Abbiati

  • Barry eroe d'Africa, la trombetta di Storari e il ritorno di Marco Amelia al professionismo

    Storari incita Barzagli con bandierina e trombettaParte con questo post sul blog, con cadenza (si spera) settimanale, un breve riassunto delle notizie più interessanti e curiose riguardo al mondo dei portieri. Dal calcio di Serie A, passando per le altre serie, quello internazionale, e se dovesse essere degno di nota, anche quello dilettantistico e amatoriale. Spero che questa nuova rubrica sia gradita.

    Iniziamo con la notizia che ha avuto maggior risalto all'inizio della settimana. La vittoria in Coppa d'Africa della Costa d'Avorio con assoluto protagonista il 35enne portiere Boubacar Barry, sceso in campo solo per l'infortunio di Sylvain Gbohouo, scelto come titolare in questa competizione. La partita si è risolta ai rigori, ad oltranza, sino alla sfida, diventata poi decisiva, tra lui ed il portiere del Ghana Razak Brimah.

    Continua a leggere

  • Tutti i guanti da portiere Reusch Re:ceptor 2015

    Guanti portiere Reusch 2
    La presentazione e commercializzazione dei guanti da portiere Reusch, avviene abitualmente negli ultimi due mesi dell'anno. Ma è a febbraio che l'intera collezione viene distribuita ai rivenditori come noi e quindi, disponibile alla vendita. E dunque, è questa l'occasione per presentarvi l'intera gamma di modelli (nel momento in cui scriviamo questo pezzo) disponibili per l'acquisto sul nostro sito ecommerce.

    I modelli con stecche protettive alle dita sono quattro. Due con sistema Ortho Tec (solo il Deluxe con stecche estraibili) e due con sistema Finger Protection. Cosa cambia? Il secondo è una versione più leggera, o sarebbe meglio dire, più semplice, ed adatta a guanti con una costruzione meno elaborata. Ma proteggono meno? No, la protezione resta praticamente la stessa.

    I modelli che chiamiamo abitualmente professionali, sono quattro. Uno steccato, il Re:ceptor Deluxe G2 Ortho Tec, e tre classici e più precisamente il Re:ceptor Deluxe G2, il Re:ceptor Pro Duo G2 ed il Re:ceptor Pro G2. Tralasciando il primo, consigliato a chi voglia un guanto di altissima qualità, con un'ottima calzata e con protezioni affidabili, guardiamo nel dettaglio gli altri tre. Il Deluxe G2 è il più elaborato tra tutti i modelli. Calzata ottimale con una lavorazione davvero eccellente sotto tutti gli aspetti. Il lattice G2, costante di tutti e tre i guanti, è una sicurezza sull'asciutto ed affidabile sul bagnato. L'usura è nella norma dei lattici professionali (vuol dire che se ne avete cura, ma soprattutto applicate correttamente le tecniche di caduta, la mescola resiste tranquillamente per mesi, pur deteriorandosi). I Re:ceptor Pro Duo G2 e Pro G2 sono decisamente più tradizionali. Il palmo è piatto (non sagomato come il Deluxe) e le uniche differenze tra i due modelli, escludendo i colori, sono nella presenza del lattice interno (sistema DUO), nella prima versione. Cosa comporta? Il guanto diventa più massiccio, ma guadagna moltissimo in capacità di assorbire il pallone in fase di presa, ammortizzando con maggiore efficacia una volta arrivato a contatto con la sfera. Ed i professionisti cosa usano? Non c'è una preferenza assoluta. C'è chi usa il DUO e chi no (pur usando la colorazione della versione G2). Continua a leggere

  • Chi sale e chi scende tra i portieri della Serie A. Punto alla settima giornata

    Siamo alla seconda sosta del campionato, con sette giornate già andate in archivio. La classifica inizia a prendere forma e diventa possibile iniziare a dare i primi parzialissimi giudizi sulle prestazioni dei portieri. Per le pagelle rimando al termine del girone di andata, ma ora possiamo fare già alcune riflessioni. Vediamo chi sale e chi scende sulla base delle aspettative di inizio stagione. Sotto il mio commento.

    Chi sale

    Handanovic si conferma su ottimi livelli, certamente con una difesa più quadrata rispetto alla precedente gestione. Deve intervenire di meno, ma quando lo deve fare, risponde sempre con il suo stile.

