blog

  • Storari alla Fiorentina in prestito dal Milan

    La Fiorentina ha prelevato in prestito dal Milan con diritto di riscatto fissato a due milioni di euro, il portiere nativo di Pisa, Marco Storari. Dopo due mesi scarsi, passati dalla riconferma a Cagliari, alla possibilità di giocarsi il posto da titolare al Milan, sino agli interessamenti mai confermati di altre squadre di A ed estere, Storari andrà a fare la riserva di Frey, forse non esattamente quello che sperava, ma sicuramente meglio del disinteresse mostrato da Galliani. Il neo acquisto effettuerà già domani le visite mediche di rito e si aggregherà alla squadra, già in ritiro, da martedì.

    Le prime parole di Storari da giocatore della Fiorentina: "Vengo a Firenze per giocare. Frey è il titolare ma io voglio ritagliarmi i miei spazi. Sono contento di arrivare in una squadra che sta facendo grandi cose".  Corvino ha anche confermato Avramov, quindi Prandelli avrà a disposizione tre portieri di livello per affrontare la prossima stagione, che avrà inizio fra un mese con i preliminari di Champions, un obiettivo fondamentale per la società fiorentina.

  • Toldo rifiuta il Chievo e sfida Julio Cesar

    Sfuma il trasferimento di Toldo al Chievo Verona. E' questo quanto possiamo dire, dopo le dichiarazioni del portiere italiano, che rinvigorito dal cambio di direzione tecnica, non vede l'ora di rimettersi al lavoro e mettere in difficoltà lo stesso Mourinho. Toldo ha affermato: "E' che mi sento ancora un portiere con la P maiuscola. Voglio giocarmi la possibilità di tornare titolare con l'Inter: c'è stato il cambio di allenatore. Insomma, è una possibilità importante per il sottoscritto. Proverò a riconquistarmi il posto da titolare con la maglia nerazzurra".

    Che dire? Le dichiarazioni di Toldo in un certo senso stupiscono, essendo le gerarchie in porta all'Inter, più che consolidate dalle ottime stagioni di Julio Cesar, avvantaggiato anche dall'età. Toldo comunque torna utile, in quanto italiano, nella lista Champions, oltre che per l'indiscussa qualità e grande esperienza che è in grado di fornire ogni qualvolta viene chiamato in causa. Non vedo l'ora di leggere l'eventuale risposta di Julio Cesar, che nel caso in cui dovesse arrivare, sarà sicuramente improntata al fair play e al rispetto per il compagno. Poi toccherà al sudore e al campo.

  • Parate. Casillas su De Rossi

  • Terzo portiere in attacco. La Turchia decimata da infortuni e squalifiche contro la Germania

    L'Italia è stata eliminata (giustamente) dagli Europei e dopo la scorpacciata del mondiale vinto, si torna a casa con le pive nel sacco. Ma noi che siamo un blog dedicato eclusivamente ai portieri, non potevamo non scrivere dell'idea bizzarra di Terim, allenatore della nazionale turca, costretto tra infortuni e squalificati (9 al momento) a far allenare il terzo portiere della Turchia, Tolga Zengin in posizioni diverse da quella abituale. Nell'allenamento sostenuto ieri, il giocatore è stato provato sia come difensore che come attaccante. Terim ha così motivato la sua scelta: "Vista l'emergenza che stiamo vivendo, nessuno può permettersi il lusso di essere impiegato solo nel suo ruolo tradizionale. Comunque ho fiducia nella mia squadra e nelle nostre capacità".

    Intanto, la Ferdercalcio turca ha fatto ricorso contro la squalifica di due giornate del portiere Volkan, ma ancora non è stata presa una decisione in merito. Per trovare un precedente simile, bisogna tornare indietro sino al 1996, anno in cui la Repubblica Ceca, poi sconfitta in finale dalla Germania, riuscì ad ottenere il permesso di convocare un giocatore alla vigilia della finale, proprio a causa di un'infinita serie di infortuni che avevano decimato la squadra. Questa volta però, l'Uefa non ha alcuna intenzione di accordare questo tipo di permesso. Alla Turchia non resta altro che sperare che non si faccia male nessun altro.

