De sanctis

  • Anche Lotto arriva su Portierecalcio. Ecco i guanti di Morgan De Sanctis

    Nel panorama italiano, sono tanti i produttori di articoli tecnici sportivi e per il portiere. Molti di questi sono meritevoli e svolgono il loro lavoro con passione, ma solo alcuni vantano la tradizione e l'affidabilità di Lotto. Da sempre presente anche nel settore dei guanti da portiere, si è caratterizzata negli ultimi anni per modelli facilmente riconoscibili agli appassionati, indossati soprattutto da Morgan De Sanctis, ma anche da tanti altri portieri sparsi per le diverse categorie.

    Era inevitabile quindi, che presto o tardi, anche i loro guanti dovessero apparire sul nostro ecommerce. L'occasione è sorta all'improvviso ed inaspettata, avendo già pianificato gran parte delle operazioni per il prossimo anno, ma siamo stati ben felici di accettare immediatamente la loro proposta, liberi di scegliere tra gli articoli attualmente in catalogo e con la ferma convinzione di poter allargare l'offerta nel prossimo futuro.

    Ma passiamo alla presentazione dei primi tre modelli che abbiamo deciso di proporvi. Fanno parte dell'attuale collezione Lotto 2014 e spaziano dallo steccato a quello adatto per uso amatoriale su sintetico.

     

    Il primo è il GK100 III, versione professionale e dotata di stecche estraibili. La stecca è presente anche sul pollice, aspetto da tenere in considerazione, dato che spesso non è presente o non può essere tolta. Il lattice è spesso 4.0 millimetri e denominato German Latex. Dietro questo nome generico si cela molto probabilmente una mescola naturale di buona qualità (la composizione varia da naturale a sintetica. Minore è l'apporto di componenti sintetiche, migliore è la qualità del composto). Il secondo è il GK300 III, modello indossato attualmente da De Sanctis. Classico in tutti i suoi aspetti, con palmo liscio e piatto con cuciture esterne. Ultimo il GK500 III HG, pensato per l'uso amatoriale e sui terreni più duri, come palestre e sintetico. Anche in questo caso il palmo è piatto e liscio.

    Cosa ci ha colpito di questi primi modelli? Soffermandoci principalmente sul GK100 e GK300, non possiamo che apprezzare il design. Il risultato è piacevole e sicuramente patriottico. Sugli aspetti tecnici, senza approfondire, cosa che verrà fatta in uno dei prossimi video, va segnalata la comodità della calzata. Anche lo steccato, pur se massiccio, non è troppo pesante. Importante avvertire che le misure sono più grandi rispetto a quelle cui siamo abituati e quindi, va presa in considerazione mezza misura in meno rispetto all'abituale.

    Un altro tassello importante si aggiunge alla nostra attività alla fine del 2014. La volontà è sempre quella di continuare a crescere, aumentando l'offerta e dandovi modo di scegliere tra sempre più modelli di guanti e di abbigliamento tecnico. Il consenso e le vendite sono il motore su cui regge questa attività. E speriamo con Lotto di aver soddisfatto nuovamente le attese.

  • Buffon e il record di imbattibilità in Serie A

    Il portiere ha una carriera mediamente più lunga degli altri giocatori, ma superati i 35 anni, gli acciacchi si fanno sempre più insistenti e solo una perfetta vita di atleta con i giusti compromessi, può garantire una piena attività agonistica. E questo pare essere proprio il caso di Gigi Buffon, classe 1978, ormai vicino alla soglia dei 37 anni, ma ancora assoluto protagonista sui campi da gioco.

    C'è chi lo dava per finito qualche anno fa, vuoi per problemi fisici alla schiena (con cui convive serenamente), vuoi per mancanza di stimoli dopo aver vinto tutto. Ancora oggi subisce critiche da chi pensa sia comunque vecchio e debba lasciare spazio ad altri. Eppure, la sua esperienza, il suo carisma e la sua attitudine al lavoro, non solo gli consentono di essere capitano della Juventus e della Nazionale con pieno diritto, ma di farlo da protagonista, dando ragione a chi crede che la dedizione e la consapevolezza nei propri mezzi siano il volano per raggiungere qualsiasi traguardo.