    Bardi era atteso all'approdo da titolare in massima serie. Escludendo l'evidente errore di Napoli, ha confermato l'enorme potenziale già fatto vedere in B e con l'under 21. Se dovesse continuare su questi livelli, non solo contribuirà alla salvezza del Livorno, ma farà pensare la dirigenza interista sui tempi di rientro alla società che ne detiene il cartellino.

    Reina è arrivato a Napoli dopo lo sfumato accordo (?) con Julio Cesar. Fedelissimo di Benitez, si è immediatamente integrato e si è distinto soprattutto per il rigore parato a Balotelli. Piccole incertezze, che rientrano nel bagaglio del portiere spagnolo, ma che non diminuiscono l'ottimo approccio avuto con il nuovo club.

    De Sanctis ha subito un solo gol in sette partite e questo basterebbe a giudicarlo positivamente. Aggiungiamo l'immediata integrazione nel gruppo giallorosso e le poche ma efficaci parate effettuate. Dopo anni di portieri poco affidabili o che hanno deluso le aspettative, non si poteva chiedere di meglio. Continua a leggere

  • Julio Cesar andrà davvero al Milan? Facciamo il punto della situazione

    Torniamo a parlare ancora di portieri e di Milan, dopo aver già scritto un pezzo sugli scenari della prossima stagione per la porta rossonera. I dati parlano chiaro. Il Milan ha subito solo sei gol nel 2013 e parte del merito è certamente da ascriversi all'ottimo rendimento di Abbiati, tornato in forma dopo il poco incoraggiante avvio di stagione e qualche problema fisico.

    Eppure ne torniamo a parlare, perché è già da qualche giorno che aleggia sui mezzi di informazione l'ipotesi che Julio Cesar, indimenticato portiere dell'Inter del triplete, possa proprio accordarsi con il Milan dalla prossima stagione. A rinforzare questa ipotesi è l'articolo pubblicato oggi dal Corriere della Sera, a firma Alberto Costa che scrive di un accordo già raggiunto a grandi linee tra giocatore e società. Nessuna conferma e (ancora) nessuna smentita. Ovviamente, l'articolo è stato ripreso da tanti siti web, che hanno dato il trasferimento come cosa fatta, con buona pace di Amelia, scelto come il portiere da sacrificare. Continua a leggere

  • Il prossimo portiere del Milan tra il rinnovo di Abbiati, il lancio di Gabriel e l'arrivo di Mister X

    Siamo ancora nel vivo della stagione 2012/2013 (questa sera si affrontano Milan e Barcellona per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League), ma già da qualche settimana iniziano a circolare voci sul prossimo mercato estivo.

    Come nostra abitudine, ci concentriamo su quello dei portieri e in questo caso specifico, sul futuro portiere del Milan. L'attuale situazione vede Abbiati in scadenza a giugno, Amelia nel 2014 e il giovane Gabriel sino al 2017. Il titolare, dopo un periodo di appannamento tecnico e qualche problema fisico, è tornato ad essere Abbiati, scelta giustificata anche da buone prestazioni che stanno contribuendo all'ottimo periodo di forma della squadra rossonera. Amelia, preferitogli prima della sosta invernale, pur non demeritando, non ha mai convinto del tutto, mentre Gabriel, giovane brasiliano classe 1992, continua a fare esperienza a Milanello, imparando i meccanismi del calcio europeo in vista del prossimo futuro. Continua a leggere

  • Viviano escluso da Prandelli. Su Facebook volevate Abbiati

    Il momento del taglio è arrivato, tralasciando qualsiasi tipo di commento sulla vicenda del calcioscommesse (c'è stato, c'è e ci sarà, purtroppo) e limitandoci, come sempre, a parlare di portieri.

    E' quindi Viviano l'escluso da Prandelli. Il CT della Nazionale gli ha preferito Buffon, De Sanctis e Sirigu. Dando per certo il posto tra i pali del numero 1 juventino, la scelta è ricaduta sull'esperto portiere del Napoli e sullo 'straniero' del Paris Saint Germain. Se quest'ultimo ha disputato un'ottima stagione in Francia, lo stesso non si può dire per il suo collega abruzzese, tornato decisivo, però, nella finale di Coppa Italia. Possibile che per Viviano abbia influito anche il lungo infortunio e la discreta, ma non esaltante, seconda parte di stagione a Palermo. Pochi dubbi che questa non sarà l'ultima occasione per partecipare a un grande evento con l'Italia.

