ballotta

  • Ballotta sta per appendere i guanti da portiere al chiodo

    Solo qualche mese fa Ballotta dichiarava di avere ancora voglia di giocare a livello professionistico, ma l'arrivo di Carrizo e la scelta della Lazio di trattenere Muslera, hanno allontanato il 44enne portiere della Lazio. Il calciomercato non gli ha offerto nessuna occasione interessante, quindi è arrivata la proposta del Modena, squadra in cui ha militato per ben 10 stagioni nel corso della sua lunghissima carriera: ruolo da dirigente generale degli emiliani. Dopo alcuni giorni di riflessione (e attesa per altre offerte?), il vecchietto terribile del calcio italiano sembra proprio che stia per accettare questo importante incarico lontano dal campo. Ballotta lavorebbe al fianco del ds Doriano Tosi.

    Per il portiere di Casalecchio di Reno si chiude quindi una carriera interminabile, iniziata nel 1982 e decollata nel 1990 con l'esordio in A con il Cesena. Poi tante stagioni sempre in A e in B e molti successi (1 Scudetto, 3 Coppe Italia e 1 Supercoppa italiana nonché 2 promozioni in Serie A ed altre 2 in Serie B. A livello internazionale, inoltre, ha vinto 2 Coppe delle Coppe e 2 Supercoppe europee). Ballotta detiene anche i seguenti record personali:

    - Più anziano giocatore che abbia mai giocato in Serie A,
    - Più anziano giocatore che abbia mai giocato in Champions League,
    - Minor numero di reti subite in un campionato di calcio professionistico italiano.

  • Carrizo alla Lazio. Sei milioni di euro per chiudere con il River Plate

    Juan Pablo Carrizo può considerarsi a tutti gli effetti il nuovo portiere della Lazio. Il Presidente Lotito avrebbe versato i 6 milioni di euro necessari per concludere l'accordo tra la Lazio e il River Plate (un milione era già stato versato). Il portiere argentino era l'obiettivo dichiarato di mercato per sostituire Ballotta, degno traghettatore in questa tribolata stagione biancoceleste.

    Già vicinissimo a giocare in Italia la scorsa stagione, Carrizo vide sfumare l'arrivo in Italia per problemi con il passaporto. Ora che Quaresma ha ottenuto la doppia cittadinanza, non ci sono più impedimenti per l'arrivo del giocatore, consigliato espressamente anche da Angelo Peruzzi, importante consigliere nella scelta del nuovo portiere laziale, che ne ha apprezzato il senso della posizione, la mentalità e la capacità di comandare e dare sicurezza ai compagni. Auguriamo a Carrizo un futuro ricco di successi e di non ripercorrere i passi dello sfortunato Muslera.

  • Ballotta ha deciso di continuare un altro anno e non è detto che sia l'ultimo

    "Giocherò ancora un altro anno, mi diverto troppo e non ci penso proprio a smettere...". Il portiere della Lazio Marco Ballotta rivela la sua decisione davanti ai bambini della scuola elementare San Francesco di Roma. "Se devo essere sincero - spiega il 44enne giocatore agli alunni - già dieci anni fa dovevo smettere poi ho giocato altri dieci, e ne sono felice perchè si è rivelata la scelta giusta. Ogni anno mi dico che è l'ultimo, ma poi alla fine torno sempre in porta. Certo - conclude - anche quando sarò obbligato a smettere per me sarà triste perché giuro mi diverto tanto ancora tanto".

    Ancora titolare? Improbabile, che arrivi Carrizo oppure un altro, difficilmente Ballotta sarà ancora la prima scelta nella Lazio. Non che la cosa gli dispiaccia. Chiamato per fare il secondo di Peruzzi, s'è poi ritrovato a coprire il vuoto lasciato dal mancato arrivo del portiere argentino, già acquistato ma non tesserabile per il problema al passaporto. Titolare in campionato e in Champions League, dove ha anche avuto modo di stabilire il record del giocatore più anziano in campo. Improbabile a questo punto la permanenza a Roma di Muslera, voglioso di giocare con continuità.

3 oggetto(i)

Presenti su Google+