Il blog di Portierecalcio.it

  • Donnarumma deve rinnovare con il Milan?

    Donnarumma bacia lo stemma del MilanGianluigi Donnarumma, a soli 18 anni, è già diventato uno dei pezzi pregiati del calciomercato. Una sola stagione è bastata per confermare le enormi potenzialità già espresse sul campo e gli ampi margini di crescita dovuti all'ancora giovane età, lo candidano all'elite mondiale nel suo ruolo nei prossimi anni.

    Milanista e portiere del Milan. Una storia che potrebbe già concludersi qui con il lieto fine. Eppure, le difficoltà societarie non ancora dissolte, rendono il rinnovo del contratto, in scadenza a giugno 2018, non semplice come sembrerebbe.

    E il suo procuratore? Ebbene sì, è proprio il peggior interlocutore che l'attuale o nuova dirigenza possano avere: Mino Raiola.

    In tempi non sospetti, Raiola, intervistato dal Corriere dello Sport, definì Donnarumma un Modigliani, spingendosi anche a spiegare la sua visione: «Gianluigi è come la tela bianca sulla quale un artista dà la prima pennellata, poi la seconda, la terza e così via. E dal nulla nasce un capolavoro. Ecco, Donnarumma è un capolavoro che diventa più bello giorno dopo giorno. Ha 17 anni, però, ha la maturità di un veterano, cerca di migliorarsi in ogni allenamento, è un ragazzo molto serio e molto bene educato. Si ricordi ciò che le dico oggi: Donnarumma può diventare il portiere più forte del mondo».

    Ora, nel momento in cui scrivo, la situazione non è ancora sbloccata. C'è un tacito accordo per tenere la situazione in sospeso sino all'agognato closing. Ci sarebbe un preaccordo sulla base di 50 milioni di euro lordi in cinque anni. Una cifra congrua per gli standard attuali a cui ci siamo abituati e che andrebbe certamente vista al rialzo nel corso degli anni, come ormai accade consuetudinariamente con i giocatori più richiesti dai top club. Continua a leggere

  • Abolire i campi da calcio in terra battuta

    Non sarà un post che piacerà ai romantici di un certo tipo di calcio, ma avendo a che fare con tantissimi nostri clienti, che giocano su questi campi, non possiamo non considerare le condizioni in cui versano i terreni in terra battuta presenti in Italia.

    Bisogna fare una premessa, prima di spiegare la nostra proposta.

    L'area piccola è una delle zone di campo più calpestate e sollecitate durante allenamenti e partite. E' anche il posto dove il portiere effettua il maggior numero di tuffi e cadute.

    Questo porta a un compattamento progressivo della superficie, che anche con la regolare manutenzione finisce per indurirsi, diventando una vera e propria lastra di pietra, che a lungo andare mette l'estremo difensore in condizione di infortunarsi anche seriamente.

    L'utilizzo di maglie, pantaloni e protezioni specifiche, come quelle che vendiamo sul nostro store, prevengono e riducono i traumi a cui i numeri 1 vanno incontro, ma nel XXI secolo non è più possibile, considerando i manti artificiali sempre meno abrasivi e le miscele di erba naturale specifiche per lo sport, resistenti anche ai climi più secchi, poter giocare una partita in queste condizioni.

    So benissimo che l'edilizia sportiva è ancora, soprattutto nel sud Italia in mano pubblica e questo limita l'ammodernamento o addirittura la manutenzione ordinaria di stadi e campi (come succede in foto a Messina, che qualche anno fa giocava in serie A...), ed è per questo che spero che l'iniziativa privata si dia da fare per risolvere il problema.

    Nel frattempo noi con Portierecalcio.it saremo sempre a disposizione per aiutarvi a parare in sicurezza e lo faremo con tutta la passione e attenzione che abbiamo sempre dedicato al portiere.


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Perché i portieri vestono completi di un solo colore?

    Riceviamo dai nostri clienti molte domande sui nostri prodotti in vendita, ma anche su altri argomenti, tra i quali le abitudini dei portieri professionisti. Richieste che spaziano dai guanti da portiere, alle scaramanzie e modi di fare, sino ad arrivare ai completi indossati in partita.

    E' nostra abitudine rispondere a tutte queste domande. Pur se non direttamente collegate agli acquisti, da appassionati ci piace condividere queste informazioni quando possibile.

    C'è, però, una domanda che abbiamo ricevuto più volte e merita di avere una risposta più completa, direttamente sul blog.

