allenatore

  • Intervista a Max Pirotta - allenatore dei portieri

    intervista a max pirotta

    Abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con Max Pirotta, parlando dei suoi progetti attuali e futuri e affrontando insieme alcuni suoi successi importanti e le sfide che ci attendono nel futuro. Buona lettura!

    Il tuo rapporto con Jacopo Viola

    Ciao Max. Prima di tutto parliamo di Jacopo Viola. Fenomeno sui social con i suoi interventi e i suoi allenamenti tra i pali, che ha trovato la sua strada e la sua dimensione negli Stati Uniti, firmando anche un contratto con Storelli.

    Cosa ci racconti di lui?

    Ciao, beh cosa dirvi se non spendere parole splendide per una persona cosi. Un atleta incredibile, nel vero senso della parola.

    Di Jacopo Viola, purtroppo si notano soltanto quei 10 secondi di Reel dove fa vedere una grande parata ma c’è molto altro. C’è dedizione, disciplina, allenamento in palestra, alimentazione sana e anche allenamento mentale.

    Non ha mollato un centimetro, ogni giorno e per tutto il tempo in cui siamo stati in contatto quando era qui ho potuto vedere un professionista molto determinato e con grande fame.

    Avrebbe meritato molto di più finora ma sono sicuro che il futuro gli riserverà grandissime opportunità.

    Infine la firma con Storelli non è una sorpresa, sono contento che un grande brand come quello italo americano si sia interessato a lui, soprattutto ora che è li è più facile creare anche contenuti per loro, ma non dimentichiamoci del bellissimo lavoro svolto insieme a Federico e a tutto il team IILEVEN.

    L'Eleven Football Academy

    Sei impegnato a tempo pieno con la Eleven Football Academy e state crescendo tantissimo. Ora c'è anche la gestione dei Camp. Come ti sei organizzato?

    Eleven Football Academy è una famiglia, la mia e la nostra seconda casa. E’ un’accademia di perfezionamento calcistico nata dall’unione di Federico Volonterio, Jacopo Marafante e me.

    Dopo una precedente esperienza insieme, abbiamo notato che il modo di vedere il calcio era molto simile e vista la stima reciproca, decidemmo di iniziare questo percorso.

    scuola portieri eleven football
    La nostra academy si occupa di portieri e non solo, oltre a questo reparto di cui sono responsabile, abbiamo una sezione dedicata ai giocatori di movimento, una alla preparazione atletica, una parte di calcio freestyle, una di Mental coaching (tendenzialmente per i più grandicelli) e varie possibilità di fare corsi online.

    Di recente abbiamo introdotto anche una parte che si chiama Eleven Kids, per i più piccini (4-6 anni), dove lavoreremo su schemi motori, capacità coordinative e cognitive con l’obiettivo di creare una solida base per affrontare il gioco del calcio.

    I camp di quest’anno, invece, avranno 2 date.

    La prima è a Varedo in provincia di Monza e Brianza dal 9 al 25 Giugno. La seconda invece è una settimana a Rimini, dal 4 al 10 Luglio. In entrambi i casi dovremo, come è normale che sia, rispettare in maniera rigida tutti i protocolli Covid.

    Mascherine, distanziamento e igiene sono un’arma fondamentale per uscirne il prima possibile. Attendiamo con ansia che i vaccini facciano effetto, per poter almeno all’aria aperta andare in giro spensierati.

    Fare Mental Coaching

    Ti stai occupando nell'ultimo periodo anche di Mental Coaching. Come affronti questo lavoro e cosa senti di dare a chi chiede il tuo aiuto?

    Lo affronto con rispetto e umiltà perché è un lavoro molto complicato che necessita di competenze e sensibilità.

    Durante la pandemia ho deciso di non voler rimanere fermo, non me ne sarei mai perdonato. E’ vero, fuori c’era una situazione terribile, ma ho voluto trovare il “bello” in una situazione devastante. Da tempo volevo fare un corso, serio, sul Mental Coaching e che soprattutto mi desse non un pezzo di carta qualsiasi.