    Dopo cinque giornate di campionato, sono ancora zero i gol subiti. Ogni partita è sempre una nuova tappa e il rigore parato a Denis, con tanto di indicazione istintiva sul dove sarebbe andato a tuffarsi, è solo la firma in calce, l'attestato di partecipazione ad una nuova sfida. Sì, perché molti dimenticano che Buffon non prende gol dalla scorsa stagione, precisamente dal 28 aprile per opera di Simone Zaza. Sono 801 minuti, distanti solo una partita e mezzo dal record di Sebastiano Rossi, fermatosi a 929. L'ostacolo che si metterà di traverso il prossimo fine settimana è la Roma, sicuramente il più temibile tra gli avversari e con un reparto offensivo di caratura internazionale e ben felice di poter far fallire questo tentativo.

    Nessuno può sapere se il vecchio primato verrà battuto o meno, ma resterà sicuramente questo impressionante avvio di stagione, affiancato da un altro vecchietto terribile che incrocerà proprio contro la Roma. Sì, perché anche Morgan De Sanctis, reduce da un intervento al gomito, continua a stupire, con un solo gol subito al passivo. Perché è giusto dare risalto ai tanti giovani che si stanno facendo valere in questo avvio di stagione, ma davanti ad un monumento nazionale come Buffon ed un altro grande interprete come De Sanctis, non si può che applaudire per ciò che ci hanno fatto vedere in questi anni e che probabilmente ancora vedremo nel prossimo futuro.

     

  • De Sanctis operato a un gomito: 2 mesi di stop

    Apprendiamo dal sito di Gianluca di Marzio dell'operazione al gomito a cui si è dovuto sottoporre Morgan De Sanctis.

    Il noto giornalista di Sky cita una nota apparsa sul sito ufficiale della Roma: “In data odierna Morgan De Sanctis è stato sottoposto ad intervento chirurgico artroscopico per una pulizia articolare e asportazione di un corpo mobile del gomito destro, presso il Nuovo Ospedale di Sassuolo. L’intervento, perfettamente riuscito, è stato eseguito dal prof. Luigi Adriano Pederzini, alla presenza del medico sociale Alessandro Fioretti. Il calciatore, dopo un periodo di 7 giorni in completo riposo, inizierà il trattamento riabilitativo. I tempi di recupero previsti sono di circa 60 giorni”.

    Un intervento, come leggiamo tecnicamente riuscito, ma che comunque costringerà l'estremo giallorosso, ex portiere della nazionale e del Napoli a uno stop che gli farà saltare anche parte della preparazione precampionato.

    Se un professionista può affrontare la cosa, riabilitazione compresa, senza particolari pensieri, ribadiamo per chi gioca per divertimento (ma anche per chi, giocando nelle serie inferiori ha a che fare con campi duri) la nostra raccomandazione a utilizzare sempre abbigliamento protettivo, partendo dalle maglie da portiere (che abbiamo analizzato anche in un recente articolo su questo blog), arrivando alle gomitiere per chi non vuole rinunciare alla mezza manica.

    In questa maniera eviterete di dover ricorrere anche voi all'ortopedico, rischiando oltre il giro sotto i ferri, le spese non sempre mutuabili di una lunga e fastidiosa riabilitazione, che potrebbe anche crearvi problemi nello studio o nel lavoro di tutti i giorni. Meglio una protezione oggi di una cicatrice domani.

  • Chi sarà il terzo portiere dell'Italia ai Mondiali del Brasile?

    E' sempre più vivo l'interesse sulle convocazioni per i prossimi campionati del mondo in Brasile. Mancano poco più  di due mesi alla prima partita ed in porta i giochi non sono ancora del tutto chiusi per il ruolo di terzo portiere. Diamo per scontate le presenze di Buffon e Sirigu, rispettivamente primo e secondo nelle gerarchie di Prandelli, nonostante i mugugni di alcuni, sempre pronti a criticare il capitano azzurro alla prima incertezza.

    La scelta del terzo portiere da affiancare agli altri due, mai come questa volta sta alimentando discussioni nell'ambiente. Il merito è dovuto soprattutto alle ottime prestazioni che molti di loro stanno ottenendo in questa stagione. Lo stesso ct, curioso di vederli direttamente all'opera assieme, ha indetto uno stage (con anche giocatori di altri ruoli) per saggiarne lo stato di forma e le potenzialità immediate. I prescelti sono stati Mirante, Perin, Bardi, Leali e Scuffet. E' molto probabile, se non certo, che tra questi uscirà il nome dell'ultimo selezionato. A meno che, secondo quanto riportato da alcuni mezzi di informazione, Prandelli non stia cercando di far tornare sui suoi passi Morgan De Sanctis, attuale portiere della Roma, che aveva deciso di lasciare la nazionale dopo gli ultimi europei.