    Perché i portieri vestono completi di un solo colore?

    Maglia, pantaloncini e calzettoni sono quasi sempre di una tonalità identica. Magari qualche dettaglio grafico rompe un po' la monotonia, ma per i numeri 1 in campo, i completi a tinta unita sono un must da più di qualche stagione.

    C'è una ragione precisa dietro? La risposta è no. E' solo moda.

    Potremmo scrivere che questo aiuta a distinguere l'estremo difensore guardando la partita in televisione, ma con l'alta definizione è ancor meno difficile individuare il portiere in mezzo a compagni e avversari. Il pantaloncino nero ogni tanto rispunta fuori, ma è un caso molto raro e legato più ad abitudini di chi li veste (come fa spesso Kasper Schmeichel del Leicester).

    Le cose cambieranno in futuro?

    E' possibile, anche se non è dato sapere quando. Le grandi aziende, a parte le storiche Uhlsport, Adidas e Reusch, purtroppo trascurano le linee di abbigliamento dedicate a chi difende i pali e per vedere un po' di fantasia in più dobbiamo rivolgerci a Rinat. Ciò però non toglie che in futuro le cose possano cambiare, esattamente come hanno successo in questi ultimi venti anni.

    L'unica regola da seguire, dettata dalla FIFA è: non più di tre colori sul completo, dettagli a parte.

    Noi nel frattempo continuiamo a rimpiangere i primi anni novanta... :-)


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Sempre dalla vostra parte

    cofQuesto non è un post come tutti gli altri che avete letto e leggerete su questo blog.

    In queste righe racconterò un po di me (e di mio fratello) e vi parlerò della passione che accompagna il nostro lavoro fin dal 2008, quando con molta incoscienza e un po' di analisi di marketing ci rendemmo conto, che un e-commerce 100% italiano dedicato al portiere poteva e doveva assolutamente esistere sul nostro mercato.

    Con tutta la passione per il nostro amato ruolo. Con tutta la passione per i numeri 1.

    Onestamente non abbiamo mai pensato alla concorrenza e ogni mattina, mentre i pc dell'ufficio si mettono in moto, l'unico pensiero che abbiamo è questo: dobbiamo trasmettere la nostra passione ai nostri clienti.

    Ogni paio di guanti da portiere, ogni maglia, ogni pantalone, ogni protezione non è un prodotto da vendere e basta. Ogni articolo ha la sua storia, una sua curiosità e il suo utilizzo migliore possibile. Noi ci facciamo in quattro per trasmettervi tutto questo.

    Ogni scheda sul sito è curata in maniera maniacale, le foto sono sempre fatte da noi (salvo rarissimi casi) per mostrarvi i prodotti per quelli che sono e se non bastano Francesco provvede sempre a realizzare brevi ma esplicativi video, che servono a spiegarvi bene tutto. Poi c'è questo blog, c'è la pagina Facebook, il nostro contatto Whatsapp e tanto altro per avere subito risposte ai vostri dubbi.

    Permettiamo, se avete comprato dal nostro sito, di recensire tutto quello che è in vendita, facendovi guadagnare punti sconto perché ogni parere è preziosissimo, per noi e per chi acquista.

    Vogliamo però fare di più, e vi annunciamo che molto presto, salvo intoppi dell'ultima ora, ci sarà una novità ENORME, che rivoluzionerà il nostro mondo. Ci stiamo lavorando da mesi per darvi davvero il massimo.

    L'anno prossimo Portierecalcio.it compirà il suo decimo compleanno. Lo festeggeremo con grandi iniziative e grandi sorprese. Ci stiamo già pensando.

    Siamo certi che sarete in tanti a farlo con noi. :-)


     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Le differenze tra i guanti evoPOWER Grip 1.3 e Grip 2.3

    buffon con i guanti evopower 2017

    I guanti da portiere Puma sono tra i più apprezzati in Italia. Buffon ne è il testimonial iconico e Donnarumma ha tutte le carte in regola per prenderne il suo posto in futuro. In realtà questa lista può tornare indietro nel tempo ad altri famosi portieri italiani come Peruzzi e Pagliuca, solo per citarne due tra i più forti e conosciuti.

    L'attuale linea di guanti evoPOWER è quella maggiormente conosciuta, sia perché indossata dai due portieri della nazionale, che per la sua struttura classica. C'è anche Perin che indossa gli evoSPEED, ma i portieri italiani hanno l'abitudine a preferire modelli tradizionali, piuttosto che indossare qualcosa con lavorazioni differenti.

