adidas

  • URG Adidas - tutti i segreti dei nuovi lattici

    I lattici dei guanti da portiere Adidas

    Con l'ingresso di Gigio Donnarumma nella scuderia Adidas, i guanti Predator ora hanno ancora più visibilità e - salvo sorprese - l'onore e l'onere di essere indossati anche dal portiere titolare della Nazionale Italiana.

    Diventa quindi necessario conoscere meglio i lattici URG, che da qualche mese sono montati sui guanti adidas dai Predator Pro ai Predator League. Questo post serve proprio a questo.

    Cosa vuol dire URG?

    La sigla URG sta per Unrivaled Grip. Tradotto letteralmente in italiano diventa "Grip senza rivali".

    Trattando altri marchi, mi permetto di alzare quanto meno un sopracciglio, visto che la concorrenza offre lattici altrettanto eccellenti e ampiamente apprezzati sia dai professionisti che dagli appassionati del ruolo, però obiettivamente ci sono delle innovazioni che ora presenterò.

    ✴️ Le tre tipologie di lattice URG

    URG 1.0

    ➡️ In teoria il top di gamma. In pratica il lattice più morbido mai visto su un guanto da portiere, con un effetto "memory foam" che stupisce se si appoggia un dito sulla mescola.

    Adidas sulla confezione dei guanti lo indica per partite esclusivamente su erba naturale e su campi umidi. Vanno benissimo in condizioni di pioggia. L'azienda tedesca raccomanda l'uso esclusivo in gara e non in allenamento.

    Per ora è solo di colore bianco, cosa che su alcuni modelli più colorati ne può rovinare l'estetica. Lo si trova solo su alcuni Predator Pro, denominati "Promo".

    Guanti con lattice URG 1.0

    Le mie considerazioni: il fatto che tutti i portieri Adidas (l'unico che ha fatto eccezione è stato Provedel dell'Empoli nella partita contro il Napoli) stiano utilizzando URG 1.0 sui propri guanti, fa capire l'effettiva qualità di presa di questo materiale.

    Il rovescio della medaglia è un'usura molto rapida, che ricorda, da quanto visto in diverse foto i primi lattici da bagnato usciti in passato. Se non avete paura di consumare un paio di guanti in un paio di mesi, URG 1.0 è una scelta da prendere assolutamente in considerazione.

    C'è da dire però che Reusch (G3 Fusion) e Uhlsport (Supergrip) hanno mescole altrettanto adesive, ma con una resistenza al consumo nettamente superiore. Continua a leggere

  • Che guanti da portiere usa Perin?

    Mattia Perin è attualmente uno dei portieri della Juventus e nelle rotazioni della nazionale maggiore.

    Al Genoa sin dalle giovanili, ha girovagato a Padova e Pescara, per poi tornare e affermarsi tra i professionisti con i grifoni.

    Nel giugno del 2018, la Juventus lo ha acquistato per 12 milioni di euro.

    Ha subito due rotture ai legamenti del ginocchio in due anni. Infortuni che avrebbero messo a dura prova molti, ma lui è sempre riuscito a recuperare pienamente la forma fisica.

    Dall'estate 2018 indossa guanti da portiere Adidas e attualmente il Predator Pro Solar Yellow.

    Questo cambio di sponsor è arrivato dopo una lunghissima appartenenza a Puma, sin dalle giovanili del Genoa, con la quale divenne anche campione d'Italia primavera. Poi, nel corso della stagione 2017/2018 ha indossato alcuni modelli Uhlsport, ma non si è mai concretizzato ufficialmente l'accordo con il brand tedesco.

    Perin ha sempre usato i modelli evoSPEED Puma, piuttosto che gli evoPOWER, come fatto da Buffon e Donnarumma.

    Anche la scorsa estate, in ritiro e nelle amichevoli, Perin indossava guanti da portiere Uhlsport. Eppure, nello stesso periodo, iniziava ad alternarli con gli Adidas.