    Ricapitolando, i nomi sul taccuino sono De Sanctis, Mirante, Perin, Bardi, Leali e Scuffet. Prima di esaminarli singolarmente, una brevissima riflessione su quale debba essere il ruolo di un terzo portiere in una manifestazione di questo tipo. Sostanzialmente sono due i prospetti classici che vengono identificati: Continua a leggere

  • Il pagellone dei portieri di Serie A. Girone di andata 2013/2014

    Finito il girone di andata del campionato di Serie A 2013/2014 e puntuali come sempre, arriva il momento di dare i primi voti veri ai portieri scesi in campo, tralasciando chi l'ha fatto per pochi minuti o una sola partita (salvo rare eccezioni). Rispetto a quanto ci si aspettava in estate o a quanto visto nel corso delle prime giornate, molte cose sono cambiate e questo avrà ripercussioni evidenti nel voto assegnato e nel commento. Come sempre, i voti sono parziali e sono esclusivamente espressione di un parere personale e non oggettivo. Speriamo che nel girone di ritorno ci sia almeno la sufficienza per tutti :)

    ATALANTA

    Consigli: una prima parte di stagione su buoni livelli, eppure c'è il rischio di uno stallo nel suo percorso di crescita. Il ritorno deve servire a salvare l'Atalanta e metterlo in vetrina. voto 6

    BOLOGNA

    Curci: Malissimo in più di una occasione, mostra comunque carattere e si ritrova. Servirà di più, però, per dare un contributo incisivo alla squadra. voto 5,5

    CAGLIARI

    Agazzi: Le continue voci sul suo futuro hanno probabilmente inciso in un inizio di stagione incerto. Ormai fuori dalle scelte di Lopez. Inevitabile il cambio d'aria ora o a fine stagione. voto 5,5

    Avramov: disputa la sua migliore partita in carriera contro la Roma. Si prende il posto da titolare sino alla pausa natalizia. Ora è fermo per un incidente domestico alla mano. voto 6,5

    Adan: il peggio l'ha già fatto vedere contro la Juventus. Ora può mostrarci perché giocava (poco) nel Real Madrid. voto 5 Continua a leggere

  • Chi sale e chi scende tra i portieri della Serie A. Punto alla settima giornata

    Siamo alla seconda sosta del campionato, con sette giornate già andate in archivio. La classifica inizia a prendere forma e diventa possibile iniziare a dare i primi parzialissimi giudizi sulle prestazioni dei portieri. Per le pagelle rimando al termine del girone di andata, ma ora possiamo fare già alcune riflessioni. Vediamo chi sale e chi scende sulla base delle aspettative di inizio stagione. Sotto il mio commento.

    Chi sale

    Handanovic si conferma su ottimi livelli, certamente con una difesa più quadrata rispetto alla precedente gestione. Deve intervenire di meno, ma quando lo deve fare, risponde sempre con il suo stile.

    Bardi era atteso all'approdo da titolare in massima serie. Escludendo l'evidente errore di Napoli, ha confermato l'enorme potenziale già fatto vedere in B e con l'under 21. Se dovesse continuare su questi livelli, non solo contribuirà alla salvezza del Livorno, ma farà pensare la dirigenza interista sui tempi di rientro alla società che ne detiene il cartellino.

    Reina è arrivato a Napoli dopo lo sfumato accordo (?) con Julio Cesar. Fedelissimo di Benitez, si è immediatamente integrato e si è distinto soprattutto per il rigore parato a Balotelli. Piccole incertezze, che rientrano nel bagaglio del portiere spagnolo, ma che non diminuiscono l'ottimo approccio avuto con il nuovo club.

    De Sanctis ha subito un solo gol in sette partite e questo basterebbe a giudicarlo positivamente. Aggiungiamo l'immediata integrazione nel gruppo giallorosso e le poche ma efficaci parate effettuate. Dopo anni di portieri poco affidabili o che hanno deluso le aspettative, non si poteva chiedere di meglio. Continua a leggere

  • Viviano escluso da Prandelli. Su Facebook volevate Abbiati

    Il momento del taglio è arrivato, tralasciando qualsiasi tipo di commento sulla vicenda del calcioscommesse (c'è stato, c'è e ci sarà, purtroppo) e limitandoci, come sempre, a parlare di portieri.