    L'obiettivo di questo articolo è quello di evidenziare e chiarire quali sono le differenze da i due modelli professionali: l'evoPOWER Grip 1.3 e l'evoPOWER Grip 2.3.

    Le due paia sono simili per struttura e colori. Visti frontalmente sono identici. E allora perché questa differenza di prezzo? Di listino (si intende il prezzo consigliato da Puma), il Grip 1.3 dovrebbe costare 95 euro, mentre il Grip 2.3 60 euro. Sono 35 euro di differenza.

    I materiali

    Nessuna differenza. I tessuti usati per la struttura del corpo della mano sono gli stessi. Una fibra semielastica che riveste dita e dorso. Imbottitura in spugna, invece, per la parte interna del palmo.

    Il lattice del palmo è l'Ultimate Grip su entrambi i guanti. Ottima la presa in condizioni asciutte. Importante però, pulire accuratamente il lattice le prime volte, perché sempre pieno di residui di lavorazione.

    Anche per il dorso nessuna differenza. Stesso materiale, stessa grafica e stessa mobilità. La calzata non cambia. Continua a leggere

  • Perché tornare subito alle vere maglie da portiere?

    maglia portiere storelliE' finita la partita. Indipendentemente dalla categoria, dal livello di gioco, dalla vittoria o dalla sconfitta, siete negli spogliatoi a farvi la doccia. Le vostre braccia? Piene di botte e di graffi.

    Gli acciacchi non mancano, ma domani ci aspetta la scuola, il lavoro, la vita di tutti i giorni.

    Passano le ore, i muscoli si raffreddano e le braccia sono completamente indolenzite. Hai parato senza alcuna protezione, forse addirittura a mezze maniche, perché la società passa solo quella maglia, perché così fa Buffon e perché così voglio fare pure io oppure perché ho paura di sentirmi limitato.

    ... però graffi, bruciature e botte sono la e domani non sarà ne semplice, ne comodo tornare al tran tran quotidiano.

    Come abbiamo scritto più volte su questo blog, fino a metà degli anni novanta per un portiere era assolutamente normale scendere in campo con maglia e pantaloncini imbottiti. L'erba naturale era prerogativa solo dei campionati professionistici e già nell'allora interregionale (oggi Serie D) era assolutamente normale giocare su campi in terra battuta in condizioni pessime.

    Non era però il terreno a condizionare la scelta della divisa. Per il portiere era assolutamente normale avere una maglietta dotata di imbottiture e i traumi e le bruciature alle braccia venivano così ridotte al minimo. Poi poteva capitare ma c'era maggiore attenzione e cura per la propria salute.

    Poi arrivò la moda delle mezze maniche, introdotta in Francia da Olmeta e Barthez dell'Olimpique Marsiglia e pian piano si diffuse soprattutto nei paesi "latini" (non solo europei, ma anche in quelli americani), diventando norma.

    Finché un professionista fa questa scelta, più psicologica che realmente utile, non abbiamo nulla da dire. E' pagato per parare ed è giusto che lo faccia nella maniera che crede di ritenere più comoda.

    Non è il tuo caso. E' bello parare. E' meraviglioso. Farlo in assoluta sicurezza lo è ancora di più.

    Noi di Portierecalcio.it lo scriviamo da anni. Una maglia da portiere di ottima qualità non solo non limita in alcun modo i movimenti, ma permette di cadere a terra nella maniera più sicura possibile anche sui terreni più duri e rovinati.

    Quale consigliare allora?

    Noi una scelta l'abbiamo fatta, senza togliere nulla a tutte le altre in vendita nella sezione dedicata alle maglie da portiere.

    La ExoShield GK Gladiator nelle colorazioni gialla con manica nera, in due tonalità di blu molto intenso e nera con manica gialla (questa anche per bambini) ha una specifica protezione in Poron XRD per il gomito perfettamente preformata. Prossimamente usciranno altri due colori, ma per ora non ve li possiamo rivelare. ;)

    Non è la classica spugnetta, cucita senza alcun criterio, che scopre puntualmente il gomito appena vi muovete. E' tutto il contrario. Nessun impedimento. Nessun fastidio. Tantissima protezione.

    Graffi, botte e bruciature ve le dimenticherete. Anche sulla terra battuta.

