Italia

  • Convocazioni Italia Euro 2008: ecco i nomi di Donadoni

    Nessuna sorpresa, i convocati sono Buffon, Amelia e De Sanctis. Restiamo decisamente perplessi sul terzo portiere, considerando che elementi come Christian Abbiati e Matteo Sereni avrebbero meritato l'azzurro, anche se il portiere granata ha negato la sua disponibilità domenica scorsa. Di seguito l'elenco completo dei 24 convocati (uno andrà a casa):

    Portieri: Buffon, Amelia, De Sanctis
    Difensori: Barzagli, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Materazzi, Panucci, Zambrotta
    Centrocampisti: Ambrosini, Gattuso, Aquilani, Camoranesi, De Rossi, Perrotta, Montolivo e Pirlo
    Attaccanti: Toni, Borriello, Del Piero, Di Natale, Quagliarella, Cassano

  • Toldo rinnova con l'Inter e guarda alla nazionale

    Qual è il miglior secondo portiere della Serie A? Chi se non Francesco Toldo, riserva di lusso di Julio Cesar. Il 36enne giocatore dell'Inter è tornato in campo lo scorso mercoledì per disputare la semifinale di andata della Coppa Italia contro la Lazio. Una buona prestazione che ha accelerato le procedure per un ulteriore rinnovo del contratto con la società di via Durini sino al 2010, legando in tal modo il suo finale di carriera alla squadra nerazzurra.

    L'esperto portiere potrebbe fare comodo ancora a tante società e se consideriamo l'età di alcuni colleghi, non sarebbe affatto strano vederlo in campo ogni domenica. E' anche per questo che Donadoni, ct della nazionale italiana starebbe pensando di convocarlo tra i 23 giocatori che andranno al prossimo Europeo di Svizzera e Austria. L'eventualità che Buffon possa patire ancora dei problemi alla schiena sarebbe la chiave per la chiamata. Contro la Spagna c'erano solo Buffon e Amelia, senza nessun terzo. E' il chiaro segnale che l'allenatore dell'Italia non ha ancora sciolto i propri dubbi.

    Intanto Toldo si gode la sua scelta di vita, in panchina sì, ma senza sentirsi inferiore a Julio Cesar, sempre pronto a servire la propria squadra quando necessario. Un raro esempio di professionalità.

  • Julio Cesar parla di sé, dell'Inter e del Brasile, con le Olimpiadi in testa

    Ieri sera Julio Cesar, portiere dell'Inter e della nazionale, è stato ospite su Sky della trasmissione "Attenti a quei due", condotta da Gianluca Vialli e Paolo Rossi. Tantissime le domande rivolte al giocatore interista, dal suo arrivo in Italia, passando per Ronaldinho e la nazionale brasiliana.

    Julio Cesar arriva in Italia nel gennaio del 2005 “A Chievo sapevo che non avrei giocato. L’Inter mi aveva chiesto: vuoi rimanere al Flamengo fino a giugno o vuoi venire in Italia, imparare il calcio italiano e la lingua? E ho scelto così". Dopo il parcheggio a Verona, viene richiamato all'Inter nella stagione successiva e preferito a Toldo. Pian piano s'impone e diventa titolare inamovibile. Le voci su un interessamento di Moratti per Buffon un pò lo infastidiscono “Un pò di fastidio è normale, ma ho pensato subito che se loro mi hanno preso è perché ho delle qualità. Il primo anno ho fatto così così, il secondo anno, abbiamo vinto lo scudetto. Poi mi hanno prolungato il contratto ed è stato ancora meglio. In questi anni sto facendo bene", ma sul portiere juventino dice "Buffon è tecnicamente fortissimo, ha carattere, quando scende in campo i difensori sanno chi hanno dietro. Ha vinto un mondiale alla grande, penso che non abbia vinto il Pallone d’Oro perché non ha parato un rigore in finale e tanti hanno scelto lui come migliore portiere al mondo. Penso di essere ancora un pò indietro, non mi sento inferiore, ma devo conquistare tante cose per arrivare al suo livello".

    Continua a leggere

  • La protrusione discale di Buffon. Guarigione in corso

    Protrusione discale (l’uscita parziale del disco intervertebrale). E' questo il problema di cui soffre da più di due mesi Gigi Buffon. Secondo il parere di Riccardo Agricola, medico sociale della Juventus, il problema sarebbe risolto intorno all'80%.