    E' quindi Viviano l'escluso da Prandelli. Il CT della Nazionale gli ha preferito Buffon, De Sanctis e Sirigu. Dando per certo il posto tra i pali del numero 1 juventino, la scelta è ricaduta sull'esperto portiere del Napoli e sullo 'straniero' del Paris Saint Germain. Se quest'ultimo ha disputato un'ottima stagione in Francia, lo stesso non si può dire per il suo collega abruzzese, tornato decisivo, però, nella finale di Coppa Italia. Possibile che per Viviano abbia influito anche il lungo infortunio e la discreta, ma non esaltante, seconda parte di stagione a Palermo. Pochi dubbi che questa non sarà l'ultima occasione per partecipare a un grande evento con l'Italia.

    Nel frattempo, sulla nostra pagina Facebook, ci siamo lanciati in un sondaggio che ha raggruppato quasi tutti i portieri italiani dell'ultima stagione di A, includendo quindi, anche quelli non scelti da Prandelli. Questi i risultati (il voto è sempre aperto, ma i trend sono abbastanza chiari):

    1. Abbiati (79)
    2. Marchetti (39)
    3. Sirigu (29)
    4. Benassi (22)
    5. Viviano (16)
    6. De Sanctis (15)
    7. Consigli e Sorrentino (8)
    8. Agazzi e Mirante (2)
    Come appare subito evidente dai risultati, ai primi due posti ci sono i grandi esclusi Abbiati e Marchetti. Per il primo le motivazioni possono essere l'età e tecniche, sebbene anche De Sanctis non sia giovanissimo; difficile pensare che il ct si sia appigliato alle vecchie dichiarazioni del portiere milanista, contrario a fare la riserva, oltremodo superate dalla rinnovata disponibilità dopo il suo arrivo alla guida della squadra. Diverso, invece, il discorso su Marchetti, tornato in auge dopo la strana stagione passata lo scorso anno a Cagliari. Non sapremo (mai?) se il brutto episodio di Udine lo ha escluso dalla lista dei possibili convocati, ma il rendimento costante durante il campionato, avrebbe potuto concretamente farlo rientrare quantomeno nella lista preliminare. Spicca anche il quarto posto di Benassi, protagonista di una bella stagione a Lecce, ma culminata con la retrocessione dei salentini. Ultimo dei convocati De Sanctis, poco supportato dai nostri iscritti, perplessi dall'altalenante rendimento fornito nel 2012.
    L'ultimo tassello che manca è quello sull'eventuale sostituto di Buffon. Toccherà all'esperienza di De Sanctis o alla freschezza atletica di Sirigu?
  • Buffon al primo posto del gioco-sondaggio 'Vota il miglior portiere della Serie A 2011/2012'

    Concluso il campionato di Serie A e dati i voti (discussi, come è giusto in alcuni casi), era rimasto da chiudere il nostro 'gioco-sondaggio' settimanale 'Vota il miglior portiere della Serie A' arrivato alla quarta edizione (come passa il tempo...). Dopo 38 giornate di voti e per la prima volta su Facebook, dopo tre anni di blog, è Buffon il portiere che succede ad Abbiati, vincitore della passata stagione. Il portiere della Juventus ritorna ai vertici del campionato, suggellando una buonissima stagione che si concluderà con i prossimi Campionati Europei di Polonia e Ucraina.

    Questa la classifica finale della stagione 2011/2012 (risultato della somma dei punti ottenuti dopo ogni votazione settimanale):

    46 pt.Buffon
    33 pt. Benassi
    28 pt. Consigli
    27 pt. De Sanctis
    22 pt. Abbiati
    21 pt. Frey
    21 pt. Gillet
    20 pt. Marchetti
    19 pt. Handanovic
    19 pt. Julio Cesar
    14 pt. Agazzi
    13 pt. Antonioli
    13 pt. Bizzarri
    12 pt. Pegolo
    10 pt. Sorrentino
    8 pt. Boruc
    7 pt. Stekelenburg
    6 pt. Agliardi
    6 pt. Brkic
    4 pt. Mirante
    3 pt. Benussi
    3 pt. Castellazzi
    3 pt. Curci
    3 pt. Julio Sergio
    3 pt. Puggioni
    3 pt. Ravaglia
    2 pt. Avramov
    2 pt. Carrizo
    2 pt. Fontana
    2 pt. Tzorvas
    2 pt. Viviano
    1 pt. Amelia
    1 pt. Lobont
    1 pt. Pavarini
    1 pt. Storari
    1 pt. Terracciano
    1 pt. Ujkani