    Cosa aspettate allora? L'ennesima borsa del ghiaccio da tenere sull'avambraccio? Non è il caso... :-)

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Proteggere gomito e ginocchio dagli infortuni più gravi. Ecco come fare.

    gomitiere storelliIn questo blog parliamo spesso non solo dei guanti da portiere ma anche delle protezioni più specifiche sia per l'allenamento che per la partita. Per un portiere la protezione è fondamentale e lo diventa ancora di più per chi di questa passione non ne fa un lavoro, dovendo tornare a casa quanto più sano possibile e senza alcun graffio o botta fastidiosa.

    Relegate in passato a quasi inutile accessorio anche per via dell'abbigliamento imbottito, gomitiere e ginocchiere vengono ora utilizzate anche dai professionisti.

    Nel calcio a 5 sono praticamente obbligatorie per tutti i portieri, dovendo tuffarsi e cadere sul parquet, che è una delle superfici più dure da affrontare, ma anche nel calcio a 11 cominciamo a vederle anche in serie A dove alcuni professionisti come Rafael del Cagliari, Skorupski dell'Empoli e persino Gigio Donnarumma nel Milan ne hanno fatto uso (guarda qui sotto).

    buffon donnarummaSe ti sei procurato un trauma o un infortunio importante in queste articolazioni, ginocchiere e gomitiere da portiere diventano obbligatorie, se hai ripreso a giocare.

    Oltre a proteggere infatti dall'impatto al suolo la parte del corpo interessata, essendo quasi sempre elasticizzate e a compressione, contengono l'articolazione, limitandone i movimenti "contro natura" e quindi riducendo ulteriormente il pericolo di ricadute o l'aggravarsi di situazioni già in essere.

    Portierecalcio.it offre per te diversi tipi di protezione. Te le presentiamo qui sotto con una breve descrizione, permettendoti, cliccando sui link, di approfondire ogni modello e acquistarlo presso il nostro store ufficiale.

    Ginocchiere e gomitiere Jump Joma: non ti fare ingannare dal prezzo basso. Hanno un'imbottitura robusta e sono molto resistenti. Se non vuoi qualcosa di molto ingombrante, sono davvero consigliate.

    Ginocchiere e gomitiere Reusch: dalle Deluxe molto leggere ma protettive alle leggerissime ma indistruttibili Kevlar la scelta è davvero ampia. Perfette se vuoi una protezione efficace, che si senta appena durante i movimenti.

    Ginocchiere e gomitiere Uhlsport: le più dure e rigide. Se vuoi qualcosa di simile a un'armatura le ginocchiere Alligator e le ginocchiere e gomitiere TorwartTech sono assolutamente da acquistare.

    Ginocchiere e gomitiere Storelli: in assoluto le migliori sul nostro sito, tanto da dedicare loro la copertina di questo post. Nessuna assorbe gli impatti come loro e nessuna veste meglio di loro. Chi le ha provate ne è rimasto estasiato. Acquisto obbligatorio da fare.

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Pantalone lungo o a 3/4? Proteggere il ginocchio e giocare comodi

    Il ginocchio è una delle parti del corpo umano più delicate e soggette a traumi e distorsioni.

    Per un portiere proteggerlo è assolutamente necessario, soprattutto in allenamento quando tuffi ripetuti lo sollecitano in maniera pesante. Se il terreno è duro e della morbida erba naturale non c'è alcuna traccia diventa perciò necessario usare un pantalone o una ginocchiera, che eviterà brutti infortuni.

    Non tutti i portieri però vogliono usare le ginocchiere, soprattutto se giocano a calcio a 11 (o a 8).

    Quale scegliere quindi? Il pantalone lungo o quello a 3/4 (detto anche pinocchietto)?

    Il pantalone lungo protegge tutta la gamba, ti permette di evitare il calzettone in partita e sulla terra battuta è scelta obbligatoria anche in partita. Nel nostro store li troverai sempre dotati di protezioni ai fianchi e alle ginocchia.

    Il pantalone a 3/4 termina appena sotto il ginocchio, garantendo una maggiore libertà di movimento. Il vantaggio rispetto a quello tradizionale? A ogni tuffo non sentirai tirare il pantalone verso il basso e non dovrai rassettarlo ogni volta (cosa complicata indossando i guanti...).

    Tutti i nostri pantaloni da portiere li trovi in vendita qui.

    Come sceglierli correttamente?