    Nel frattempo, sulla nostra pagina Facebook, ci siamo lanciati in un sondaggio che ha raggruppato quasi tutti i portieri italiani dell'ultima stagione di A, includendo quindi, anche quelli non scelti da Prandelli. Questi i risultati (il voto è sempre aperto, ma i trend sono abbastanza chiari):

    1. Abbiati (79)
    2. Marchetti (39)
    3. Sirigu (29)
    4. Benassi (22)
    5. Viviano (16)
    6. De Sanctis (15)
    7. Consigli e Sorrentino (8)
    8. Agazzi e Mirante (2)
    Come appare subito evidente dai risultati, ai primi due posti ci sono i grandi esclusi Abbiati e Marchetti. Per il primo le motivazioni possono essere l'età e tecniche, sebbene anche De Sanctis non sia giovanissimo; difficile pensare che il ct si sia appigliato alle vecchie dichiarazioni del portiere milanista, contrario a fare la riserva, oltremodo superate dalla rinnovata disponibilità dopo il suo arrivo alla guida della squadra. Diverso, invece, il discorso su Marchetti, tornato in auge dopo la strana stagione passata lo scorso anno a Cagliari. Non sapremo (mai?) se il brutto episodio di Udine lo ha escluso dalla lista dei possibili convocati, ma il rendimento costante durante il campionato, avrebbe potuto concretamente farlo rientrare quantomeno nella lista preliminare. Spicca anche il quarto posto di Benassi, protagonista di una bella stagione a Lecce, ma culminata con la retrocessione dei salentini. Ultimo dei convocati De Sanctis, poco supportato dai nostri iscritti, perplessi dall'altalenante rendimento fornito nel 2012.
    L'ultimo tassello che manca è quello sull'eventuale sostituto di Buffon. Toccherà all'esperienza di De Sanctis o alla freschezza atletica di Sirigu?
  • Buffon al primo posto del gioco-sondaggio 'Vota il miglior portiere della Serie A 2011/2012'

    Concluso il campionato di Serie A e dati i voti (discussi, come è giusto in alcuni casi), era rimasto da chiudere il nostro 'gioco-sondaggio' settimanale 'Vota il miglior portiere della Serie A' arrivato alla quarta edizione (come passa il tempo...). Dopo 38 giornate di voti e per la prima volta su Facebook, dopo tre anni di blog, è Buffon il portiere che succede ad Abbiati, vincitore della passata stagione. Il portiere della Juventus ritorna ai vertici del campionato, suggellando una buonissima stagione che si concluderà con i prossimi Campionati Europei di Polonia e Ucraina.

    Questa la classifica finale della stagione 2011/2012 (risultato della somma dei punti ottenuti dopo ogni votazione settimanale):

    46 pt.Buffon
    33 pt. Benassi
    28 pt. Consigli
    27 pt. De Sanctis
    22 pt. Abbiati
    21 pt. Frey
    21 pt. Gillet
    20 pt. Marchetti
    19 pt. Handanovic
    19 pt. Julio Cesar
    14 pt. Agazzi
    13 pt. Antonioli
    13 pt. Bizzarri
    12 pt. Pegolo
    10 pt. Sorrentino
    8 pt. Boruc
    7 pt. Stekelenburg
    6 pt. Agliardi
    6 pt. Brkic
    4 pt. Mirante
    3 pt. Benussi
    3 pt. Castellazzi
    3 pt. Curci
    3 pt. Julio Sergio
    3 pt. Puggioni
    3 pt. Ravaglia
    2 pt. Avramov
    2 pt. Carrizo
    2 pt. Fontana
    2 pt. Tzorvas
    2 pt. Viviano
    1 pt. Amelia
    1 pt. Lobont
    1 pt. Pavarini
    1 pt. Storari
    1 pt. Terracciano
    1 pt. Ujkani

    Commenti su quello che avete votato? Ferma restando la NON valenza oggettiva dei risultati, va notata come la tendenza dei portieri che si sono distinti nel corso dell'anno sia stata confermata. Spicca il secondo posto di Benassi del Lecce, capace di sfruttare la partenza lenta e gli infortuni di Julio Sergio, un lontano ricordo del portiere che disputò una grande stagione a Roma solo due anni fa. Ottimo anche il risultato di Consigli, sempre più maturo e pronto per giocare in una squadra con ambizioni europee (non che non lo possa essere l'Atalanta, sia chiaro). De Sanctis paga un insufficiente girone di ritorno, mentre Abbiati incide di meno e qualche volta ha responsabilità sui gol (secondo a Torino su tutti). La 'delusione'? Probabilmente Stekelenburg, ma non tanto come prestazioni complessive, quanto per l'investimento fatto e le poche giornate in cui è stato davvero decisivo (in positivo) per il risultato della propria squadra. Ora l'Europei con una delle squadre favorite (Olanda), poi si vedrà.