    Commenti su quello che avete votato? Ferma restando la NON valenza oggettiva dei risultati, va notata come la tendenza dei portieri che si sono distinti nel corso dell'anno sia stata confermata. Spicca il secondo posto di Benassi del Lecce, capace di sfruttare la partenza lenta e gli infortuni di Julio Sergio, un lontano ricordo del portiere che disputò una grande stagione a Roma solo due anni fa. Ottimo anche il risultato di Consigli, sempre più maturo e pronto per giocare in una squadra con ambizioni europee (non che non lo possa essere l'Atalanta, sia chiaro). De Sanctis paga un insufficiente girone di ritorno, mentre Abbiati incide di meno e qualche volta ha responsabilità sui gol (secondo a Torino su tutti). La 'delusione'? Probabilmente Stekelenburg, ma non tanto come prestazioni complessive, quanto per l'investimento fatto e le poche giornate in cui è stato davvero decisivo (in positivo) per il risultato della propria squadra. Ora l'Europei con una delle squadre favorite (Olanda), poi si vedrà.

  • Il pagellone ai portieri della Serie A 2011/2012

    Abusiamo del solito 'tempo di bilanci' e ci prestiamo anche noi a dare i voti di fine anno ai portieri che hanno difeso le porte delle squadre della Serie A 2011/2012. Faremo anche il raffronto con i voti lasciati in autunno, valutandone eventuali variazioni di rendimento.

    Consigli: Grande stagione. Fa la sua parte nella meritata salvezza dell'Atalanta. Non entra nel giro della nazionale, ma l'età è dalla sua parte. Un'altra stagione in nerazzurro o si presenteranno impreviste occasioni di mercato? VOTO 7 (6,5)

    Frezzolini: VOTO 6

    Gillet: Come un diesel, parte lento, ma nel 2012 si prende sulle spalle l'intera difesa. Usato sicurissimo. VOTO 6,5 (6)

    Agliardi: Gli infortuni di Gillet gli lasciano spazio sufficiente per riproporsi su buoni livelli nella massima serie. Partita da incorniciare contro il Napoli. Potrebbe trovare spazio da titolare in un'altra squadra VOTO 7 (6)

    Agazzi: Qualche errore di troppo, macchia una stagione dove comunque non ha brillato come nel 2011. Pochi dubbi sulle sue potenzialità, ma c'è da lavorare sulla continuità. VOTO 6 (6,5)

     Avramov: VOTO 6

    Andujar: Pessimo modo di gestirsi. Non rimpianto VOTO 4 (5)

    Carrizo: si riscatta a Catania, anche se due/tre gol dimostrano ancora qualche calo di attenzione. La prossima stagione sarà quella della verità VOTO 6

    Antonioli: Buona stagione, quella che molto probabilmente è quella dell'addio alla A. Meno incostante della scorsa stagione. Se il Cesena retrocede, sicuramente non è per sue colpe. VOTO 6,5 (6,5)

    Ravaglia: pochissimo spazio nella seconda parte di stagione. VOTO 6

    Sorrentino: Il suo contributo è minore rispetto ad altre stagioni, non per suoi demeriti, ma per una squadra solida che ha concesso poco. VOTO 6 (6,5)

    Boruc: Dopo questa stagione è lecito chiedersi se sia qualcosa di più di un discreto portiere. Io, sinceramente, non l'ho capito, ma tanto basta per immaginare che possa andare altrove. VOTO 5,5 (5,5)

    Neto: Chiede spazio per restare alla Fiorentina. Le pochissime occasioni concesse hanno lasciato spazio a qualche dubbio. VOTO s.v.

    Frey: il portiere più battuto della Serie A, resta uno dei migliori. Dicono che sia sovrappeso, ma ha una reattività che fa invidia a molti suoi colleghi. Un punto di partenza per la prossima stagione del Genoa. VOTO 7 (7)

    Julio Cesar: stagione senza infamia e senza lode. I grandi interventi però diminuiscono. VOTO 6 (6)

    Castellazzi: Qualche incertezza di troppo. Considerati i frequenti infortuni di Julio Cesar, l'Inter dovrà fare affidamento su uno dei portieri di proprietà in giro per l'Italia. VOTO 5,5 (6)

    Buffon: Dà il suo importante contributo quando chiamato (raramente) in causa. Praticamente inoperoso, quando la Juve macina vittorie, ma il suo apporto resta fondamentale. VOTO 7 (6,5)

    Storari:  VOTO 6

    Marchetti: Buona stagione, macchiata dal finale di Udine. Ritrovato ad alti livelli VOTO (7) 7

    Julio Sergio: Non esattamente una buona stagione... VOTO 5 (6)