    La prima cosa da fare è considerare la superficie dove farai le tue parate a terra. Più e dura, più è necessario un pantalone da portiere robusto. Diversamente anche imbottiture tradizionali come la spugna andranno bene.

    storelli 34

    Alcuni consigli da parte dello staff di Portierecalcio.it? Eccoli qui sotto!

    Exoshield GK 3/4 Pants: punta di diamante della Storelli. Lo uso personalmente e lo trovo il miglior pantalone a 3/4 in vendita sul nostro store. Comodissimo, protettivo e studiato per non creare il minimo ingombro durante qualunque movimento. Semplicemente indispensabile.

    Exoshield GK Pants: sempre prodotto da Storelli. Pantalone lungo con imbottiture in Poron XRD (TM) su fianchi e ginocchia. Soluzione perfetta per l'allenamento e le partite sui campi più duri. Sia questo modello che il 3/4 presentato sopra sono praticamente obbligatori, se venite da infortuni complessi alle vostre gambe e volete continuare a giocare.

    Anatomic Kevlar: prodotto da Uhlsport è l'unico pantalone lungo nei cataloghi a utilizzare un rivestimento in kevlar sui fianchi e sulle ginocchia, allungandone così in maniera quasi infinita la durata.

    Compact 3/4 Short: pinocchietto realizzato da Reusch con imbottiture tradizionali. Comodissimo da indossare e non attillato, per chi non vuole alcuna costrizione.

    Pantaloni Protec: non solo quello lungo, raggiungibile con il link nel nome, ma anche due pantaloni 3/4 entrambi sempre neri, ma differenziati dai bordi. Turchese per un modello e rosso corallo per l'altro. Piastre molto leggere, ma robuste e rivestite di materiale anti usura.

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • L'eterna lotta tra presa e usura.

    Quanto dura un guanto da portiere?

    Facciamo nostra e modifichiamo una citazione storica, cantata anche da Elio e le Storie Tese, per parlarti di uno dei dilemmi più grandi che i nostri clienti affrontano nell'acquisto di un paio di guanti da portiere.

    E' fin dal 1982, quando Uhlsport faceva uscire il mitico modello "040" (indossato da Zoff ai mondiali spagnoli), che chi si tuffa tra i pali, sa che il palmo in lattice dei propri guanti si usurerà inesorabilmente a ogni contatto con il pallone e (soprattutto!) con il terreno di gioco.

    Se per i professionisti il problema è molto relativo, perché parare è un lavoro e non si può certo pensare al consumo dei propri palmi, per chi compra, l'idea di dover cambiare un paio di guanti ogni tre/quattro mesi, non è il massimo del piacere, soprattutto per il proprio portafogli.

    E' anche vero che con una media di circa cinque anni, ricerca e sviluppo grazie a Uhlsport e Reusch hanno aumentato non solo la presa a contatto con il pallone, ma anche la robustezza dei lattici, resi così sempre meno delicati e resistenti anche nelle mescole usate dai migliori portieri del mondo. Il rovescio della medaglia è, che a causa dei brevetti (giustamente chi studia e migliora i materiali deve tutelarsi, viste le spese) i prezzi aumentano e un paio di guanti che soddisfi entrambe le cose ormai oscilla intorno ai 100 euro.

    Come comportarsi allora, per assicurarsi un buon guanto da portiere per la partita, senza doverne necessariamente cambiarli più volte ogni stagione?

    Parliamoci chiaro. Se giochi a calcio in maniera più o meno agonistica, quindi non solo una volta alla settimana con gli amici per la classica partitella, devi mettere in conto almeno due paia di guanti per tutta il campionato. Non puoi fare diversamente. Con solo un paio rischieresti di arrivare alla fine del tuo torneo con il lattice troppo usurato o esaurito completamente fino alla tela, con il rischio di trovarti due saponette al posto delle mani. Non vuoi compromettere il finale di campionato per un errore dovuto a un eccessivo risparmio, vero?

    La combinazione guanto per la partita e guanto per l'allenamento è un'opzione possibile. C'è un però. Sicuramente per l'allenamento non vorrai spendere molto, scegliendo guanti molto economici con lattice (in apparenza...) più resistente (e quindi con meno presa) rispetto a quello da usare in partita. Qual è il problema allora? Il guanto di allenamento, acquistato in questo modo, non ti darà mai le stesse sensazioni del guanto da gara, perché quest'ultimo sarà sempre costruito e realizzato meglio.

    Pensaci un attimo: se dovessi correre una maratona ti alleneresti tutti i giorni con un paio di scarpe, per poi correre la gara con un'altro paio? Ti troveresti bene?