  • Ma che portiere vuole la Juventus? Manninger ora e Fiorillo in prospettiva

    Ci stiamo avvicinando alla fine di giugno e la Juventus non ha ancora acquistato quel portiere con esperienza internazionale, tanto richiesto da chissà chi, ma non certamente da Buffon, amico di Belardi e primo sponsor del compagno di squadra, vicinissimo al prolungamento del contratto al 2011. Se ne parla da mesi e noi, sin dall'apertura di questo blog "aziendale", ne abbiamo scritto diffusamente. Senza andare a controllare, i nomi che mi vengono in mente sono in ordine sparso, Sorrentino, Schwarzer (dato per certo all'inizio di maggio), Antonioli, Manninger e Iezzo, anche se credo di dimenticare qualcuno.
    In questo circolo vorticoso di nomi, ad oggi, il più vicino secondo la stampa è Alex Manninger, di proprietà del Salisburgo, ma titolare nel Siena. La società toscana sembrava intenzionata a confermarlo, ma improvvisamente la cosa non è più così sicura (anzi, si parla sempre più insistentemente di Curci e sappiamo l'influenza che la Roma ha sul Siena...). Beh, non mi stupirei se il prescelto a fare da secondo, considerando la volontà di Belardi a fare anche il terzo, possa essere uno che ancora non è stato citato da nessuno. E' certo che al ritiro manca poco e Buffon avrà bisogno di godersi qualche giorno di vacanza e far riposare la sua schiena dopo questa lunghissima stagione che speriamo possa continuare ancora per una settimana.

    Ah, non dimentichiamoci che la Juve sta seguendo con molta attenzione uno dei miglior prospetti italiani nel ruolo a livello primavera, nonché fresco campione d'Italia nella categoria. Stiamo parlando di Vincenzo Fiorillo della primavera della Sampdoria. La strategia della Juve è quella di bloccarlo in qualche modo, anche arrivando ad acquistarlo in comproprietà. Ma per lui c'è tempo.

  • Euro 08: prestazioni portieri nella terza giornata

    Chiusa la terza giornata (ok, siamo già ai quarti, ma ne parleremo come sempre alla fine..). Ben altre prestazioni hanno fornito i portieri, dopo un secondo turno ricco principalmente di incertezze.

    Girone A

    - Svizzera: Zuberbühler gioca al posto di Benaglio e disputa una buona partita. Ma quanti errori il Portogallo...
    - Turchia: Volkan tocca il pallone ogni volta che la Repubblica Ceca va a segno. Quanto tocca Koller va negli spogliatoi
    - Portogallo: Ricardo si prende i suoi due golletti che fanno contenti i padroni di casa
    - Repubblica Ceca: Cech disastroso in uscita. Va bene il pallone bagnato e i guanti inadatti, ma da un portiere della sua esperienza non ci aspetteremmo mai errori così grossolani. Prima del secondo gol non interviene su una punizione che rischia di sorprenderlo e si scusa con i compagni

    Girone B

    - Germania: Lehmann gestisce l'incontro tranquillamente. Gli austriaci fanno quel che possono, cioè poco
    - Croazia: Runje in campo con la Polonia. Lui si vede e timbra il cartellino. I polacchi meno
    - Polonia: Boruc ancora decisivo. Non riesce ad evitare che la sua nazionale perda, ma è bravissimo in almeno due occasioni
    - Austria: Macho resiste sino al missile di Ballack. Non che prima avesse dovuto svolgere chissà quale lavoro.

    Girone C

    - Italia: Buffon si vede una sola volta e alla grande. Intervento con una mano sola in fase discendente. Grandissimo
    - Romania: Lobont ancora positivo, ma non può resistere ai continui assalti orange
    - Francia: Coupet si riscatta dopo l'opaca partita contro l'Olanda. Benissimo su Grosso, è invece impotente sul rigore e la deviazione di Henry
    - Olanda: Stekelenburg prende il posto di van der Sar. Non se n'è accorto nessuno, tanto la Romania non avrebbe mai segnato

    Girone D

    - Spagna: Reina esordisce in nazionale e fa segnare l'unico gol agli ex campioni. Esce alla disperata nel secondo tempo, ma costringe Charisteas ad allargarsi troppo e concludere sul palo
    - Svezia: Isaksson poco reattivo su entrambi i gol, ma non gli si possono dare colpe, anzi evita che il passivo diventi tennistico
    - Grecia: Nikopolidis saluta la nazionale prendendo altri due gol e schiantandosi sul palo
    - Russia: Akinfeev sempre più convincente. Davvero un bel portiere

  • Euro 08: Italia ai quarti di finale!

  • Cech che errore in uscita!