  • Il pagellone ai portieri della Serie A 2011/2012

    Abusiamo del solito 'tempo di bilanci' e ci prestiamo anche noi a dare i voti di fine anno ai portieri che hanno difeso le porte delle squadre della Serie A 2011/2012. Faremo anche il raffronto con i voti lasciati in autunno, valutandone eventuali variazioni di rendimento.

    Consigli: Grande stagione. Fa la sua parte nella meritata salvezza dell'Atalanta. Non entra nel giro della nazionale, ma l'età è dalla sua parte. Un'altra stagione in nerazzurro o si presenteranno impreviste occasioni di mercato? VOTO 7 (6,5)

    Frezzolini: VOTO 6

    Gillet: Come un diesel, parte lento, ma nel 2012 si prende sulle spalle l'intera difesa. Usato sicurissimo. VOTO 6,5 (6)

    Agliardi: Gli infortuni di Gillet gli lasciano spazio sufficiente per riproporsi su buoni livelli nella massima serie. Partita da incorniciare contro il Napoli. Potrebbe trovare spazio da titolare in un'altra squadra VOTO 7 (6)

    Agazzi: Qualche errore di troppo, macchia una stagione dove comunque non ha brillato come nel 2011. Pochi dubbi sulle sue potenzialità, ma c'è da lavorare sulla continuità. VOTO 6 (6,5)

     Avramov: VOTO 6

    Andujar: Pessimo modo di gestirsi. Non rimpianto VOTO 4 (5)

    Carrizo: si riscatta a Catania, anche se due/tre gol dimostrano ancora qualche calo di attenzione. La prossima stagione sarà quella della verità VOTO 6

    Antonioli: Buona stagione, quella che molto probabilmente è quella dell'addio alla A. Meno incostante della scorsa stagione. Se il Cesena retrocede, sicuramente non è per sue colpe. VOTO 6,5 (6,5)

    Ravaglia: pochissimo spazio nella seconda parte di stagione. VOTO 6

    Sorrentino: Il suo contributo è minore rispetto ad altre stagioni, non per suoi demeriti, ma per una squadra solida che ha concesso poco. VOTO 6 (6,5)

    Boruc: Dopo questa stagione è lecito chiedersi se sia qualcosa di più di un discreto portiere. Io, sinceramente, non l'ho capito, ma tanto basta per immaginare che possa andare altrove. VOTO 5,5 (5,5)

    Neto: Chiede spazio per restare alla Fiorentina. Le pochissime occasioni concesse hanno lasciato spazio a qualche dubbio. VOTO s.v.

    Frey: il portiere più battuto della Serie A, resta uno dei migliori. Dicono che sia sovrappeso, ma ha una reattività che fa invidia a molti suoi colleghi. Un punto di partenza per la prossima stagione del Genoa. VOTO 7 (7)

    Julio Cesar: stagione senza infamia e senza lode. I grandi interventi però diminuiscono. VOTO 6 (6)

    Castellazzi: Qualche incertezza di troppo. Considerati i frequenti infortuni di Julio Cesar, l'Inter dovrà fare affidamento su uno dei portieri di proprietà in giro per l'Italia. VOTO 5,5 (6)

    Buffon: Dà il suo importante contributo quando chiamato (raramente) in causa. Praticamente inoperoso, quando la Juve macina vittorie, ma il suo apporto resta fondamentale. VOTO 7 (6,5)

    Storari:  VOTO 6

    Marchetti: Buona stagione, macchiata dal finale di Udine. Ritrovato ad alti livelli VOTO (7) 7

    Julio Sergio: Non esattamente una buona stagione... VOTO 5 (6)

    Benassi: Trascinatore della rimonta strozzata del Lecce. La vera rivelazione di questa stagione. Complimenti. VOTO 7 (6,5)