    Con l'inizio ufficiale della stagione, Perin usa solo guanti Adidas, ma non è chiaro se l'accordo sia ufficiale o provvisorio. Continua a leggere

  • La mia prova degli Adidas Ace Zones Pro

    guanti adidas portierecalcio

    I portieri che hanno superato i 35 anni, sono cresciuti in Italia con il mito dei guanti Uhlsport e Reusch. I due marchi erano imprescindibili per gli appassionati che si riconoscevano tra loro, proprio indossando un paio dell'uno o dell'altro marchio. Questo binomio, motivato o meno, si è trascinato sino ad oggi. I guanti realizzati da Nike, Adidas e Puma, senza citare altri produttori, vengono talvolta visti con sospetto, nel timore che possano essere peggiori o comunque meno efficaci di Uhlsport e Reusch.

    In questo articolo vorrei valutare i progressi fatti dai brand generalisti e parlerò della mia esperienza diretta con gli Adidas Ace Zones Pro, nella versione blu usata da Manuel Neuer. Le mie impressioni possono valere anche altri modelli di diverso colore, non cambiando nulla oltre questo aspetto grafico.

    Abituato a usare principalmente modelli con stecche o comunque abbastanza massicci, mi sono approcciato con curiosità e voglia di testare qualcosa di totalmente nuovo. Posso già anticipare che gli Ace Zones Pro sono stati una vera sorpresa.

    Li ho trovati molto leggeri e le cuciture negative rendono la zona delle dita attillata, lasciando il corpo della mano abbastanza libero senza stringere sul fianco. Davvero utile, la zona di lattice rinforzato posizionata sulla base del palmo. Chi tende a consumare il lattice in quella parte del guanto, ne sarà soddisfatto. Continua a leggere

  • Che guanti da portiere usa Pepe Reina?

    Il portiere del Milan, Pepe Reinaindossa dai Mondiali 2018 i guanti da portiere Puma dopo aver usato per alcune stagioni i guanti da portiere Adidas.

    Il cambio di sponsorizzazione è avvenuto in contemporanea con il passaggio dell'esperto portiere al Milan.

    Come anticipato, Reina prima portava guanti Adidas, ma non è stato l'unico marchio che ha indossato. C'è stata una lunga parentesi ai tempi del Liverpool, dove ha usato guanti Uhlsport. E' stato anche testimonial di Joma, a cui l'azienda spagnola ha anche dedicato una serie di maglie da portiere.

    Pepe Reina indossa guanti da portiere Puma One Grip 1 in colorazione verde e nera.

    Non dimentichiamo la versione One Grip 3 di prezzo più basso, adatto per uso amatoriale.

    E per i bambini? Non manca il modello One Grip 1 in versione junior.

    Se volete vedere i modelli attualmente in vendita sul nostro ecommerce, vi rimando alla pagina completa dei guanti da portiere Puma. Sotto, infine, trovate la linea grafica del modello che Reina sta attualmente indossando.

    Reina usa i guanti Puma One Grip 1

    Articolo aggiornato al giorno 9 aprile 2019

    novità guanti da portiere

  • Analisi del video di presentazione dei guanti Adidas Ace Zones Pro

    Guanti portiere Adidas Ace Zones ProAdidas ha pubblicato un video in cui presenta i guanti da portiere Ace Zones Pro, modello indossato dai portieri professionisti a partire dalla prossima stagione, con il debutto tra le mani di ter Stegen in finale di Champions League.

    Un paio di guanti che si rinnova rispetto alla precedente versione e lo fa in diversi aspetti. Analizziamo il video, in inglese, per scoprire tutte le novità. Ovviamente non c'è bisogno di commentare la scelta cromatica, evidente e decisamente diversa alle ultime due versioni del Predator.

