Guanti Uhslport Prediction 2025 Scoprili tutti.

Predator Advancement Pack. Scopri i guanti

Le ultime novità. Vedi tutto

Josep Martinez è il portiere del futuro dell'Inter?

Josep Martinez guanti portiere Adidas Predator Pro Hybrid

Francesco Ressa

Josep Martinez è il portiere che l'Inter ha scelto per il suo futuro. Arriva dal Genoa, dove ha disputato due stagioni da protagonista e dove ha finalmente confermato le aspettative che molti tecnici e osservatori avevano riposto in lui.

Martinez l'ha spuntata, si fa per dire, su Bento, seguito per oltre un anno dagli osservatori nerazzurri, ma impossibilitati a concludere, quando il suo valore era ancora conveniente e sotto i venti milioni. Le convocazioni in nazionale brasiliana e l'interesse di altre squadre europee, hanno portato la società milanese a virare su un portiere con esperienza in Italia e acquistabile utilizzando uno dei tanti giocatori giovani sotto contratto.

All'Inter Martinez arriva consapevole del suo ruolo iniziale. Sommer garantisce ancora solidità ed esperienza, ma dopo l'anno di Audero, la società ha preferito investire in un giocatore che possa diventare in prospettiva, il nuovo numero uno interista. Cerchiamo di conoscerlo meglio.

La carriera

Josep Martinez nasce il 27 maggio 1998 a Alzira, vicino Valencia, in Spagna. Cresce in una squadra locale e approda nelle giovanili del Barcellona solo a 17 anni. Come ha lui stesso raccontato in una puntata di Dazn Talk, arriva così tardi in un club importante, perché sviluppa l'altezza molto tardi rispetto ai suoi coetanei. Ora misura 191 centimetri.

I catalani lo lasciano andare dopo due stagioni ed esordisce da professionista con il Las Palmas nella Segunda División spagnola, dove impressiona e riesce ad attirare l'attenzione del RB Leipzig, il club tedesco della Bundesliga, divenuto di proprietà del gruppo Red Bull e fortemente intenzionato in quel periodo a costruire una rosa giovane e competitiva.

In realtà, nella sua esperienza tedesca raccoglie solo quattro presenze. Solo due presenze da titolare, di cui una in Champions League. Martinez ha però solo belle parole per quelle annate, dopo ha avuto modo di migliorare sia fisicamente che tecnicamente.

Al Genoa arriva per fare coppia con Semper, subito dopo la retrocessione dei rossoblu in Serie B. Parte come titolare, ma poi finisce in panchina a seguito di un infortunio alla spalla. Rientra in campo contro il Bari, dove seppur ammalato, salva il risultato in una partita che poi sarà decisiva ai fini della promozione. Da quel momento il posto da titolare torna a essere il suo, giocando da protagonista e diventando un beniamino dei tifosi.

In nazionale ha collezionato una presenza da titolare nella nazionale maggiore e in condizioni decisamente eccezionali, stante l'epidemia di covid che colpì diversi giocatori. Fu convocato e schierato contro la Lituania, dove chiuse senza subire reti. Nella stagione di Euro 2024 è stato visionato dagli osservatori della Selección, ma senza essere chiamato.

Stile di Gioco

Martinez è un portiere moderno, già valido nel gioco con i piedi, caratteristica fondamentale per il calcio di Inzaghi, che vuole che il suo gioco riparta sempre dai piedi del portiere con passaggi palla a terra.

Il suo allenatore ai tempi del Las Palmas, Pepe Mel, ne ha parlato su Tuttosport rilasciando, tra le altre, questa dichiarazione: "L’ho allenato quando era un ragazzino. Si tratta di un magnifico portiere. Le sue abilità tra i pali dipendono dall’essere molto intuitivo, agile, è forte anche nell’uno contro uno. Sa leggere davvero bene le partite, comanda ottimamente la difesa, è capace di dialogare con i difensori e con gli altri compagni di squadra. Trova sempre il migliore posizionamento, è insomma un portiere che maneggia alla grande tutto quello che concerne l’interno dell’area di rigore".

Curiosità

Da bambino ricorda che amici e parenti lo chiamavano la sigaretta, perché amava buttarsi sempre a terra, imitando il padre portiere a livello amatoriale.

Nelle interviste rilasciate, ha più volte rimarcato il suo essere timido e riservato, in evidente contrasto con l'abituale atteggiamento del portiere. Questo non pare limitarlo affatto in campo, dove si trasforma e si libera del tutto del suo controllo.

È diventata celebre tra i tifosi genoani, la sua reazione al gol del pareggio del Bologna in pieno recupero, con Martinez disperato che si lancia in una scivolata sulle ginocchia esprimendo platealmente il suo disappunto per l'accaduto.

In un'altra occasione, intervistato dal canale Youtube del Genoa, racconta qualcosa della sua vita e l'amore per il gelato al pistacchio (o pistaccio 😄).

 I guanti da portiere di Josep Martinez

Il portiere spagnolo usa guanti da portiere Adidas Predator Pro Hybrid. Nel corso della stagione 2023/2024 ha utilizzato diverse colorazioni, concludendo il campionato con il modello della collezione Energy Citrus.