    Mi sono imbattuto in un corso che si sarebbe dovuto tenere in presenza, a Pescara, ma che per ovvie ragioni non si è potuto fare, quindi si è optato per l’online allargandolo cosi a tutta Italia. Era il diploma nazionale per Mental coach Professionista riconosciuto dal Coni, 50 ore + esame finale.

    Vi garantisco, non è stato per nulla semplice, ma ho trovato un docente, il Dott. Roberto Ardizzi, che ha saputo spiegare tutto quel fantastico mondo rendendolo molto appassionante.

    Da li in avanti ho incominciato a lavorare con calciatori professionisti e dilettanti, portieri e non, con cui ho iniziato un bellissimo cammino. Non esistono regole fisse per un atleta vincente, ma sicuramente lavorare costantemente e con impegno, dandosi obiettivi a breve e a lungo termine, si possono ottenere grandi risultati.

    Il Post Covid-19 per i portieri

    A proposito di aiuto. Come si deve preparare mentalmente un portiere dopo tanti mesi di inattività a causa del Covid-19?

    Beh, tutto questo ci ha messo fortemente alla prova, è inevitabile. Mi è capitata una situazione del genere da gestire, riguardante proprio un portiere nel pieno periodo pandemico.

    Un atleta, in questo periodo storico, si sente completamente perso, senza punti di riferimento, ma soprattutto senza motivazione.

    Parto dal concetto che credo sia fondamentale non aver perso tempo nel periodo di lockdown, anzi, sarebbe stato giusto trarne benefici, proprio come ogni atleta con una mentalità vincente dovrebbe fare. Secondo me la mentalità vincente è alimentata dalla motivazione. Bisogna dare molta importanza alla quotidianità e valorizzare il tempo che si ha per organizzare le proprie giornate insieme al proprio Mental Coach, soprattutto in pandemia.

    Se un ragazzo ha un obiettivo ben definito in mente, questa cosa verrà in maniera naturale, sapendo già che cosi facendo, quando si tornerà alla normalità ci si farà trovare pronti. Non si può pensare essere rimasti mesi sul divano e poi rialzarsi pretendendo da se stessi di essere come prima.

    Il rapporto con i Social Network

    Sui social network sei seguitissimo e su Instagram e Tik Tok hai raggiunto enormi risultati. Come stai ottenendo questo? Quanto impegno dedichi alla comunicazione online?

    Per me è un divertimento, una cosa che è partita oramai 3/4 anni fa, quando iniziai a fare numeri abbastanza buoni su Facebook.

    Mi diverto ma studio davvero tanto, ho sempre pensato che il futuro fosse stato li e ho avuto ragione come tantissimi altri.

    In futuro mi piacerebbe fare anche delle mini classi online per il Marketing Online correlato allo Sport, esponendo le mie esperienze e dando dei consigli.

    Dopo Facebook, avevo intuito che la successiva piattaforma sarebbe stata Instagram quindi iniziai a pubblicare li, per poi passare a Tik Tok.

    Per un preparatore dei portieri sono ottimi numeri penso.

    Ad oggi sono a quasi 15.000 fan su Instagram e +55.000 su TikTok mentre la pagina Facebook è a circa 8000.

    Il video invece con più visualizzazioni ha raggiunto ad oggi 5 Milioni di persone e lo ritengo un risultato impensabile; esattamente come essere andato 3 o 4 volte su 433.

    C’è una cosa che mi rende più felice dei numeri e sono gli apprezzamenti.

    Il fatto che piaccia il mio modo di vedere il ruolo, delle proposte che faccio e di come alleno mi da veramente tantissimo e per questo ringrazio in primis voi di Portierecalcio.it visto che siete stati i primi a credere in ciò che facevo anni fa.

    novità guanti da portiere

1 oggetto(i)