    Palmo bicolore dei guanti Adidas Ace Zones Pro

    Iniziamo con il focalizzarci sul palmo, in due colori, giallo e nero. Viene evidenziata la scelta di unire assieme le due colorazioni, abbandonando quanto visto sul Predator, dove le zone diversamente colorate erano cucite e sovrapposte su ogni singolo dito. Si accenna a presunti vantaggi in fase di presa e ammortizzazione, ma non immaginiamo a vantaggi così evidenti, limitandosi esclusivamente ad una scelta tecnica non impattante. Continua a leggere

  • I nuovi colori dei guanti Adidas Predator

    Guanti Adidas PredatorCome spesso accade per i lanci delle nuove collezioni di accessori per il calcio, noi portieri siamo sempre relegati, quando va bene, in un angolo. Nessuna promozione degna di tal nome o anche semplici riferimenti ai guanti da portiere legati alle nuove scarpe, loro sì, sempre al centro dell'attenzione mediatica. Siamo abituati e nel nostro piccolo, cerchiamo di dare dignità ai nostri 'strumenti del mestiere' preferiti. E così faremo anche per la nuova colorazione dei modelli Predator.

    Adidas ha lanciato ufficialmente i suoi ultimi prodotti con la campagna THERE WILL BE HATERS (ci saranno disprezzatori). Immagini, articoli dedicati ed il classico video promozionale. I testimonial sono Suarez, Benzema, Bale e James. Manca qualcosa? Tipo Neuer o quantomeno un'altro dei tanti portieri di spessore sponsorizzati dall'azienda tedesca? Fa nulla, tanto noi portieri siamo sempre quelli da abbattere grazie al potere salvifico delle scarpe. Ci pensiamo noi a colmare la lacuna :)

    Prima, però, una piccola premessa sulla mancanza di alcuni modelli dello Zones Pro nelle scorse settimane. Noi, come per tutti gli altri marchi, dipendiamo dalle sezioni distaccate o dai distributori italiani. Questi possono scegliere di scartare alcuni articoli e questo è avvenuto per gli Zones Pro verdi ed i modelli speciali riservati a Neuer, Casillas e Cech. I motivi? Loro scelte commerciali. Fatto anche questo chiarimento, posso finalmente presentare nel dettaglio tutta la nuova collezione a noi riservata.

    I modelli disponibili al lancio sono sette (arriverà anche la versione fingertip). Tre di questi sono steccati e quattro no. Il range di prezzo varia da tanto (159 euro) a poco (32 euro). Non abbiamo preso modelli più economici, perché facilmente reperibili nei normali negozi, ma soprattutto perché non all'altezza di quello che riteniamo lo standard minimo che dovrebbe garantire un paio di guanti da portiere. Continua a leggere

  • Le prime novità nei guanti dei portieri della prossima Serie A

    I mondiali sono alle spalle ed i portieri si stanno già preparando da settimane, alla nuova stagione nei propri club. Rispetto a quanto accaduto lo scorso anno, sono pochi i movimenti di rilievo, ma il mercato è aperto ancora per un mese e molto potrebbe succedere, soprattutto se gli allenatori dovessero ritenere insoddisfacenti le scelte fatte sino a questo momento. Ne riparleremo comunque a mercato concluso. In questo pezzo, invece, trarrò spunto per vedere quali nuovi guanti indosseranno i portieri all'avvio del campionato. Non sarà un elenco dettagliato, ma l'importante è farsi un'idea di cosa vedremo in campo per la prima parte della stagione.

    Iniziamo con il portiere campione d'Italia, il Gigi nazionale, vabbé, lui... Buffon, che dopo la parentesi (discutibile...) dei guanti dai colori diversi, torna al classico, con la nuova versione degli evoPOWER Puma. Non cambia nulla, se non i colori dei dettagli grafici. In Serie A verranno indossati anche da Agliardi, tornato in Serie A con il Cesena. Restando su Puma, Perin userà la nuova versione degli evoSPEED, questi sì, rinnovati oltre che nel colore, anche nella struttura. Continua a leggere

  • Perché Neuer è davvero il portiere più forte del mondo

    Il Mondiale in Brasile si è appena concluso con la vittoria meritata della Germania. Squadra organizzata, fisica e tecnica. E con un grandissimo portiere, Manuel Neuer.