    La risposta è NO.

    Utilizzare il guanto da gara ormai usurato per l'allenamento, lasciando alle partite quello nuovo può essere un'alternativa valida, visto che quasi sicuramente, a meno che non stai cambiando marchio e tipo di struttura del guanto, non avvertirai differenze. Il guanto da partita però si deve adattare alla mano il più presto possibile, e quindi un po' di parate le devi fare non solo durante il riscaldamento prepartita.

    La soluzione allora quale può essere?

    Noi di Portierecalcio.it, come sai se leggi il blog, abbiamo sempre raccomandato l'uso di guanti per terreni duri realizzati con qualità di poco inferiore (se non uguale in alcuni casi) ai modelli da gara. E' vero, costano di più dei guanti da pochi euro che trovi nei negozi di abbigliamento sportivo della tua città, ma ti possiamo garantire che in questo modo la differenza tra il più duro degli allenamenti e la partita più importante sarà pressoché minimo e non dovrai così accendere un mutuo per tenere sempre il tuo armadietto pieno.

    Allenarsi con un paio specifico e giocare le partitelle infrasettimanali e la partita della domenica con quello professionale è la soluzione ideale.

    Scegli per questo i guanti da portiere più adatti a te nel nostro store, consultando ogni scheda (da noi realizzata provando ogni volta che è possibile i prodotti sul campo, per non dover copiare e incollare le descrizioni dei cataloghi ufficiali) e non aver alcun problema a contattarci per qualunque domanda attraverso gli appositi link nelle pagine, il modulo per i contatti o la nostra pagina Facebook ufficiale.

    Siamo qui per questo, come tanti nostri clienti già sanno e ti aiuteremo a non sbagliare acquisto e a parare con la massima sicurezza e comodità.

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

  • Tutte le notizie di Portierecalcio.it in tempo reale su Facebook!

    Se ci leggi da tempo, conosci già da un po' la nostra pagina su Facebook, dove pubblichiamo con cadenza (quasi) quotidiana notizie sul mondo dei portieri e su tutti i prodotti in vendita sul nostro store.

    A causa delle modalità di visualizzazione di questo social network, che tende a privilegiare i contenuti a pagamento, rispetto a quelli classici, può capitare quindi che qualche nostra notizia, o l'uscita di un nuovo guanto o di un nuovo capo d'abbigliamento, che annunciamo sempre sul nostro spazio, possa sfuggirti, facendoti perdere qualcosa a cui potresti essere molto interessato.

    Come fare quindi a ricevere tutte le notifiche di Portierecalcio.it sul tuo Facebook?

    E' molto semplice e ci sono due modi per riuscirci. Segui le nostre istruzioni!

    Da Smartphone

    Qui i passi da fare sono tre. Ve li vado a descrivere foto per foto.

    Passo n. 1

    notifiche portierecalcio smartphone 1Clicca su "Segui già" per accedere alla finestra successiva;
    ------------------------

    Passo n. 2

    notifiche portierecalcio smartphone 2Attiva "Ricevi le notifiche" facendo diventare blu l'interruttore;

    Selezione "Mostra per Primi" in basso a destra;

    Clicca su "Modifica le impostazioni di notifica".
    ------------------------

    Passo n. 3

    notifiche portierecalcio smartphone 3Attiva con un click "Tutti i post".

    Se hai fatto tutto correttamente (abbiamo spiegato tutto nei minimi dettagli proprio per questo), da questo momento riceverai tutte le nostre notifiche in tempo reale, e sarai informato di tutto quello che riguarda il tuo essere portiere!
    ------------------------

    Da Personal Computer (Desktop)

    notifiche portierecalcio

     

    1. Seleziona "Pagina Seguita" sotto la nostra immagine di copertina;
    2. Seleziona la spunta "Mostra per primi" nel primo box "Nella tua sezione Notizie";
    3. Seleziona "Sì (Tutti i post, Video in diretta consigliati) nel secondo box "Notifiche".

     

    Se non ne fai ancora parte, iscriviti subito al nostro sito! E' gratis e assieme all'iscrizione alla nostra newsletter, avrai sino a tre euro di sconto (150 punti) che potrai utilizzare durante il primo acquisto. Completandolo, accumulerai altri punti che daranno diritto a ulteriori sconti con la nostra campagna punti fedeltà.

Oggetti 1 a 10 di 417 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 42
Presenti su Google+