    Come si può anche leggere dalla notizia pubblicata su corriere.com, il processo di guarigione sarebbe stato rallentato dalla volontà del portiere bianconero di ricorrere il meno possibile a cure farmacologiche. Interessanti alcune informazioni, quali il ricorso ad un medico romano, Giuseppe Mastrocasa, specialista in ginnastica posturale, con il quale Buffon ha avuto modo di correggere un erroneo appoggio del piede che si ripercuoteva sulla schiena, oltre a un ciclo di ozonoterapia con infiltrazioni paravertebrali, esercizi di allungamento su una panca, a testa in giù, e sedute con il chiropratico Elio Cavedoni e i fisioterapisti della Juventus Aldo Esposito e Gigi Pochettino.

    Contro il Palermo è assicurata la sua presenza e non ci sono particolari perplessità nel continuare a vederlo in campo da qui sino alla fine della stagione, che si spera per lui e per noi italiani, possa concludersi a Vienna il prossimo 29 giugno.

  • Buffon studia Casillas per migliorare ancora

    Buffon ha rilasciato un'intervista sull'edizione odierna del quotidiano sportivo Marca, ripresa da Eurosport, in occasione dell'incontro amichevole tra Italia e Spagna. Ne riporto un interessante estratto:

    "Molti dicono che io sia il miglior portiere ma è un dibattito continuo. Io so solo che provo a migliorare giorno dopo giorno, senza sentirmi mai arrivato. Casillas quest'anno sta giocando ad un livello eccezionale, soprannaturale. Lo ammiro sempre e provo ad impararne i movimenti. E' un simbolo del Real come Del Piero lo è della Juve, la sua è una bella storia. Noi due i migliori al mondo? Ci sono anche altri come Cech, Coupet, Van Der Sar, Julio Cesar e Doni".

  • Buffon riceve il premio di miglior portiere del mondo Iffhs

    I risultati erano noti già da gennaio, ma solo oggi Gigi Buffon, portiere della Juventus e della nazionale italiana, ha ricevuto da due delegati dell’Iffhs, la Federazione Mondiale di Storia e Statistica del Calcio, il premio come miglior portiere del mondo per l’anno 2007. E' la quarta volta che Buffon riceve questo prestigiosissimo premio, che annovera tra i vincitori, portieri del calibro di Zenga, Barthez, Kahn, Cech e Schmeichel, ma è l'unico ad averlo vinto così tante volte. Ora non resta che eguagliare il record di Zenga, capace di vincerlo per tre anni di fila.

    Dal sito della Juventus riprendiamo la dichiarazione di Buffon: «E’ una grande soddisfazione ricevere questo premio, anche perché viene assegnato dopo uno studio molto dettagliato delle statistiche e il fatto che io lo riceva per la quarta volta, significa che, dopotutto, qualcosa di buono devo aver fatto».

    Come non essere d'accordo? Se la Juventus lotta ancora per qualcosa di importante in questo finale di campionato, una parte del merito è senz'altro del trentenne portierone di Carrara.

  • La carica dei portieri quarantenni

    Fontana ha da pochissimo rinnovato per un'altra stagione il contratto con il Palermo. Bucci è una colonna del Parma. Ballotta batte il record di anzianità in Champions League. Balli che solo ora sta tirando il fiato e lascia spazio a Bassi ad Empoli. E non consideriamo tutti gli altri che hanno passato abbondantemente la trentina e sono lontanissimi dall'idea di lasciare spazio ai più giovani.

    Sono loro i portieri italiani della vecchia generazione (quella dei Peruzzi, Marchegiani e Pagliuca), quelli che difendono il ruolo dall'assalto dei portieri stranieri. Guardando bene, i pochi giovani portieri italiani che militano in serie A, finiscono per aspettare il loro turno in panchina. Curci, Mirante e Agliardi non hanno sfruttato le occasioni a loro riservate e attendono altre chance. Solo il già citato Bassi, sembra al momento riscuotere la fiducia di Malesani, nonostante la non impeccabile prestazione contro il Milan.

    Quali prospettive quindi, per i giovani portieri italiani? L'esilio, come Pelizzoli, Abbiati, De Sanctis e Sorrentino (mi scuso se ne dimentico altri), una carriera all'ombra di qualcun altro o una vita spesa nelle categorie inferiori, piene di portieri che potrebbero tranquillamente militare in ben altri palcoscenici? Niente contro gli Julio Cesar, i Frey, i Kalac, i Doni e tutti gli altri, ma pensare che solo fine a qualche anno fa i portieri titolari nella massima serie erano tutti italiani, un pò di tristezza ce la mette.

Oggetti 21 a 27 di 27 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3