    Si è fatto un gran parlare e scrivere di un campionato del mondo con i portieri protagonisti. Per quanto la cosa possa farmi piacere, a mente fredda non direi che questa manifestazione possa essere davvero ricordata per le loro prestazioni. Certo, per chi non è abituato a seguire il calcio, le prestazioni di Keylor Navas od Ochoa potranno sembrare straordinarie, ma si è trattato solo di buone prestazioni fornite da buoni portieri. Anche il momento di gloria di Krul, fatto passare come un carneade e non come un esperto portiere della Premier League, dimostra come tutto sia più da ricondurre nel sentiero dell'entusiasmo del momento, che non in quello di un ponderato giudizio tecnico. Poi certo, possiamo anche esaltarci per alcuni validi portieri sudamericani od africani, ma il livello medio della Champions League è certamente superiore a quello espresso in Brasile.

    Chiusa la piccola parentesi sugli altri, torno a scrivere di Neuer, uno dei simboli principali di questa Germania vincente, un atleta moderno che ha degnamente rappresentato la tradizionale scuola dei portieri tedeschi. Ha vinto il premio di miglior portiere e, opinione personale, poteva essere al posto di Messi come miglior giocatore assoluto del torneo. Ma cosa ha fatto di così importante, da arrivare a pensare con convinzione che ora sia il miglior portiere in assoluto?

    Partiamo dal presupposto che anche se non in modo evidente,  è sempre stato decisivo per le sorti della sua squadra. Ha sempre giocato bene ed ha sorpreso il grande pubblico (quello che lo conosce poco o per nulla) soprattutto contro l'Algeria, uscendo più volte in maniera apparentemente scriteriata, ma sempre con tempismo e precisione. Fa impressione vedere il grafico delle zone occupate durante gli ottavi di finale, dove ha percorso oltre 5,5 km.

    E' la partita dove ha impressionato di più, diventando il famoso difensore aggiunto, chimera di tanti allenatori offensivi. Una tale autorità ha due evidenti benefici: rassicura i propri difensori da una parte ed intimorisce gli avversari dall'altra. Un vantaggio psicologico notevole.

    Poi certo, ci sono alcuni buoni interventi, come la respinta quasi autoritaria su Benzema ai quarti di finale, dove molti altri portieri avrebbero provato a chiudere in uscita o ad anticipare il tuffo. Ma l'aspetto dominante di Neuer è la sua imponente fisicità, unita al coraggio quasi spavaldo e quella concentrazione assoluta nei riguardi del pallone, l'unico oggetto meritevole di attenzione e riguardi. Ne ha fatte le spese Higuain vittima di una ginocchiata forse pericolosa, ma del tutto legittima (è il modo corretto di intervenire, proprio con il ginocchio alto a protezione del corpo. Fosse uscito a gamba tesa, parleremmo di un comportamento violento e pericoloso). Si tratta di professionismo e di una finale mondiale, non di una partita tra amici.

    Qualcuno potrà obiettare legittimamente che ci sono altri portieri che si sono dimostrati all'altezza, come Keylor Navas, Howard o Courtois, solo per citarne alcuni, ma per quanto bravi (soprattutto nel caso del giovane portiere belga), Neuer ha dimostrato di essere il più forte sul campo e di incutere davvero timore negli avversari. Sempre a testa alta, oltremodo sicuro nelle uscite su cross e palle inattive, forte con i piedi e abile tra i pali. Diventa davvero complicato sostenere che non sia, almeno ora, il numero uno tra tutti. Poi, è più che legittimo poterne criticare la tecnica di uscita o di tuffo (entrambe nel solco dell'attuale scuola tedesca), ma restano sempre opinioni che non possono distruggere le fondamenta su cui è costruita l'attuale forza del portiere tedesco.

