zenga

  • La storica rivalità tra Zenga e Tacconi

    rivalità zenga tacconi

    Il calcio italiano è sempre stato fucina di grandi portieri. Ogni epoca ha visto portieri di grande livello calcare i campi degli stadi. In questi ultimi anni, siamo gli spettatori, non protagonisti, della dittatura di Buffon, numero uno incontrastato in Italia e senza ombra di dubbio tra i migliori di sempre.

    Eppure, gli appassionati 'diversamente' giovani, ricorderanno uno dei più famosi dualismi tra portieri nella storia del calcio italiano. E' quello tra Walter Zenga e Stefano Tacconi, due tra i più forti portieri degli anni 80 e vissuto in modo molto intenso.

    Impossibile non conoscerli anche oggi, comunque legati direttamente o meno al mondo del calcio. Zenga come allenatore giramondo e Tacconi come commentatore senza peli sulla lingua.

    A noi, comunque interessa parlare dei loro anni d'oro, quando difendevano la porta di Inter e Juventus ed erano i primi due portieri della nazionale italiana di Vicini. Il calcio, si apriva agli sponsor e anche loro, forti del loro appeal seppero approfittarne. Diventarono tra i testimonial più importanti al mondo di Uhlsport, quando l'abbigliamento tecnico ed i guanti da portiere diventavano un'icona distintiva nei confronti degli altri giocatori. Guanti e maglie appariscenti anticiparono di oltre 15 anni i primi timidi tentativi di indossare scarpe colorate.

    Le carriere calcistiche

    Tacconi era il portiere della Juventus di Platini e Trapattoni. Una squadra fortissima che vinse tutto in Italia e all'estero. Il portiere di Perugia mise la sua firma nella partita di Coppa Intercontinentale 1985 contro l'Argentinos Junior, riuscendo a fermare due calci di rigore. Ancora oggi è l'unico giocatore ad aver vinto tutti i trofei internazionali per club, anche se non disputò l'incontro di Supercoppa Europea, giocato da Bodini, suo storico secondo, che venne preferito per un lungo periodo nella stagione 1984-1985, quella conclusasi con la triste partita dell'Heysel. Continua a leggere

  • Perin come Zenga, la scelta di Carrizo e portieri che svengono per finta.

    carrizo in difficoltà a wolfsburgUna settimana ricca di notizie da raccontare per i portieri. E' tornata l'Europa League e l'argomento di queste ore, è la prestazione negativa di Carrizo, protagonista in tutti i tre gol presi dall'Inter contro il Wolfsburg. Indipendentemente dalle evidenti responsabilità del giocatore argentino, ad onor del vero, decisivo nei precedenti incontri della competizione, il dibattito si è concentrato sulla scelta di Mancini di far scendere in campo lui e non Handanovic, titolare e si suppone, maggiormente legittimato a scendere in campo nell'incontro (ad oggi) più importante della stagione nerazzurra. Il tecnico jesino non è l'unico ad aver fatto scelte di questo tipo, basti pensare alle staffette di Andujar o di tanti altri portieri, non solo in Europa League, ma anche nelle coppe nazionali, eppure, data l'importanza della partita, una decisione diversa poteva anche essere presa. D'altronde, il secondo portiere sa che il suo ruolo è comunque subordinato e, se pronto psicologicamente, non dovrebbe avere nessun problema ad accettare la panchina. Certo, chi ha visto la partita o conosce i limiti attuali dell'Inter, sa che le colpe non sono unicamente di Carrizo, ma ci sono occasioni in cui un allenatore deve sapersi prendere le responsabilità per il quale viene pagato.

    Restiamo comunque ancora in tema Inter e Mancini, dato che lunedì è stato protagonista della trasmissione di Gazzetta TV, Senza Appello. Ospite con lui, Mattia Perin, accostato e non del tutto smentito, proprio alla squadra milanese. Lo stesso portiere del Genoa, felice di essere stato accostato a Zenga, fa capire che, per quanto felice al Genoa, non esclude in futuro di poter calcare altri palcoscenici. Se volete, sotto trovate l'estratto video.

    Continua a leggere

  • E' Buffon il miglior portiere dal 1987 al 2011. Fonte IFFHS

    Terzo post in tre settimane con protagonista l'IFFHS. Ancora una volta, non è la classifica del miglior portiere dell'ultima decade, l'argomento di cui scriviamo, ma una classifica complessiva che somma i punteggi ottenuti da tutti i portieri sin dalla istituzione del premio, avvenuta dal 1987.

    Con poca sorpresa (si tratta di semplice somma aritmetica), l'italianissimo Gigi Buffon risulta il più votato e quindi, per le statistiche, il miglior portiere  degli ultimi 24 anni, seguito a poca distanza da Iker Casillas. Soffermandoci solo sugli italiani, sono presenti tra i primi 30, Zenga (8°),Pagliaca (16°), Toldo (17°) e Peruzzi (30°).

    Tanti i nomi che hanno fatto la storia del ruolo e fa un certo effetto leggerli in mezzo a portieri ancora in piena attività. Certo, la classifica non soddisferà tutti, ma per molti aspetti rispecchia fedelmente quanto visto in tutti questi anni. E ancora una volta, vede l'Italia in vetta :)

    Portiere                                      Nazione                     Voti 
    
    1.   Gianluigi Buffon                        	   Italia                      226
    2.   Iker Casillas                                 Spagna                      213
    3.   Edwin van der Sar                             Olanda                      201
    4.   Peter Schmeichel                              Danimarca                   179
    5.   Oliver Kahn                                   Germania                    162
    6.   Petr Cech                                     Repubblica Ceca             154
    7.   José Luis Félix Chilavert                     Paraguay                    146
    8.   Walter Zenga                                  Italia                      132
         Andoni Zubizarreta                            Spagna                      132
    10.  Claudio André Mergen Taffarel                 Brasile                     130
    11.  Michel Preud’homme                            Belgio                      124
    12.  Fabien Barthez                                Francia                     115
    13.  David Seaman                                  Inghilterra                 114
    14.  Nélson de Jesus e Silva »Dida«                Brasile                     109
    15.  Vítor Manuel Martins Baía                     Portogallo                  94
    16.  Gianluca Pagliuca                             Italia                      90
    17.  Francesco Toldo                               Italia                      82
         Víctor Valdés                                 Spagna                      82
    19.  Jens Lehmann                                  Germania                    81
    20.  Júlio César Soãres Espíndola                  Brasile                     76 Continua a leggere 						

3 oggetto(i)

Presenti su Google+