    Benassi: Trascinatore della rimonta strozzata del Lecce. La vera rivelazione di questa stagione. Complimenti. VOTO 7 (6,5)

    Abbiati: si riprende dopo l'avvio non esaltante, ma il suo apporto non è pari a quello della scorsa stagione. Ci si può ancora affidare alle sue mani, ma il tempo passa per tutti. VOTO 6 (5,5)

    Amelia: Affidabile nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa. VOTO 6

    De Sanctis: Calo improvviso e inaspettato per il portiere del Napoli. Ha sulla coscienza più di un gol e si dimostra più che incerto nelle uscite. VOTO 6 (7,5)

    Ujkani: Conquista la sufficienza tra un infortunio e un altro. Potrebbe trovare spazio in A. VOTO 6 (6)

    Fontana: Molte più presenze di quelle che avrebbe pensato di fare. Ne prende tanti, ma fa alcuni interventi davvero spettacolari. VOTO 6 (6)

    Viviano: riparte da Palermo. Riacquisisce il ritmo partita e disputa qualche buona partita. Quanto basta per riprendersi il posto in nazionale, ma il prossimo anno ci si aspetta di più, non (ancora) all'Inter. VOTO 6

    Tzorvas: Sparito VOTO 5

    Mirante: Un'altra buona stagione per il portiere parmense. Continuo e con poche sbavature. A Parma ha trovato la sua dimensione. VOTO 6,5 (6)

    Pavarini: Fa quello che un 'dodicesimo' dovrebbe saper fare, cioè farsi trovare subito pronto quando chiamato a giocare. C'è anche del suo nella striscia finale di sette vittorie del Parma. VOTO 6,5

    Stekelenburg: per invenstimento e caratura ci saremmo aspettati di più. Raramente ha fatto la differenza, pur senza mai compiere veri errori. VOTO 6 (6)

    Lobont: Tutto sommato, positivo. Altrove (estero) troverebbe sicuramente spazio. VOTO 6 (6)

    Curci: rispolverato nel finale di stagione, non dispiace: VOTO 6

    Brkic: Dopo l'infortunio si trova la strada sbarrata da Pegolo. L'Udinese, che ne detiene il cartellino, lo girerà altrove. VOTO 6 (7)

    Pegolo: Assieme a Benassi è la sorpresa che non ti aspetti. Fondamentale in inverno, quando il Siena arranca. Si conquista sul campo il posto da titolare. Sorpresa. VOTO 7

    Handanovic: La stella dell'Udinese assieme a Di Natale. Un solo errore contro l'Inter, ma per il resto solo e sempre grandi partite, grandi parate e grande sicurezza. VOTO 7,5 (7)

  • Problemi di sponsor tra De Sanctis e il Napoli

    problemi per de sanctis al napoliIl Napoli e la questione dell'impossibilità dei propri tessarati di poter gestire liberamente i propri diritti di immagine, è cosa nota per chi è ben informato sulla squadra partenopea. Il caso più eclatante riguarda certamente quello di Lavezzi, impossibilitato a firmare un accordo con l'Adidas, proprio per questo motivo e alla base delle frizioni del talento argentino con la sua attuale squadra.

    E se il trasferimento di Obinna pare essere definitivamente saltato, grossi problemi sembrano esserci anche per l'arrivo in ritiro di Morgan De Sanctis, bloccato nella sua abitazione di Pescara, dal contratto che lo lega alla Lotto sino alla fine della prossima stagione. Il Napoli ne chiede l'immediata rescissione, mentre il portiere non sembra essere d'accordo. Il suo procuratore, distoglie l'attenzione da questo problema, limitandosi a dichiarare la sola mancanza del nulla osta in arrivo dal Siviglia.

    Oggi è previsto un incontro con il dg Marino, nella speranza di giungere a un accordo (nei termini richiesti dalla società...), pena il decadere del trasferimento. Un'eventualità che costringerebbe il Napoli a tornare sul mercato alla ricerca di un nuovo portiere. E intanto Iezzo, Navarro e Gianello sono ancora al loro posto.

    AGGIORNAMENTO: si apprende da Tuttonapoli.net, che riprende un'intervista di De Laurentiis rilasciata a Sky, che De Sanctis (sicuramente per la notizia qui sopra riportata) non arriverà più al Napoli. Resta da capire ora se gli azzurri proseguiranno con Iezzo e Navarro o si riaffacceranno sul mercato per trovare un nuovo portiere.

Oggetti 1 a 10 di 13 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
Presenti su Google+