    Scontato per lui, un nuovo successo nella classifica annuale IFFHS del migliore portiere del mondo nel 2014. Ma siamo sicuri non possa essere in lizza per vincere anche il Pallone d'Oro FIFA? Abitualmente viene vinto da un giocatore che ha vinto la coppa del mondo, evento sfatato nel 2010 da Messi (Xavi od Iniesta l'avrebbero meritato al suo posto). Difficile possa accadere quest'anno, con il fuoriclasse argentino senza alcun titolo da apporre sulla medaglia. E quindi. chi meglio di Neuer per questo premio? Difficile immaginare Ronaldo, anche lui sottotono con il Portogallo e così, gli unici antagonisti potrebbero essere alcuni suoi compagni di squadra, con Mueller come principale antagonista. Manca ancora tanto tempo, ma forse quello che non è stato assegnato a Buffon nel 2006, potrebbe essere concesso a chi, nel 2014, ha scritto un'importante pagina di storia sportiva.

  • I guanti da portiere e le maglie Adidas per la seconda parte del 2014

    Come annunciato dopo i primi arrivi Adidas, con l'estate sarebbe iniziata a pieno regime la vendita dei prodotti della nuova collezione di guanti ed abbigliamento del famosissimo marchio tedesco.

    Nei tempi previsti per le prime consegne, sono infatti arrivati i primi nuovi modelli della collezione Predator per la seconda parte del 2014, compresi i guanti indossati nel corso dei Mondiali 2014 in Brasile da tanti portieri, a partire da Neuer, Casillas, Ospina, Cillessen, Romero (solo per citare i cinque portieri titolari arrivati ai quarti di finale con questi guanti). Al momento non sono ancora disponibili i modelli con stecche protettive, ma arriveranno nei prossimi giorni. Dalle nostre informazioni, la versione arancio sarà quella utilizzata dai portieri sponsorizzati nei propri club, quindi la vedremo in Italia, anche su Bardi, Rafael, Pegolo, Fiorillo e tutti gli altri portieri Adidas.

    Continua a leggere

  • La protezione nelle maglie da portiere. Una classificazione sintetica

    maglie portiere

    Aggiornato il 06/07/2017

    Se venti anni fa ci fossimo chiesti cosa contraddistinguesse un portiere dagli altri giocatori, la maggior parte delle risposte sarebbe stata stata la maglia, piuttosto che i guanti. Non c'erano vincoli di sponsorizzazione e di colori, e questo lasciava totale libertà alle aziende produttrici, di creare modelli appariscenti e facilmente riconoscibili.

    Oggi, invece, la situazione è radicalmente cambiata, con limiti imposti che lasciano poco spazio all'immaginazione, unita alla scarsa attenzione che i grandi marchi rivolgono al ruolo del portiere. Oltre a linee e colori, un altro importante aspetto tecnico che è venuto a mancare, nonostante gli evidenti progressi nei materiali, è la protezione, ben presente nelle anonime maglie da allenamento, ma spesso dimenticata in quelle da gara.

    Sul nostro ecommerce, abbiamo cercato di dare spazio a tutte le tipologie di maglie, dando loro la giusta importanza e rimarcando la necessità di un'adeguata protezione, spesso sottovalutata sino all'inevitabile trauma o infezione (molto più comuni di quanto si pensi).

    Data la vasta scelta di maglie da portiere disponibili, abbiamo pensato di proporre una classificazione, citandole per livello di protettività. A differenza dei guanti, dove tra palmo, taglio e stecche le impressioni sono spesso soggettive, nel caso dell'abbigliamento è più semplice dare giudizi su quanto e come proteggono le diverse parti del corpo. Continua a leggere

Oggetti 1 a 10 di 14 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
Presenti su Google+