di medio e anulare proteggono le due dita più sollecitate.

    sala sgFutsal SG SFX: l'unico modello dei quattro ad adottare sia il lattice SG Soft Grip sul palmo, sia un cinturino sul polso. La soluzione più tradizionale per chi non vuole rinunciare al palmo classico pur utilizzando un mezzo guanto.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Sempre dalla vostra parte

    cofQuesto non è un post come tutti gli altri che avete letto e leggerete su questo blog.

    In queste righe racconterò un po di me (e di mio fratello) e vi parlerò della passione che accompagna il nostro lavoro fin dal 2008, quando con molta incoscienza e un po' di analisi di marketing ci rendemmo conto, che un e-commerce 100% italiano dedicato al portiere poteva e doveva assolutamente esistere sul nostro mercato.

    Con tutta la passione per il nostro amato ruolo. Con tutta la passione per i numeri 1.

    Onestamente non abbiamo mai pensato alla concorrenza e ogni mattina, mentre i pc dell'ufficio si mettono in moto, l'unico pensiero che abbiamo è questo: dobbiamo trasmettere la nostra passione ai nostri clienti.

    Ogni paio di guanti da portiere, ogni maglia, ogni pantalone, ogni protezione non è un prodotto da vendere e basta. Ogni articolo ha la sua storia, una sua curiosità e il suo utilizzo migliore possibile. Noi ci facciamo in quattro per trasmettervi tutto questo.

    Ogni scheda sul sito è curata in maniera maniacale, le foto sono sempre fatte da noi (salvo rarissimi casi) per mostrarvi i prodotti per quelli che sono e se non bastano Francesco provvede sempre a realizzare brevi ma esplicativi video, che servono a spiegarvi bene tutto. Poi c'è questo blog, c'è la pagina Facebook, il nostro contatto Whatsapp e tanto altro per avere subito risposte ai vostri dubbi.

    Permettiamo, se avete comprato dal nostro sito, di recensire tutto quello che è in vendita, facendovi guadagnare punti sconto perché ogni parere è preziosissimo, per noi e per chi acquista.

    Vogliamo però fare di più, e vi annunciamo che molto presto, salvo intoppi dell'ultima ora, ci sarà una novità ENORME, che rivoluzionerà il nostro mondo. Ci stiamo lavorando da mesi per darvi davvero il massimo.

    L'anno prossimo Portierecalcio.it compirà il suo decimo compleanno. Lo festeggeremo con grandi iniziative e grandi sorprese. Ci stiamo già pensando.

    Siamo certi che sarete in tanti a farlo con noi. :-)


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

Oggetti 1 a 10 di 64 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 7
Presenti su Google+