    Abbiati: si riprende dopo l'avvio non esaltante, ma il suo apporto non è pari a quello della scorsa stagione. Ci si può ancora affidare alle sue mani, ma il tempo passa per tutti. VOTO 6 (5,5)

    Amelia: Affidabile nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa. VOTO 6

    De Sanctis: Calo improvviso e inaspettato per il portiere del Napoli. Ha sulla coscienza più di un gol e si dimostra più che incerto nelle uscite. VOTO 6 (7,5)

    Ujkani: Conquista la sufficienza tra un infortunio e un altro. Potrebbe trovare spazio in A. VOTO 6 (6)

    Fontana: Molte più presenze di quelle che avrebbe pensato di fare. Ne prende tanti, ma fa alcuni interventi davvero spettacolari. VOTO 6 (6)

    Viviano: riparte da Palermo. Riacquisisce il ritmo partita e disputa qualche buona partita. Quanto basta per riprendersi il posto in nazionale, ma il prossimo anno ci si aspetta di più, non (ancora) all'Inter. VOTO 6

    Tzorvas: Sparito VOTO 5

    Mirante: Un'altra buona stagione per il portiere parmense. Continuo e con poche sbavature. A Parma ha trovato la sua dimensione. VOTO 6,5 (6)

    Pavarini: Fa quello che un 'dodicesimo' dovrebbe saper fare, cioè farsi trovare subito pronto quando chiamato a giocare. C'è anche del suo nella striscia finale di sette vittorie del Parma. VOTO 6,5

    Stekelenburg: per invenstimento e caratura ci saremmo aspettati di più. Raramente ha fatto la differenza, pur senza mai compiere veri errori. VOTO 6 (6)

    Lobont: Tutto sommato, positivo. Altrove (estero) troverebbe sicuramente spazio. VOTO 6 (6)

    Curci: rispolverato nel finale di stagione, non dispiace: VOTO 6

    Brkic: Dopo l'infortunio si trova la strada sbarrata da Pegolo. L'Udinese, che ne detiene il cartellino, lo girerà altrove. VOTO 6 (7)

    Pegolo: Assieme a Benassi è la sorpresa che non ti aspetti. Fondamentale in inverno, quando il Siena arranca. Si conquista sul campo il posto da titolare. Sorpresa. VOTO 7

    Handanovic: La stella dell'Udinese assieme a Di Natale. Un solo errore contro l'Inter, ma per il resto solo e sempre grandi partite, grandi parate e grande sicurezza. VOTO 7,5 (7)

  • Casillas miglior portiere del mondo IFFHS 2011. E sono quattro!

    Casillas ancora sulla 'porta' del mondo. La IFFHS, dopo la consueta votazione tra esponenti del mondo calcistico mondiale, lo ha decretato miglior portiere del mondo nel 2011. Nessun portiere era mai stato eletto il numero uno per quattro anni consecutivi e solo Buffon ha vinto il titolo lo stesso numero di volte.

    Rispetto al 2010, anno del Mondiale vinto, il portiere del Real Madrid ha visto diminuire sensibilmente il numero di voti, ma il margine su Neuer lo candida di fatto al titolo anche nel 2012, sebbene l'anno di una competizione internazionale, attira facilmente l'attenzione sui portieri che si distinguono.

    Osservando la classifica, balza all'occhio la discesa di Julio Cesar, passato dal secondo all'ottavo posto. Neuer, come accennato, sfrutta la ribalta internazionale e si piazza dietro a Casillas. Valdés approfitta del miglior Barca della storia per salire sul gradino più basso del podio. Primo e non unico degli italiani è Buffon, ripresosi dopo il lungo infortunio della scorsa stagione; apparizione anche per Abbiati, protagonista nello scudetto milanista (e nel nostro piccolo, vincitore del nostro concorso/sondaggio). Segnaliamo il sesto posto di Muslera, autore di un'ottima Coppa America, la prima (e non ultima) apparizione di Joe Hart e la scomparsa di De Gea. Non da ultimo, la perdita di posizioni di Stekelenburg che nel 2010 si fece conoscere al pubblico con la sua Olanda.