    Ieri sera Petr Cech ha vissuto la giornata più nera della sua carriera (escludendo quella dell'infortunio alla testa). Quando sembrava che la partita stesse per concludersi con la vittoria della Repubblica Ceca e il passaggio ai quarti di finale dell'Europeo, una sfortunata uscita ha dato il là all'incredibile rimonta della Turchia. Un momento che abbiamo catturato con alcune immagini reperibili in rete. Siamo sicuri che il portiere ceco avrà modo di rifarsi, però questo è un errore che verrà ricordato per molto tempo.

    Secondo noi ha anche inciso il tipo di lattice utilizzato dai suoi guanti, non adatto a partite sotto la pioggia, come quella di ieri sera. Per chi volesse saperne di più, può leggere questo articolo.

  • Euro 08: prestazioni portieri nella seconda giornata

    Chiusa la seconda giornata (la terza è già iniziata ok, ma avremo modo di affrontarla...). Ben altre prestazioni hanno fornito i portieri, dopo un primo turno non particolarmente vivace.

    Girone A

    - Svizzera: Benaglio respinge male sul colpo di testa di Senturk e rimane beffato nel finale dal tiro di Turan
    - Turchia: Volkan gioca un'altra buona partita. Si disimpegna benissimo nel primo tempo, trasformandosi in un discreto portiere di pallanuoto
    - Portogallo: Ricardo viene impegnato soprattutto da Sioko, sia nel primo gol, che nel secondo tempo, quando alza senza difficoltà oltre la traversa
    - Repubblica Ceca: Cech para tutto il parabile e anche di più. Sul gol di Deco prova più volte a recuperare senza successo, mentre sul tiro improvviso di Ronaldo non ci sono particolari responsabilità

    Girone B

    - Germania: Lehmann sfortunato. Spettatore sul gol dell'1 a 0, si vede deviare il tiro sul palo nell'occasione del secondo gol
    - Croazia: Pletikosa non mette mai in pericolo il risultato. Partita di sostanza
    - Polonia: Boruc enorme. Non solo per la panzetta, ma anche e soprattutto per i grandissimi interventi nel primo tempo che salvano la sua squadra sino al rigore finale
    - Austria: Macho ancora in campo. Bene nel secondo tempo in alcune circostanze

    Girone C

    - Italia: Buffon para il rigore che avrebbe eliminato l'Italia. Bene in tutte le altre occasioni e incolpevole sul gol di Mutu, dopo lo sciagurato disimpegno di Zambrotta
    - Romania: Lobont interviene in più di una occasione in modo decisivo. Respinte, uscite e parate. Partita della vita
    - Francia: Coupet è incerto su tutti i gol. Non esce sull'angolo (potrebbe), si fa cogliere impreparato dal tiro addosso, sorpreso sul terzo e avanzato sul quarto. Complimenti vivissimi.
    - Olanda: van der Sar sta passando un momento di forma, probabilmente mai vissuto prima. Quando chiamato in causa, risponde sempre perfettamente

    Girone D

    - Spagna: Casillas non trattiene il tiro non irresistibile di Ibra, ma per il resto non viene impegnato
    - Svezia: Isaksson si immolla in un doppio intervento che lo lascia intontino per un pò di tempo. Tentativo disperato su Villa sul secondo gol
    - Grecia: Nikopolidis irresponsabile sul gol. Un errore clamoroso che di fatto elimina la sua squadra dalla manifestazione. Anche io avrei evitato di farmi quella passeggiata.
    - Russia: Akinfeev fa il suo dovere senza infamia e senza lode.

  • Navarro lo rivogliono in Argentina

    Saranno pure solo dei sondaggi, ma l'interessamento di River Plate e Boca Juniors per Nicolas Navarro, sono l'ultima cosa che avremmo dovuto sentire in questo movimentato calciomercato napoletano. Pensavamo che solo Iezzo e Gianello sarebbero stati interessati da voci di mercato e invece, anche l'ultimo arrivato argentino, con i 4,5 milioni investiti dal Napoli per il suo cartellino, entra a pieno titolo tra i "nominati" di giugno.

    Non mancano neppure le prime dichiarazioni di Navarro: "So che il River ha effettuato un sondaggio nei miei confronti. Me lo ha riferito il mio agente Hernan Berman. Attualmente ho ancora 4 anni di contratto con il Napoli e il sogno di ogni giocatore è quello di giocare in Europa, ma tornare in Argentina sarebbe bello. Soprattutto quando si tratta di un grande club. Il Boca? Sarebbe un sogno". Solo parole di circostanza, oppure a Napoli ci sono gerarchie già decise che creano malcontento?

Oggetti 41 a 50 di 101 totali

Pagina:
  1. 1
  2. ...
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. ...
  9. 11
Presenti su Google+