    1. Iker Casillas Real Madrid CF España 248
    2. Manuel Neuer FC Bayern München Deutschland 130
    3. Víctor Valdes FC Barcelona España 114
    4. Gianluigi Buffon Juventus FC Torino Italia 63
    5. Petr Čech Chelsea FC London Česká Rep. 41
    6. Fernando Néstor Muslera Galatasaray SK İstanbul Uruguay 34
    7. Charles Joseph John Hart Manchester City FC England 26
    8. Julio César Soãres Espíndola FC Internazionale Milano Brasil 23
    9. Justo Wilmar Villar Club Estudiantes de La Plata Paraguay 17
    10. Edwin van der Sar Manchester United FC Nederland 16
    11. Maarten Stekelenburg AFC Ajax Amsterdam Nederland 13
    12. Christian Abbiati AC Milan Italia 10

    Hugo Lloris Olympique Lyonnais France 10
    14. Mohamed Saqr Ahmed Al-Sadd SC Doha Qatar 6

    Séamus John James Given Aston Villa FC Ireland 6

    Jhonny Cristián Herrera CD Universidad de Chile Chile 6
  • I guanti Reusch 2012 ancora Keon... LTD

    Guanti Reusch Julio Cesar Abbiati 2012Siamo vicini al Natale e come ogni anno, Reusch decide di lanciare la sua nuova linea dei guanti, in corrispondenza delle festività di fine anno. Come vi sarete già accorti dalla foto, questa volta non saremo qui a scrivere di una nuova linea, ma di un semplice restyling grafico con alcune novità in due lattici tra i più importanti. La scelta di Reusch va nel solco già tracciato da altre aziende, che piuttosto che lanciare nuovi modelli ogni anno, decidono di introdurre solo piccole variazioni grafiche. Il nome Keon, quindi resta immutato, ma viene affiancato da LTD, abbreviazione di limited.

     

    Keon Deluxe G2 Ortho Tec LTD

    Si parte subito con il modello di punta, un concentrato di tecnologia che ha pochi eguali nelle proposte delle altre aziende produttrici. Oltre alla nuova colorazione, la vera novità è nella nuova mescola G2 Ultrasoft, che va a sostituire la precendente G1, migliorandola sia in presa che resistenza all'abrasione. Ricordo sempre che il modello Ortho Tec è quello con le stecche, come sempre estraibili in tutti i modelli di fascia alta.

     

    Keon Deluxe G2 LTD

    Versione sostanzialmente identica a quella steccata. Non ci sono altre differenze. Quindi se volete il top di gamma, ma non siete amanti delle stecche protettive, questa è la scelta più adatta alle vostre esigenze. Non da ultimo, questa è la colorazione utilizzata da Julio Cesar, Abbiati, Storari, Consigli e altri portieri sponsorizzati Reusch.

     

    Keon Pro M1 LTD

    Il modello di punta con palmo piatto e lattice M1. Un paio di guanti apparentemente classico, ma con alcune caratteristiche tecniche che lo contraddistinguono dagli altri (maggiori informazioni nella scheda tecnica del prodotto). La colorazione è attualmente scelta dal portiere del Cagliari Agazzi.

     

    Keon Pro Duo M1 LTD

    Nuova colorazione anche per il modello con il lattice Duo M1 (quello usato da molti dei portieri sponsorizzati Reusch nei loro modelli personalizzati). Il giallo è lo stesso usato nelle versioni 2011. Che altro aggiungere che già non si sappia di questo fantastico guanto? Non lo conoscete? Tutte le caratteristiche le trovate sempre nella scheda prodotto ;)

     

    Keon Pro A2 LTD

    L'eccellenza assoluta per i lattici da bagnato con in più ancora più durata rispetto al lattice A1. Il Keon Pro A2 LTD è probabilmente il guanto più innovativo della collezione, con un palmo il cui spessore è stato da noi misurato ben 5 mm, e un'adesività che sembra fuori dal comune. Se volete il massimo sul bagnato, ma anche in condizioni di umido, questa è la vostra scelta.

     

    Keon SG Air LTD

    Come sempre, disponibile anche la versione economica, con lattice SG Soft Grip e materiali più resistenti. Rispetto alla versione precedente, torna il dorso in Soft EVA, opaco e più resistente del Soft PVC della versione SG Elite. Il cinturino rimane non personalizzabile.

     

    Conclusa la carrellata dei nuovi modelli, ricordo che dal mese di gennaio arriveranno altri modelli, tra cui il Keon Pro G2 LTD e il Keon D1 LTD. Come sempre, non mancheremo di darne notizia attraverso tutti i nostri canali.

Oggetti 1 a 10 di 14 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
Presenti su Google+